Formula 1 2012: Anteprima GP Sepang Malesia

OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici ESTIVI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T005ESTIVO

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip PerformanceESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Firestone RoadhawkESTIVO

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01ESTIVO

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 VerdeESTIVO

Mostra Prezzo


 Il P Zero Silver, la mescola più dura e conservativa della gamma di pneumatici progettata da Pirelli per la Formula Uno 2012, farà il suo debutto nel gran premio di Malesia: una gara che richiede un impegno eccezionale per le gomme, a causa di condizioni meteo estremamente variabili, con alte temperature e possibilità di piogge torrenziali.Il circuito di Sepang è caratterizzato da asfalto abrasivo, che impegna ulteriormente gli pneumatici, che devono fare i conti con due lunghi rettilinei e con molti tornanti che mettono alla prova la trazione.

Tali caratteristiche estreme rendono Sepang il terreno ideale per il P Zero Silver, le cui doti di resistenza hanno ispirato l’omonimo pneumatico stradale: soluzione appena lanciata dalla casa milanese, in grado di combinare al meglio prestazioni e durata. Al P Zero Silver Hard, in Malesia, si affiancherà lo pneumatico P Zero White Medium, visto in azione in Australia. Questa combinazione copre al meglio l’ampia gamma di condizioni attese, con il Cinturato Green Intermediate ed il Cinturato Blue Wet pronti ad essere utilizzati per far fronte alle piogge torrenziali comuni nell’area, che si trova appena a nord dell’equatore. Anche in assenza di pioggia, l’umidità sfiora l’80%, aumentando lo stress fisico dei piloti.

L’usura maggiore dello pneumatico, determinata dalle particolari caratteristiche del circuito di Sepang, potrebbe tradursi in un aumento del numero di pit stop. Qui lo scorso anno si rivelò essere vincente una strategia di tre soste. Tuttavia, le mescole progettate da Pirelli per questa stagione sono in generale più morbide e veloci rispetto alle specifiche del 2011. La mescola dura scelta per Sepang questo weekend è molto più vicina alle caratteristiche della mescola media dello scorso anno, evidenziando la continua evoluzione delle coperture P Zero.

Aspetti tecnici delle gomme

  • Sebbene l’asfalto in Malesia offra molto grip, la pioggia battente potrebbe ripulire la pista rendendo il tracciato “verde” all’inizio di ogni sessione;
  • Agli pneumatici sul lato sinistro della monoposto è relegato il lavoro maggiore. La parte posteriore sinistra dello pneumatico è particolarmente stressata dovendo garantire trazione, con temperature di esercizio che raggiungono picchi di 130 gradi
    centigradi sul bordo interno a causa di una forza laterale di 3G.
  • Il circuito di Sepang è lungo 5.543 km, che si traducono in 56 giri per un totale di 310.408 km. Il circuito fu inaugurato nel 1999, su un terreno occupato in precedenza da una foresta.
  • La pista non presenta molti dossi, essendo stata riasfaltata nel 2007. E’ caratterizzata da una ampia varietà di curve che richiedono un carico aerodinamico medio. Il disegno del tracciato non è dissimile a quello di Barcellona: circuito su cui
    Pirelli ha effettuato il maggior numero di test.
  • Lo scorso anno, Pirelli portò su questo circuito la mescola dura del 2011 unitamente alla mescola morbida, con un divario prestazionale tra le due soluzioni intorno al secondo e due. Quest’anno ci si attende un gap molto più ridotto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.