News Auto

BMW M2 Competition: la M Compatta da 460 CV

PREZZI MIGLIORI GOMME INVERNALI TEST TCS 2023

MODELLO

VALUTAZIONE TCS

PREZZO

CONTINENTAL WINTERCONTACT TS870MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

CONTINENTAL WINTERCONTACT TS 870 PMOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

MICHELIN ALPIN 6MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

DUNLOP WINTER SPORT 5MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

GOODYEAR ULTRAGRIP PERFORMANCE +MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

GOODYEAR ULTRAGRIP 9+MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

FIRESTONE WINTERHAWK 4MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

BRIDGESTONE BLIZZAK LM 005MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

KUMHO WINTERCRAFT WP52CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

PIRELLI CINTURATO WINTER 2CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

YOKOHAMA BLUEARTH-WINTER V906CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

HANKOOK WINTER I*CEPT RS3CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

NOKIAN WR SNOWPROOFCONSIGLIATO

Mostra Prezzo

VREDESTEIN WINTRAC PROCONSIGLIATO

Mostra Prezzo


BMW M2 presenta le caratteristiche M in una versione estremamente potente. Dotata di un motore a sei cilindri che eroga 338 kW/460 CV, con la possibilità di optare per un cambio manuale a sei marce e dotata di trazione sulle ruote posteriori, questa seconda edizione del modello sportivo di fascia alta garantisce un’esperienza di guida senza paragoni.

BMW M2 Competition: la M Compatta da 460 CV 1

Le dimensioni ridotte della vettura, abbinate alla tecnologia del motore e del telaio ereditata dalla BMW M3/BMW M4, rappresentano l’essenza del concept di questa auto. Questa combinazione conferisce all’ultima versione del modello biposto un’agilità e una fluidità di guida straordinarie, che rimangono gestibili anche quando si sfidano i confini delle prestazioni dell’auto.

L’identità unica dell’auto è evidente anche nel suo accattivante design esterno, con un aspetto da coupé sportivo. Il raffinato sistema di personalizzazione delle impostazioni della vettura contribuisce a offrire un’esperienza di guida di grande intensità.

Con queste caratteristiche distintive, la nuova BMW M2 prosegue la legacy della casa automobilistica di realizzare modelli sportivi di dimensioni contenute, iniziata nel 1973 con la BMW 2002 turbo. Inoltre, la vettura rafforza il successo del modello precedente, che ha accumulato quasi 60.000 vendite globali.

Motore BMW M2

Il motore a sei cilindri lineari progettato per il modello sportivo compatto, dotato della tecnologia M TwinPower Turbo e orientato a elevati regimi, è celebre per le sue performance tipiche della gamma M. Con poche differenze rispetto al motore presente nelle BMW M3 e BMW M4, il propulsore da 3,0 litri brilla per la sua prontezza, il desiderio di raggiungere alti giri e una consegna di potenza costante anche a velocità elevate.

BMW M2 Competition: la M Compatta da 460 CV 2

Con un picco di 338 kW/460 CV, il motore della nuova BMW M2 supera di 66 kW/90 CV quello del modello precedente. Eroga una coppia massima di 550 Nm (405 lb-ft) tra 2.650 e 5.870 giri/min, mentre la potenza massima viene raggiunta a 6.250 giri/min.

Questo motore può spingersi fino a 7.200 giri/min. L’aumento di potenza è sottolineato da un suono avvolgente prodotto dal sistema di scarico M specifico, dotato di una valvola elettricamente controllata. Il sistema di lubrificazione è studiato per affrontare condizioni di guida particolarmente intense in pista, come anche il sistema di raffreddamento.

La potenza prodotta dal motore viene inviata alle ruote posteriori attraverso il cambio M Steptronic a otto marce con Drivelogic, di serie. Questo cambio si distingue per le sue marce dal taglio sportivo, l’interazione immediata con il motore e la capacità di ridurre rapidamente le marce fino a raggiungere quella più opportuna, fornendo una risposta rapida e decisa in termini di accelerazione. È comandato da una leva con un design M aggiornato e da paddle sul volante. La funzione Drivelogic permette di selezionare tra tre modalità di cambiata.

Cambio BMW M2

È disponibile un cambio manuale a sei marce per coloro che desiderano un’esperienza di guida più tradizionale, focalizzata sull’interazione tra pilota e veicolo. Questo cambio è ideale per una guida dinamica grazie, non solo alla precisione della cambiata, ma anche al Gear Shift Assistant, che regola la velocità d’innesto per assicurare transizioni morbide durante la riduzione delle marce in frenata, soprattutto in curva. Se desiderato, il Gear Shift Assistant può essere disattivato dal menu M Setup.

La nuova BMW M2 accelera da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi con il cambio M Steptronic e in 4,3 secondi con il cambio manuale. Può raggiungere i 200 km/h (124 mph) in 13,5 secondi (automatico) o 14,3 secondi (manuale). La sua velocità massima standard è di 250 km/h (155 mph), ma può essere aumentata a 285 km/h (177 mph) optando per il pacchetto M Driver’s Package.

BMW M2 Competition: la M Compatta da 460 CV 3

Indipendentemente dalla trasmissione scelta, l’autentica essenza prestazionale della nuova BMW M2 è incarnata dalla trazione sulle ruote posteriori.

L’incremento progressivo delle forze di accelerazione laterale, tipico dei modelli M, permette al conducente di manovrare l’auto nelle curve con slide controllati, tra gli altri. Inoltre, la funzione M Traction Control di serie è pensata per permettere al conducente di testare i confini delle capacità dell’auto, stabilendo livelli personalizzati di intervento per limitare lo slittamento delle ruote attraverso un intervallo di dieci livelli.

Dinamica di guida al Top

Un ulteriore aspetto che amplifica la dinamicità della BMW M2 è il differenziale attivo M sull’asse posteriore. Anche questo di serie, può creare in modo fluido un effetto di bloccaggio fino al 100% quando necessario. Ciò migliora la trazione, specialmente su strade dove le ruote posteriori hanno differenti livelli di aderenza, e potenzia la distribuzione della potenza, in particolare quando si esce con vigore dalle curve.

La BMW M2 vanta dimensioni ridotte, un breve interasse e un’ottimale distribuzione del peso al 50:50, fattori che, insieme alla sua avanzata tecnologia di telaio, garantiscono un’ottima manovrabilità e precisione. La carrozzeria e i supporti del telaio presentano una notevole resistenza alla torsione, ulteriormente potenziata da specifici rinforzi.

BMW M2 Competition: la M Compatta da 460 CV 4

L’asse anteriore presenta una doppia articolazione mentre quello posteriore ha cinque bracci, entrambi con caratteristiche esclusive per la serie M. Tra le specifiche di base della BMW M2 si annoverano le sospensioni M adattive con ammortizzatori a gestione elettronica, lo sterzo M Servotronic con variazione di rapporto, il controllo di stabilità dinamico (DSC) potenziato dal M Dynamic Mode e freni M Compound robusti con pinze anteriori a sei pistoncini e posteriori con un singolo pistoncino.

L’unità frenante integrata consente al conducente di scegliere tra due settaggi del pedale. Inoltre, questa auto sportiva dispone di cerchi da 19 pollici anteriormente e 20 posteriormente, che sono maggiorati di un pollice rispetto ai cerchi standard delle BMW M3 e M4. È anche possibile equipaggiarla con pneumatici adatti alla pista.

BMW M2 interni

L’abitacolo della nuova BMW M2 è stato progettato mettendo al centro l’esperienza di guida, integrando specifiche indicazioni e funzionalità pensate per la serie M, come il moderno BMW Curved Display. Questo schermo da 12,3 pollici presenta informazioni essenziali per il guidatore, tra cui le indicazioni di cambio marcia, in una nuova disposizione grafica. Sul display principale da 14,9 pollici si possono visualizzare widget dedicati M, come quelli per la configurazione del veicolo o lo stato degli pneumatici. Vi è anche l’opzione del BMW Head-Up Display con visualizzazioni esclusive per la serie M.

BMW M2 Competition: la M Compatta da 460 CV 5

Questi display, insieme all’assistente personale intelligente BMW, fanno parte del sistema BMW iDrive di nuova generazione, che opera sul BMW Operating System 8, ideato per garantire un’interazione intuitiva attraverso comandi tattili e vocali. Con il nuovo BMW iDrive, è possibile personalizzare l’esperienza tramite il BMW ID e la My BMW App e integrare una Personal eSIM all’interno del veicolo. La compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto è inclusa di serie nella BMW M2, che si avvale anche di una connessione 5G per garantire una connettività ottimale.

Per quanto riguarda la comodità, guidatore e passeggero anteriore sono accolti da sedili sportivi disegnati appositamente per questo modello, rivestiti in Sensatec/Alcantara. In opzione, ci sono i sedili M Sport con poggiatesta integrati e finiture in pelle Vernasca/Sensatec. Come ulteriore alternativa, sono disponibili i sedili M Carbon che, grazie all’uso di plastica rinforzata con fibra di carbonio nelle loro strutture principali, permettono una riduzione del peso di circa 10,8 kg.

BMW M2 Competition: la M Compatta da 460 CV 6