Formula 1: Alonso è il primo pilota a vincere due gare nel 2012 con Pirelli

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Il pilota della Red Bull, Sebastian Vettel, aveva un vantaggio di 20 secondi dopo essere partito in pole, quando è entrata la safety car a metà gara. Il tedesco ha effettuato una sosta, optando per un set di medie dopo due stint sulle gomme soft, rientrando in testa alla gara. Ma, poco dopo la ripartenza, un problema tecnico ha costretto Vettel al ritiro lasciando all’eroe di casa, Alonso, la prima posizione. Il pilota spagnolo ha a sua volta effettuato un pit stop, approfittando della safety car, per montare l’ultimo set di gomme medie.

Il pilota della Lotus, Romain Grosjean, ha seguito una strategia simile a quella di Alonso ed era in una posizione di forza per sfidare la Ferrari prima di dover uscire di scena, anche lui per un problema tecnico al 40° giro. La composizione del podio si è decisa solo negli ultimi giri, dopo un finale imprevedibile caratterizzato da incidenti e sorpassi. Kimi Raikkonen è salito sul secondo gradino del podio, seguito dal pilota della Mercedes, Michael Schumacher. Anche il finlandese ha approfittato dell’entrata della safety car per montare il suo ultimo set di pneumatici, mentre Schumacher ha adottato una strategia diversa. Il terzo posto di Schumacher – il più alto in griglia (12 °) dei cinque piloti che hanno iniziato la gara con le gomme medie – rappresenta anche il suo miglior risultato dell’anno e il primo podio dal suo rientro in F1, dopo una rimonta spettacolare negli ultimi giri con le gomme morbide. Ancora una volta, tre diverse monoposto e tre diversi costruttori di motori sono saliti sul podio, occupato da tre campioni del mondo.

Il pilota della Force India, Paul di Resta, è stato l’unico pilota ad utilizzare una strategia ad una sosta, fermandosi per passare dalle morbide alle medie al giro 23, diventando il pilota che ha completato il run più lungo su ogni pneumatico: 23 giri sulle soft e 34 sulle medie. Di Resta ha concluso la gara settimo, solo due posizioni dietro il suo compagno di squadra, Nico Hulkenberg, con due soste, il cui quinto posto è stato anche il miglior risultato della carriera.

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha commentato: “Valencia è un circuito dove è incredibilmente difficile superare, ma sembra non essere stato questo il caso oggi, a un certo punto non sapevi più dove guardare! Valencia è una pista molto difficile, come si è potuto vedere dai numerosi ritiri di questo pomeriggio, e Fernando ha fatto un lavoro incredibile andando a vincere dall’ 11 ° posto. La corsa per la vittoria è stata particolarmente interessante, con le prime tre vetture su strategie simili fino a quando Lewis Hamilton è stato coinvolto in un incidente e Michael Schumacher è subentrato. E’ stata un’occasione affascinante per noi per vedere come le vetture e piloti hanno gestito gli pneumatici a parità di condizioni, in particolare negli ultimi giri. Congratulazioni anche a Schumacher e alla Mercedes: è fantastico vedere un grande campione come lui di nuovo sul podio – in compagnia di due altri grandi campioni, che hanno fatto un lavoro altrettanto impressionante “.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.