OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici INVERNALI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2INVERNALE

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP3INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato WinterINVERNALE

Mostra Prezzo

Continental WinterContact TS860INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Hankook Winter icept RS2 W452INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin A4INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Falken Eurowinter HS01INVERNALE

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Goodyear Ultragrip 9INVERNALE

Mostra Prezzo

Nokian WR D4INVERNALE

Mostra Prezzo


Questo venerdì si torna in pista con la Formula 1 dopo la pausa estiva. In programma c’è il Gran Premio del Belgio a Spa-Francochamps, universalmente uno dei circuiti più ardui da programmare per quel che riguarda le gomme. Non solo il tracciato è ricco di tornate dal grande fascino e dalla lunga storia, come l’Eau Rouge o la Blanchimont, ma anche il tempo atmosferico, da sempre impietoso tra le Ardenne, ha spesso giocato brutti scherzi ai piloti e ai meccanici. Molti si ricorderanno l’incidente tra Michael Schumacher e David Coulthard, ma sono comunque numerosi gli esempi che si potrebbero fare.

La Pirelli sente questo Gran Premio particolamente probante per le sue P Zero e sono in preparazione diverse soluzioni per attrezzare al meglio i piloti e le monoposto. La velocità, le forze-G e la possibilità che possa piovere solo su una parte di tracciato con la seconda rimasta asciutta sono i tre principali elementi di cui Pirelli dovrà tenere conto. Le mescole che la casa italiana porterà in Belgio saranno la P Zero WhiteMedium e la P Zero Yellow Soft, entrambe già viste in coppia durante i GP d’Europa e Germania. Possibile, però, che vengano usare anche le P Zero Blue Intermediate, proprio alla luce delle variabili condizioni climatiche.

«Siamo convinti che la combinazione di pneumatici medium e soft rappresenti il compromesso ideale tra prestazioni e durata, dando ai piloti l’opportunità di mostrare ogni aspetto del loro talento – ha commentato Paul Hembery, direttore di Pirelli Motorsport – È una gara che premia i sorpassi coraggiosi, esattamente in linea anche con la nostra filosofia degli pneumatici. Come sempre, il meteo in Belgio sarà un punto interrogativo ma, con le numerose gare bagnate già disputate quest’anno, è un campo in cui stiamo accumulando esperienza più rapidamente di quanto non ci aspettassimo!»

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.