Competizioni

Rally Italia Sardegna: Tre domande a Sebastien Loeb

PREZZI MIGLIORI GOMME INVERNALI TEST TCS 2023

MODELLO

VALUTAZIONE TCS

PREZZO

CONTINENTAL WINTERCONTACT TS870 MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

CONTINENTAL WINTERCONTACT TS 870 P MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

MICHELIN ALPIN 6 MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

DUNLOP WINTER SPORT 5 MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

GOODYEAR ULTRAGRIP PERFORMANCE + MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

GOODYEAR ULTRAGRIP 9+ MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

FIRESTONE WINTERHAWK 4 MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

BRIDGESTONE BLIZZAK LM 005 MOLTO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

KUMHO WINTERCRAFT WP52 CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

PIRELLI CINTURATO WINTER 2 CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

YOKOHAMA BLUEARTH-WINTER V906 CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

HANKOOK WINTER I*CEPT RS3 CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

NOKIAN WR SNOWPROOF CONSIGLIATO

Mostra Prezzo

VREDESTEIN WINTRAC PRO CONSIGLIATO

Mostra Prezzo


Il Rally di Sardegna, inserito nel calendario del Campionato del Mondo dal 2004, si è creato la reputazione di prova selettiva, con percorsi relativamente duri e sabbiosi, concentrati al nord dell’isola. Dopo sei edizioni organizzate in primavera, la manche italiana si disputa di nuovo in autunno, con condizioni stradali diverse. Con quattro vittorie in sette partecipazioni, Sébastien Loeb e Daniel Elena vantano una buona percentuale di successi in questo rally. L’anno scorso, nonostante le difficoltà a partire in prima posizione nelle speciali, avevano regalato una delle migliori prestazioni dell’anno, un successo decisivo per il proseguimento del campionato. Nel 2012 non sarà certo la pressione a spingere il duo franco monegasco. Con il titolo in tasca dopo il Rally di Francia, Sebe Daniel mirano solo alla 76a vittoria. Ma ci sono abituati : nel 2010, dopo la vittoria in Alsazia, conquistavano le due ultime manche della stagione, in Spagna e Gran Bretagna.

Rally Italia Sardegna: Tre domande a Sebastien Loeb 1

Tre domande a Sebastien Loeb

Prima di parlare della Sardegna, torniamo al nono titolo vinto in Alsazia. E’ stato sicuramente un grande momento……

Un momento già vissuto due anni fa, che volevo ripetere, in modo ancora più intenso perché è l’ultimo titolo mondiale… almeno nei rally. Con Daniel ci siamo detti spesso che dobbiamo gustare questi momenti, che forse non rivivremo più. D’altronde è stata una mia decisione, quindi nessun rimpianto. So che altre grandi sfide mi aspettano. Le emozioni sono state tante, domenica in particolare, mentre attraversavamo i luoghi della mia infanzia. Mi ha colpito vedere tanta gente per l’intera settimana in Alsazia, durante le ricognizioni, le speciali o al momento delle premiazioni. La passione per il rally in Alsazia è forte, e questo mi porta a dire che forse non è l’ultima volta che disputo questa prova!

Come affronterete le due ultime manche, ora che avete vinto il nono titolo Piloti, l’ottavo Campionato Costruttori per Citroën ?

Se parto è per vincere il rally, se no tanto vale restare a casa! Ed è così per tutto il team Citroën. Certo, dopo i titoli la tensione si è attenuata. La vittoria in Francia ci ha fatto tirare un sospiro di sollievo perché tutti aspettavano questo momento. Dovevamo vincere, ma al volante non c’è niente di facile. In Sardegna saremo meno sotto pressione e potremo anche divertirci. E’ così piacevole e inusuale disputare un rally senza preoccupazioni. Ancora una volta il piacere per noi è vincere!

Questo rappresenta lo spirito con cui disputerete i rally nella prossima stagione?

Per me la storia finisce in Alsazia, con i titoli. I due rally che rimangono sono un bonus. Nel2013 parteciperemo a qualche manche del WRC, naturalmente per conquistare nuove vittorie. La pressione sarà diversa. Il 2013 sarà comunque un anno fitto, perché ci si dovrà occupare anche del progetto WTCC, oltre che di questo programma WRC parziale »

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.