OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

François Delecour avrebbe avuto modo di vincere il Rally di Montecarlo già nel lontano 1991 a bordo della potentissima Ford Sierra Cosworth; Delecour tuttavia ha necessariamente dovuto aspettare 3 anni in e nel 1194 è riuscito a vincere a bordo di Ford Escort Cosworth.  Sébastien Loeb è il primatista in fatto di numero di successi al Rally di Montecarlo. Ben 5 sono infatti le vittorie fatte registrare, vittorie che sarebbero potute diventare 6 se non gli fosse stata attribuita una penalità di 2 minuti nel Rally del 2002, per infrazione al regolamento circa l’uso dei pneumatici. Sébastien Ogier ha vinto nel 2009 al volante di una Peugeot 207 S2000 iscritta dalla marca di pneumatici BFGoodrich. Mikko Hirvonen al volante di Ford Fiesta S2000, nel 2010 aveva commesso una “rapina” perfetta, surclassando tutti i piloti dell’IRC in un colpo solo.

 

Bryan Bouffier nel 2011, grazie ad un’attenta scelta dei pneumatici Michelin, effettuata sul percorso innevato nel Vercors, conquista la sua più bella vittoria in carriera, proprio nell’edizione del centenario del più famoso rally al mondo. Il pilota è tornato quest’anno per tutelare le sue possibilità di emergere nella categoria S2000, al volante di una Peugeot 207. Dopo un 9° miglior tempo nella PS1, Bryan ha effettuato una ‘toccatina’ nella speciale successiva, perdendo cinque minuti, poi un’altra nella PS4 (altri 9 minuti persi) : È stata totalmente colpa mia, ha ammesso il vincitore dell’ultima edizione. Mi sono lasciato indurre in errore ben due volte nel Burzet. Da quel momento, la gara ha preso tutt’altra piega per noi.

Fonte – Immagine: Best-of-rallylive.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.