Mercedes eCall: nuovo sistema di chiamata d’emergenza in caso di incidente

OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici ESTIVI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T005ESTIVO

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip PerformanceESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Firestone RoadhawkESTIVO

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01ESTIVO

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 VerdeESTIVO

Mostra Prezzo


A partire dal mese di giugno, con tre anni di anticipo rispetto all’introduzione obbligatoria prevista dalla Commissione Europea, Mercedes-Benz lancerà eCall, il servizio per le chiamate di emergenza dal veicolo. In caso di incidente grave, i servizi di soccorso potranno essere avvisati automaticamente: in pochi minuti riceveranno informazioni precise riguardo al luogo dell’incidente ed al modello della vettura coinvolta. Il sistema di chiamata d’emergenza Mercedes-Benz sarà inserito di serie sull’ultima versione del sistema multimediale COMAND Online che, a partire dalla metà del 2012, sarà introdotto su Classe B, Classe C, Classe E e Classe M, oltre che su SLK, CLS, SL e sulla nuova Classe A. Tutti i futuri modelli, introdotti sul mercato dopo il 1° giugno 2012, saranno equipaggiati con il sistema di chiamata d’emergenza Mercedes-Benz in abbinamento a COMAND Online. Oltre agli eventuali costi previsti dall’operatore di telefonia mobile, i Clienti Mercedes-Benz non dovranno sostenere alcun tipo di spesa per poter utilizzare il sistema di emergenza.

Avviso automatico ai Soccorsi

Dopo un incidente grave, ogni secondo è determinante. Il nuovo sistema Mercedes-Benz per le chiamate di emergenza interviene in questa fase decisiva, avvisando automaticamente i servizi di soccorso in caso di forte urto. Se si attivano gli airbag o i pretensionatori ed il sistema COMAND Online è collegato ad un telefono cellulare, l’esatta posizione GPS della vettura ed il relativo numero di telaio vengono inviati tramite SMS alle centrali di assistenza e per le chiamate di emergenza del Bosch Communication Center, mentre i dati relativi alla posizione vengono contemporaneamente inviati anche tramite DTMF (multifrequenza). Anche quando gli occupanti hanno perso conoscenza o non sono in grado di comunicare la propria posizione, i soccorsi allertati dal Communication Center possono ottenere informazioni precise e tempestive.

Inoltre, in pochissimo tempo la vettura si mette in comunicazione con il Bosch Communication Center. Una funzionalità particolarmente utile e pratica in caso di emergenza: la comunicazione non avviane, infatti, nella lingua del Paese in cui ci si trova, bensì in quella impostata dal guidatore nel COMAND Online. La chiamata di emergenza può essere effettuata anche manualmente, dal momento che la voce “Chiamata di emergenza Mercedes-Benz” è sempre la prima della rubrica telefonica. Il servizio eCall sarà introdotto in due fasi successive: il 1° giugno 2012 nei primi 9 Paesi europei (Germania, Francia, Italia, Spagna, Gran Bretagna, Austria, Belgio, Paesi Bassi e Svizzera), cui si aggiungeranno altri 19 Paesi alla fine del 2012.

Il sistema Mercedes-Benz per le chiamate di emergenza è inserito, di serie, nell’ultima versione del sistema telematico COMAND Online, che sarà introdotto a partire dalla metà di quest’anno su Classe B, Classe C, Classe E, Classe M, SLK, CLS ed SL. Anche la nuova Classe A, come tutti gli altri modelli che saranno lanciati sul mercato a partire dall’introduzione del nuovo sistema, sarà equipaggiata con il servizio di chiamata d’emergenza Mercedes-Benz, in abbinamento a COMAND Online.

Nell’ambito dell’iniziativa eSafety, la Commissione Europea ha annunciato di voler rendere obbligatorio, entro il 2015, il servizio eCall sulle vetture nuove. Secondo i dati forniti dalla Commissione Europea, l’allerta lanciata tempestivamente dal servizio eCall e la conoscenza delle coordinate relative al luogo dell’incidente consentirebbero di ridurre i tempi di soccorso del 50% nelle zone rurali e del 40% in città. In questo modo, ogni anno nell’Unione Europea, si potrebbero salvare 2.500 vittime della strada.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.