Auto Tecnica: l’esclusivo telaio ad alte prestazioni di Astra OPC

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici Estivi 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Michelin Primacy 3

★★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T001 Evo

★★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★★

Mostra Prezzo

Hankook Ventus Prime 3 K125

★★★★

Mostra Prezzo

Semperit Speed-Life 2

★★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecsta HS51

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P7 Blue

★★★

Mostra Prezzo

Fulda Ecocontrol HP

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear EfficientGrip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Nexen N'blue HD Plus

★★★

Mostra Prezzo

Cooper Zeon CS8

★★★

Mostra Prezzo

Per la nuova Astra OPC, Opel ha creato un telaio ad alte prestazioni particolarmente efficiente in termini di dinamica laterale e dotato di elevata maneggevolezza, che si affianca al potente motore da 206 kW/280 cv e 400 Nm. Numerosi elementi del telaio, che monta sospensioni ZF Sachs, sono decisivi per il miglioramento della dinamica di guida della vettura: sospensioni ad alte prestazioni (HiPerStruts) sull’asse anteriore, telaio meccatronico FlexRide, differenziale meccanico autobloccante e freni Brembo. Le prestazioni del telaio sono ulteriormente ottimizzate dai cerchi in lega da 19” offerti di serie con i pneumatici 245/40 ZR.

Differenziale autobloccante per maggiore stabilità

Per trasformare la potenza della nuova Astra in trazione efficace, l’asse anteriore è dotato di differenziale meccanico autobloccante a dischi multipli. Se una delle ruote anteriori perde aderenza, i dischi multipli all’interno del differenziale operano come frizioni, trasferendo la coppia dove è presente maggior trazione. Questo effetto bloccante (massimo 50%) dipende dall’angolo delle rampe ricavate nei mozzi di ancoraggio e determina di conseguenza l’applicazione della pressione alla frizione a dischi multipli, in funzione della differenza di coppia. Minore l’angolo, più sensibile risulta il sistema. Nel caso di Astra OPC si è scelto un angolo di 45 gradi in fase di accelerazione. In fase di decelerazione, ossia quando si applicano i freni o si toglie pressione dal pedale dell’acceleratore, i dischi della frizione si separano nuovamente, consentendo così all’ABS di intervenire sulle ruote anteriori.

La sospensione FlexRide con taratura OPC si adatta a molti stili di guida sportiva

Il telaio meccatronico FlexRide dotato di impostazioni speciali e migliorato specificamente per la OPC consente a chi guida di scegliere fra tre diverse modalità di guida, ognuna delle quali offre un’esperienza unica di guida ad alte prestazioni. La modalità Standard garantisce prestazioni equilibrate, caratterizzate dal confort in qualsiasi condizione, per le situazioni di guida quotidiane. Anche in questa modalità, Opel Astra OPC è brillante in curva e si caratterizza per la reattività dello sterzo e il minimo rollio. Basta premere un pulsante e la modalità Sport irrigidisce le sospensioni, aumenta l’agilità riducendo il rollio e rende lo sterzo più diretto.

La modalità OPC porta, invece, a un’esperienza di guida estrema: lo sterzo diventa ancora più diretto che in modalità Sport, l’acceleratore maggiormente reattivo e il telaio tende a fornire le massime prestazioni. Il quadro strumenti si tinge di rosso per segnalare che la vettura è in modalità OPC.

Regolazione della dinamica del telaio grazie al controllo delle sospensioni

Per il miglior controllo di guida possibile, il controllo delle sospensioni tiene le ruote costantemente in contatto con la strada anche quando si viaggia su un fondo accidentato a velocità elevata. Il veicolo vanta la miglior tenuta anche quando le molle delle sospensioni sono sollecitate da una superficie stradale irregolare. Il controllo del rollio riduce ulteriormente il movimento laterale in modo che il veicolo resti piatto sulla strada, massimizzando l’agilità.

Rispetto all’Astra GTC 1.6 turbo (132 kW/180 cv), i tecnici OPC hanno irrigidito le molle di serie di circa il trenta per cento e abbassato il veicolo di altri dieci millimetri, portando così la vettura ancora più vicina alla strada. Per offrire una guida ancora più agile e reattiva, è stato irrigidito anche l’asse anteriore.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=rWgSDkoAo8g’]

Come il FlexRide, anche il sistema di controllo di stabilità (ESP) offre tre diverse modalità a seconda di quanto si voglia guidare in modo sportivo ed estremo. La modalità standard (preimpostata), ottimizzata per la OPC, garantisce la massima sicurezza di guida nelle situazioni quotidiane garantendo il migliore controllo della vettura. La modalità Competitive alza la soglia di intervento dei sistemi automatici. Quando il veicolo si trova in una situazione potenzialmente pericolosa, viene stabilizzato dall’impianto frenante. In modalità ESP-off, premendo il pulsante ESP per più di cinque secondi, è possibile disattivare completamente il sistema ESP.

[nggallery id=645]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.