OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici INVERNALI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2INVERNALE

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP3INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato WinterINVERNALE

Mostra Prezzo

Continental WinterContact TS860INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Hankook Winter icept RS2 W452INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin A4INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Falken Eurowinter HS01INVERNALE

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Goodyear Ultragrip 9INVERNALE

Mostra Prezzo

Nokian WR D4INVERNALE

Mostra Prezzo


Pastor Maldonado ottiene il miglior tempo di giornata al mattino montando sulla Williams gli pneumatici Pirelli a mescola super morbida. Con il suo 1’22″391, il venezuelano abbassa il miglior tempo assoluto delle monoposto del 2012 sul circuito di Barcellona. Al secondo posto della classifica troviamo Michael Schumacher che, però, ha girato con gomme soft. Per il tedesco è stata una giornata molto produttiva con ben 127 tornate inanellate. Il miglior giro di Webber con la Red Bull è coinciso curiosamente con le stesso di Felipe Massa che ha girato a lungo con pneumatici Pirelli a mescola dura. A fine giornata la Ferrari è rimasta ferma all’uscita della pit lane ma solo a causa di una prova di pescaggio carburante. Sul fronte dell’affidabilità, oggi la Rossa non ha creato problemi. Scorrendo la classifica, troviamo nell’ordine Paul di Resta con la Force India, Timo Glock con la Marussia e Vitaly Petrov con la Caterham. Curiosità per il russo che, a causa di un errore nel cronometraggio, è balzato erroneamente in testa alla classifica dei tempi verso metà giornata.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.