Rally di Montecarlo: gomme Michelin Alpin WRC per la Citroen di Sébastien Loeb

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Sébastien Loeb al comando, al termine delle due speciali tracciate nel Massiccio del Vercors. Il 5 volte vincitore del Rally di Montecarlo aveva 2 minuti di vantaggio su Dani Sordo prima di raggiungere il Principato attraverso la Route Napoléon e la speciale di Montauban/L’Ouvèze-Eygalayes. Questa mattina pioveva su Valence. Quando Sébastien Loeb è uscito dal motorhome della Citroën per guidare la sua DS3 WRC/Michelin all’assistenza, gli appassionati l’anno accolto gridandogli Tanti auguri, Sébastien ! Il 20 gennaio, in Francia, si festeggia infatti San Sébastien. Il Campione ha risposto educatamente, ma visibilmente non era al corrente della ricorrenza del suo santo patrono.

Seb Era sicuramente più preoccupato dalla scelta degli pneumatici rally per le speciali di St Jean en Royans e Cimetière de Vassieux dove, lo scorso anno, s’è deciso il Rally di Montecarlo, sulla neve. Pioveva, ma le temperature erano abbastanza miti nella Vallata del Rodano. Quale era però, la situazione nel Vercors, al Col de la Machine ed al Col de l’Echarrasson, o verso la stazione sciistica di fondo di Font d’Urle ? All’arrivo della PS12, Cimetière de Vassieux-Col de Gaudissart, il termometro indicava 5° e da quel cielo grigiastro scendeva pioggia, mentre banchi di foschia avvolgevano i versanti boscosi. Secondo gli apripista, però, un tratto ghiacciato creava qualche preoccupazione in quella speciale. Sì, i pneumatici chiodati Michelin erano la scelta migliore, ha dichiarato Loeb all’arrivo. Ho spento il motore al via e, nonostante tutto, Solberg era, dopo, staccato di 44” secondo i parziali che ci sono stati comunicati. Entrambi i piloti ufficiali della Citroën, Loeb ed Hirvonen, avevano optato per 4 pneumatici Michelin Alpin WRC chiodati. A staccare il miglior tempo è stato, del resto, il finlandese. Si tratta del suo primo scratch al volante della DS3 WRC. Pierre Campana (Mini/Michelin), anch’egli con pneumatici Michelin chiodati ha invece messo a segno la terza miglior prestazione.

Per il secondo anno consecutivo, Petter Solberg ha fatto un’errata scelta di pneumatici in questa ronda nel Vercors, anche se ha staccato il miglior tempo a St Jean en Royans. Con due Michelin Alpin non-chiodati montati alle ruote anteriori e due Pilot Sport su quelle posteriori la Ford del norvegese ha incassato circa due minuti di ritardo rispetto a Loeb in 24 km, il che ha permesso a Dani Sordo (MINI/Michelin, 4 Alpin non-chiodati) d’incrementare il suo vantaggio – rispetto a Sollberg – al secondo posto della classifica generale.

Fonte – Immagini: Best-of-rallylive.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.