OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici INVERNALI 2021

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin CrossClimate 2ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Continental WinterContact TS860INVERNALE

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato WinterINVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate 2ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP3INVERNALE

Mostra Prezzo

Hankook Winter icept RS2 W452INVERNALE

Mostra Prezzo

Sapere che Adrian Newey era inquieto prima del debutto della nuova Mercedes , vorrà dire che qualcosa di veramente innovativo è pronto per l’anno 2012. Forse stavolta anche il suo genio sbaglia, chissà! Quello su cui la Mercedes continua a lavorare è l’F-Duct all’anteriore , già provato negli ultimi gran premi del 2011. Che non solo è tutt’altro facile da riprodurre ma anche molto ostico da far funzionare. Nemmeno a Brackley sono tutti convinti dell’efficacia del F-Duct, ma la ricerca continua.

Tecnica formula 1 2012: analizziamo la Mercedes W03 e il suo F-Duct 1

Il condotto usato 2 anni fa e poi messo fuori legge, agiva sull’alettone posteriore , inviando un getto d’aria che faceva stallare l’ala: eliminava resistenza ma anche deportanza. Veniva azionato direttamente dal pilota con il braccio o con la gamba. Il sistema mercedes, invece, dev’essere tutto automatico, perche il controllo del pilota è stato  vietato. Poi serve soprattutto in curva e non in rettilineo. Ma come? Secondo alcuni il dispositivo è formato da una valvola automatica in corrispondenza della bocchetta di aereazione dell’abitacolo, questa valvola non può avere sportelli o aperture scorrevoli, anch’esse vietate: ma a seconda che la vettura sia in moto rettilineo o in curva il flusso viene deviato il 2 condotti differenti.

Tecnica formula 1 2012: analizziamo la Mercedes W03 e il suo F-Duct 2

Questi condotti che dovrebbero essere 3 per lato, si prolungano in altri tubi che circolano per tutta la larghezza dell’alettone, con fori d’uscita posti al centro ,nella parte anteriore e posteriore del profilo alare.

In rettilineo l’aria dovrebbe uscire dalla zone centrale, inibendo leggermente  l’alettone. Ma quando il pilota curva, ad esempio a destra, il soffiaggio viene deviato sulla parte anteriore del baffo sinistro e su quello posteriore destro.

La teoria è che si aiuta in questo modo l’auto a curvare, in quanto dalla parte interna della curva l’auto acquista resistenza,mentre dal lato esterno è più scorrevole. Il principio è quello dei cingoli usati dai trattori…ma una domanda mi sorge, funzionerà? E soprattutto basta un piccolo urto per far perdere l’efficacia del sistema, e poi?

Tecnica formula 1 2012: analizziamo la Mercedes W03 e il suo F-Duct 3

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.