Superbike 2012 Phillip Island: BMW Motorrad Italia GoldBet Superbike Team

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

In gara 1, che ha avuto inizio alle ore 12 locali, Michel Fabrizio è stato autore di una difficile partenza dalla decima casella dello schieramento ed è transitato alla prima curva in quindicesima posizione. Grazie ad un buon passo di gara, è riuscito a farsi strada tra numerosi avversari presentandosi all’ultima curva, prima della bandiera a scacchi, al settimo posto, a stretto contatto con Jonathan Rea. Grazie ad una buona velocità in uscita di curva, Fabrizio si è messo nella scia del rivale, sopravanzandolo prima del traguardo e conquistando così il sesto posto finale. Prova difficile invece per Ayrton Badovini, il quale ha accusato problemi di aderenza al posteriore della sua BMW S 1000 RR ed è stato costretto al ritiro nel corso del quindicesimo passaggio.

Epilogo sfortunato per quanto riguarda gara 2. Michel Fabrizio è stato vittima di una scivolata al tornante “Honda” (curva 4), nel corso del quarto giro, mentre navigava in decima posizione. Dopo esser tornato in pista, Fabrizio è dovuto rientrare ai box, terminando anticipatamente la sua prova. Giornata amara per Ayrton Badovini, che ha chiuso con un ritiro anche gara 2.

Serafino Foti, Direttore Sportivo BMW Motorrad Italia GoldBet Superbike Team, ha dichiarato: “Non è stato un round facile e non siamo assolutamente contenti dei risultati, ad eccezione della prima manche disputata da Michel. Se la sua partenza fosse stata migliore, visto il passo di gara mostrato in pista, lui avrebbe potuto concludere la gara in una migliore posizione. Su questo punto dobbiamo assolutamente lavorare in vista della prossima gara, per non complicarci la vita nelle prime fasi della corsa. Ayrton non è ancora riuscito a trovare il feeling con la moto, cercheremo di trovare soluzioni adeguate per lui, affinché possa ritrovare la motivazione e la competitività necessarie a far bene. Ora si volta pagina ed inizia un nuovo capitolo della stagione, daremo il massimo per ovviare alle difficoltà emerse qui in Australia, di modo da farci trovare pronti per la prossima tappa di Imola”.

Michel Fabrizio #84 – Gara 1: 6° – Gara 2: RET. “Per quanto riguarda gara 1, esclusa la partenza, sono molto soddisfatto. In gara 2 invece, dopo uno scatto al via non certo perfetto, ho perso l’anteriore al tornantino. Non ho capito il motivo di questa caduta, ho sì fatto una traiettoria leggermente differente rispetto al solito, ma la velocità era la stessa. E’ un peccato, perché il feeling alla guida è notevolmente migliorato. E’ andata così, ci rifaremo ad Imola”.

Ayrton Badovini #86 – Gara 1: RET – Gara 2: RET. “E’ stato davvero un week-end difficile, ho sofferto molto alla guida. L’obiettivo è ora quello di trovare una soluzione adeguata a queste difficoltà nella pausa che ci divide dal secondo round di Imola. Il team ha lavorato duramente per trovare una soluzione, purtroppo non siamo riusciti a trovarla in questa occasione”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.