Pneumatici moto Pirelli Scorpion MX protagonisti del Gran premio d’Italia di motocross

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Dopo il successo pieno dell’Olanda i Pirelli Scorpion MX hanno centrato la seconda doppietta stagionale vincendo entrambe le classi del Gran Premio d’Italia disputato su di un terreno duro ma allentato dalla abbondante innaffiatura che ha perfettamente risaltato le doti delle MidSoft 32. La MX1 è andata al francese Christophe Pourcel grazie alla affermazione della prima manche e al posto d’onore di quella successiva; il francese della Kawasaki ha preceduto Antonio Cairoli che nella prima manche ha corso un po’ troppo teso dovendosi accontentare della terza piazza, per poi rompere gli indugi in Gara2 che ha vinto dopo un tentativo fallito di Pourcel di strappargli il comando nel corso delle battute iniziali. Il podio coi colori Pirelli è stato completato da Clement Desalle, mentre in quinta posizione si è piazzato il neo acquisto KTM Ken De Dycker. Niente da fare invece per il vice campione in carica Steven Frossard, reduce dal recente intervento al ginocchio infortunato in Bulgaria che non è però bastato per permettergli di correre la gara. Le Scorpion MX MidSoft 32 hanno brillato anche nella MX2 vinta in entrambe le manche dal capoclassifica Jeffrey Herlings che ha prevalso sul sorprendente statunitense Michael Leib e sugli altri piloti Pirelli Jeremy Van Horebeek e Jordi Tixier.

Sfortunati invece i piloti del team Kawasaki Floride Monster Energy Joel Roelants e Tommy Searle, il primo ritiratosi per trauma cranico e l’altro costretto ad abbandonare la prima manche per noie tecniche ma poi secondo in quella successiva nonostante una caduta alla partenza.

“In questo evento abbiamo provato coi piloti Suzuki e Kawasaki anche il nuovo MidHard 554 – ha spiegato Giovanni Gatti, responsabile Pirelli in pista – presentato alla fine della scorsa stagione proprio qui a Fermo, ma per come era stato bagnato e lavorato le condizioni del terreno hanno fatto si che le MidSoft 32 offrissero le migliori performances”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.