Formula 1 2012: la Red Bull RB8 e … i triangoli pericolosi

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

6 Febbraio 2012: questa é la data di presentazione della RB8. Tutti si aspettavano di vedere quale genialata avrebbe inventato Adrian Newey. A prima vista sembra il che il musetto sia uguale a quello della Ferrari, per poi scoprire che ci sono 2 buchi al suo interno. Lo stesso Adrian faceva fatica a restare serio quando spiegava: “l’apertura sul muso serve solo per raffreddare l’abitacolo”. Mark Webber ci scherza sopra: “Mi viene freddo alle dita dei piedi!”.

Fra gl’ingegneri della concorrenza , nemmeno uno ha creduto alle parole di Adrian, ma è anche vero che nessuno sa spiegare la sua funzione.

Piuttosto, c’è un altro particolare, più interessante del buco, negli sfoghi sul cofano che soffiano direttamente verso la sospensione posteriore.

Perche quel triangolo cosi avanzato? Come funziona allora la nuova idea di Newey?

Quando in pista è sceso Webber e ancora di più quando è arrivato Vettel, si è subito capito una cosa : qualunque sia la pensata di Adrian Newey,funziona. Certo non ha lo stesso carico aerodinamico dell’anno scorso, non ha più l’impressionante aderenza che sfoggiava l’anno scorso, però Sebastian filava come il vento andaluso. Il trucco della sospensione evidentemente funziona! Ora arriva Barcellona, la pista ideale per capire se la Red Bull sarà ancora un punto di riferimento o se è stata “risucchiata” nel mucchio! A Barcellona.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.