Vettel diventa il pilota di maggior successo in qualifica nella storia della Formula Uno

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Continental WinterContact TS860

★★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Sport 5

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 5

★★★

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP 3

★★★

Mostra Prezzo

Nexen Winguard SnowG WH2

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Blizzak LM 001 Evo

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Yokohama BluEarth Winter (V905)

★★★

Mostra Prezzo

Kumho WinterCraft WP51

★★★

Mostra Prezzo

Giti Winter W1

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Winterhawk 3

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★

Mostra Prezzo

Debica Frigo 2

★★★

Mostra Prezzo

Esa+Tecar Super Grip 9

★★★

Sava Eskimo S3+

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Quella di oggi è stata la prima sessione di qualifica per i nuovi pneumatici Pirelli PZero Yellow soft che hanno fatto il loro debutto in competizione proprio in Brasile e che saranno la base della mescola medium del 2012. Oltre alla mescola soft, l’altro pneumatico nominato per il Gran Premio del Brasile è l’attuale P Zero White medium. Le qualifiche si sono svolte con temperature di 27 gradi centigradi d’ambiente in condizioni nuvolose, a sottolineare il rischio di pioggia che spesso caratterizza il Gran Premio del Brasile. Con l’obiettivo di stabilire il tempo il prima possibile, la maggior parte dei piloti è uscita immediatamente in pista all’inizio del Q1, con entrambe le Red Bull Racing e le McLaren, il pilota della Ferrari Fernando Alonso e quello della Mercedes Nico Rosberg che hanno utilizzato gli pneumatici P Zero White medium per passare alla seconda qualifica. La fretta generale ha generato molto traffico su uno dei circuiti più corti dell’anno, aumentando così l’impegno dei piloti.

Situazione che si è ripetuta durante la seconda eliminatoria, ma questa volta tutti i piloti sono usciti subito con gli pneumatici Pirelli PZero Yellow soft per massimizzare la percorrenza sull’asciutto, visto che le nuvole cariche di pioggia distavano solo due chilometri dal circuito. Durante il Q2, i piloti di testa hanno completato un solo run, in modo da conservare più pneumatici soft possibili per la sessione finale. Le condizioni sono rimaste asciutte nel Q3, con diversi approcci da parte dei leader sui P Zero Yellow soft. Il pilota della McLaren Lewis Hamilton e quello della Mercedes Nico Rosberg hanno completato un giro lento per portare in temperatura gli pneumatici, seguito da un giro veloce, mentre le due Red Bull Racing e la McLaren di Jenson Button si sono subito lanciate in un giro veloce. Nel suo primo run, Vettel ha stabilito un tempo di 1m12.268s, battendo poi se stesso nel corso del secondo run, con un tempo di 1m11.918s con le mescole soft. Il suo compagno di squadra Mark Webber si è qualificato secondo davanti alle due McLaren. Il pilota della Mercedes Michael Schumacher è sceso in pista con le mescole medie, senza registrare alcun tempo. Vettel è stato il più veloce anche nel corso dell’ultima sessione di prove libere di questa mattina quando, in condizioni di asciutto e caldo, ha registrato un tempo di 1m12.460s sui P Zero Yellow soft, precedendo di pochissimo il pilota della McLaren Jenson Button.

Il commento del Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: Per noi è stato interessante vedere le prestazioni della nostra nuova mescola in condizioni da qualifica e voglio congraturlarmi con Sebastian Vettel per aver battuto il record di pole stagionali con un giro spettacolare. A dire il vero, avevo scommesso con uno dei miei colleghi che oggi qualcuno sarebbe sceso sotto il muro dell’1m12s. Dato che la minaccia di pioggia non si è poi concretizzata, le qualifiche si sono svolte in modo piuttosto lineare, ma per domani quasi tutti si attendono una gara molto più movimentata. Il meteo ovviamente avrà un enorme impatto sulla strategia, quindi non è escluso che entrino in azione anche i nostri P Zero Orange wet e P Zero Blue intermedi, in quella che sarebbe la loro ultima apparizione dell’anno.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.