Gli italiani montano pneumatici sempre più performanti

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Gli italiani montano pneumatici sempre più performanti. A rivelarlo è Federpneus. Confrontando infatti le vendite di coperture di ricambio nel 2000 e nel 2009 è emerso che la quota dei pneumatici caratterizzati da codici S e T (velocità massime fino a 180 e 190 km/h) è scesa di oltre il 20%, passando dal 67% (anno 2000) al 46,2% (anno 2009). Aumentano invece le quote dei pneumatici con codici di velocità più elevati. Per il codice H (fino a 210 km all’ora) si passa dal 19,6% al 24,5%, per il codice V (fino a 240 km all’ora) si passa dal 9,3% al 16,5%, per i codici ancora più elevati si passa dal 4,1% al 12,8%.

Alti codici di velocità

Gli italiani sempre più acquistano pneumatici caratterizzati da elevati codici di velocità e questo mentre la velocità media dal 2000 in poi è sicuramente diminuita per effetto di un maggior senso di responsabilità degli automobilisti, ma anche di nuove norme e di controlli più stringenti. Nel 2003 è infatti entrata in vigore la patente a punti. Nel 2004 il tutor.

Evoluzione Auto

Secondo Federpneus la crescente incidenza dei pneumatici con codici più elevati è dovuta all’evoluzione dell’offerta di autovetture, che, anche per i pneumatici, tende a proporre al pubblico soluzioni sempre più performanti. E ciò nonostante che dalla metà del decennio che ci siamo lasciati alle spalle sia in atto, in Italia come in Europa, la tendenza al downsizing, cioè alla riduzione della potenza e della velocità delle vetture immatricolate. E i risultati si vedono. Come è noto, negli ultimi anni si è registrato anche nel nostro Paese un forte calo dei livelli di sinistrosità. Il merito è delle nuove norme introdotte e dei controlli più stringenti, ma anche, ed in misura rilevante, del miglioramento delle caratteristiche di sicurezza degli autoveicoli e di dispositivi particolarmente importanti per la sicurezza quali i pneumatici. Al di là degli sviluppi tecnologici, resta comunque determinante la collaborazione degli automobilisti che devono mantenere in efficienza i loro autoveicoli e naturalmente anche i pneumatici.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.