Mercedes inventa le cinture di sicurezza intelligenti che aiutano i soccorsi

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

L’ultima innovazione nel campo della sicurezza attualmente in fase di sviluppo da parte di Mercedes-Benz, pioniere in questo settore, sono le cinture di sicurezza con fibbie attive per i sedili posteriori. Questa tecnologia sarà presto introdotta nella produzione di serie e disponibile su uno dei modelli della Casa di Stoccarda. Un motorino elettrico estende e ritrae automaticamente la fibbia della cintura, consentendo così di ridurre il gioco della cintura su torace e bacino oltre a fornire una maggiore protezione passeggeri in caso di spostamenti laterali e longitudinali. Questa tecnologia è in linea con il concetto di sicurezza integrata di Mercedes-Benz. Nell’ottica di offrire sicurezza a 360°, questo concetto riguarda la sicurezza automobilistica in generale: durante la guida, in caso di situazioni di pericolo e di incidente fino alla minimizzazione delle eventuali conseguenze. Questo approccio innovativo è tipico di Mercedes-Benz e consente di accrescere sia il comfort che il livello di sicurezza offerti dalla vetture del Marchio. Anche l’allaccio delle cinture posteriori è stato semplificato: la fibbia della cintura sporge dai sedili quando sono aperte le porte posteriori ed è dotata di una fessura illuminata di aggancio. Semplificando l’uso delle cintura di sicurezza posteriori in questo modo sarà possibile aumentare la percentuale di passeggeri che ne fanno uso. Questa innovazione semplifica anche l’utilizzo delle cinture da parte di passeggeri che possono necessitare di assistenza come, ad esempio, i bambini.

Le fibbie attive sono integrate anche nel sistema di protezione preventiva degli occupanti PRE-SAFE. Ciò significa che quando il sistema PRE-SAFE si attiva durante situazioni di guida critiche, o in caso di rilevamento di distanza pericolosa da altri veicoli, il tensionamento reversibile delle cinture interessa anche i sedili posteriori grazie alla funzione di fibbia attiva. I passeggeri ed il sistema di ritenuta vengono quindi a trovarsi nelle migliori condizioni possibili per affrontare eventuali incidenti. La fibbia attiva funge da complemento al pretensionatore pirotecnico, di serie ormai da molti anni per tutti i sedili posteriori esterni delle vetture Mercedes-Benz. Il sistema pirotecnico viene attivato in caso di impatto effettivo.

Poiché i manichini possono simulare il comportamento del bacino umano solo in modo approssimativo, gli esperti della sicurezza Mercedes hanno sviluppato le cinture di sicurezza con fibbia attiva studiando al computer modelli dettagliati del corpo umano.Le cinture di sicurezza con fibbia attiva sono un altro elemento del sistema PRE-SAFE, ideato per fornire ai nostri Clienti la massima protezione in caso di incidente, ha sottolineato l’Ing. Rodolfo Schöneburg, Responsabile Passive Safety and Vehicle Functions di Mercedes-Benz Cars. Dopo tutto, il nostro scopo è offrire standard di sicurezza di livello superiore non solo su tutti i modelli, ma anche su tutti i sedili.

Le cinture di sicurezza con fibbia attiva sono state sviluppate tenendo conto dei nuovi mercati in cui l’utilizzo dei sedili posteriori arriva al 30%, un valore decisamente superiore rispetto all’Europa. Soprattutto sulle berline di lusso, i passeggeri posteriori tendono a stare seduti in posizioni particolarmente rilassate, approfittando del generoso spazio disponibile, spiega il Dott. Schöneburg. L’utilizzo delle cinture di sicurezza con fibbia attiva come parte del sistema PRE-SAFE consente di sfruttare appieno il potenziale dei sistemi di ritenuta di bordo.

Integrazione nel sistema PRE-SAFE della vettura

Le cinture di sicurezza con fibbia attiva sono dotate di una fibbia mobile che può essere estratta di 70 mm e ritratta di 40 mm grazie ad un motorino elettrico. La fibbia è collegata da un cavo a un dado che scorre, traducendo così la rotazione del motorino elettrico in un movimento lineare.

Di seguito una panoramica delle funzioni svolte da questo movimento.

Promemoria/semplificazione dell’allacciamento della cintura: la cintura di sicurezza con fibbia attiva è dotata di una fessura di aggancio illuminata che attira l’attenzione del passeggero. Questa caratteristica è particolarmente utile al buio semplificando l’individuazione della fibbia e l’inserimento della linguetta. Quando salgono a bordo i passeggeri posteriori, la fibbia fuoriesce di 70 mm, facilitando l’allaccio della cintura. Una volta fuoriuscita, la fibbia è più accessibile con conseguente maggiore semplicità di inserimento della linguetta. Entrambe le funzioni vengono attivate con l’apertura delle porte da parte dei passeggeri dei sedili posteriori.

Minimizzazione del gioco della cintura: dopo aver allacciato la cintura, la fibbia torna nella posizione originale. In questo modo è possibile ridurre il gioco della cintura in corrispondenza del torace e del bacino: la cintura aderisce correttamente all’area del bacino.

Funzione PRE-SAFE per i passeggeri posteriori: le fibbie attive sono perfettamente integrate nel sistema di protezione preventiva degli occupanti PRE-SAFE della vettura. Quando il sistema PRE-SAFE entra in funzione durante situazioni di guida critiche o in caso di rilevamento di distanza pericolosa da altri oggetti, il tensionamento reversibile delle cinture interessa anche i sedili posteriori tramite la funzione di fibbia attiva. I passeggeri ed il sistema di ritenuta vengono quindi a trovarsi nelle migliori condizioni possibili per affrontare eventuali incidenti. Al contrario di quanto avviene per facilitare l’allaccio della cintura, la fibbia si ritrae di circa 40 mm. La funzione reversibile aumenta il tensionamento della cintura sul passeggero fino a 80 mm. La fibbia della cintura è inoltre posizionata in un punto più basso rispetto all’anca del passeggero, riducendo così il rischio di scivolamento del bacino sotto la cintura. La maggiore protezione offerta da questo sistema riduce le sollecitazioni a carico dei passeggeri in caso di incidente. La cintura con fibbia attiva è destinata a sostituire il pretensionatore pirotecnico, di serie ormai da molti anni su tutti i sedili posteriori esterni delle vetture Mercedes-Benz. Il sistema pirotecnico viene attivato in caso di impatto effettivo.

Funzionalità POST-SAFE: se la rete di bordo non ha subito danni, la fibbia viene estesa all’apertura delle porte dopo che il sistema ha rilevato un impatto e verificato che la vettura è ferma al fine di semplificare i soccorsi agli occupanti e facilitare la rimozione delle cinture da parte del personale di intervento o dei passeggeri stessi. La posizione sollevata della fibbia consente di raggiungerla più facilmente dall’interno della vettura, mentre la relativa illuminazione attira l’attenzione sul sistema di rilascio della cintura. In armonia con il concetto di sicurezza a 360° di Mercedes-Benz, le cinture con fibbia attiva coprono le quattro aree della sicurezza automobilistica: “guida sicura”, “in caso di pericolo”, “durante l’incidente” e “dopo l’incidente”.

Modelli umani virtuali come parte di un approccio allo sviluppo non convenzionale

Gli esperti di sicurezza Mercedes-Benz hanno sviluppato le cinture di sicurezza con fibbia attiva avvalendosi di modelli umani virtuali, che consentono di ottenere dati più completi su quanto accade ai passeggeri dei veicoli rispetto ai comuni manichini utilizzati nei crash test. I modelli digitali non si limitano a simulare il comportamento esterno del corpo, ma anche quello delle strutture interne, quali ossa e tessuti molli. Tutte le parti più importanti del corpo umano, articolazioni, muscoli, tendini, legamenti, ossa, possono essere simulati solo in modo approssimativo dai manichini, spiega il Dott. Hakan Ipek, esperto Mercedes-Benz di modelli umani virtuali. Alcune posizioni di seduta, ad esempio quando un passeggero posteriore dorme e la cintura non passa correttamente sul bacino, non possono essere riprodotte con un manichino, aggiunge poi a titolo di esempio. Utilizzando modelli umani virtuali, le caratteristiche biomeccaniche del corpo umano vengono simulate dal computer in modo dettagliato, consentendo così di esaminare le sollecitazioni a carico dello stesso durante un crash test virtuale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.