OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici Estivi 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Michelin Primacy 3

★★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T001 Evo

★★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★★

Mostra Prezzo

Hankook Ventus Prime 3 K125

★★★★

Mostra Prezzo

Semperit Speed-Life 2

★★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecsta HS51

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P7 Blue

★★★

Mostra Prezzo

Fulda Ecocontrol HP

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear EfficientGrip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Nexen N'blue HD Plus

★★★

Mostra Prezzo

Cooper Zeon CS8

★★★

Mostra Prezzo

In Italia, lo sviluppo e la diffusione di una vera cultura in tal senso si articola in un fitto calendario di manifestazioni ed eventi. Dal 1998, anno della prima Junior Bike Michelin, oltre 180.000 bambini hanno pedalato insieme nelle più belle piazze d’Italia ricevendo in omaggio un casco omologato, con l’Omino Michelin. Oggi, la Michelin Bike Ride, parte del progetto ROSYPE (Road Safety for Young People in Europe), sviluppato da Michelin in collaborazione con l’Unione Europea per la formazione e la sensibilizzazione alla Sicurezza Stradale dei giovani, è una manifestazione che è diventata un must in Italia: un percorso in bicicletta che simula gli ostacoli e i pericoli che si incontrano in città si svolge in una sorta di città in miniatura con segnaletica, alberi, terreno dissestato e marciapiedi. A Torino, nell’ambito della manifestazione «Viva l’auto», il 15 e 16 ottobre è stato allestito un vero Villaggio della Sicurezza Stradale Michelin. Inoltre, il progetto «Michelin fa scuola» ha sollecitato 700.000 ragazzi delle scuole primarie e secondarie a misurarsi in attività didattiche e formative sui temi della mobilità sostenibile e sicura. Operazioni di controllo della pressione, programmi di sensibilizzazione, strumenti pedagogici, simulatore di guida, tutte queste iniziative costituiscono alla Michelin un insieme coerente, animato dalla stessa filosofia: rendere il trasporto stradale più sicuro. Soltanto nel 2008 sono state attuate 118 azioni in 27 paesi, che hanno coinvolto in totale 140.000 persone.

La sicurezza stradale a livello internazionale

Michelin opera in collaborazione con altre aziende o con enti pubblici o privati, nazionali o internazionali. In Europa, Michelin ha avviato un programma, unico nel suo genere, per sensibilizzare i giovani alla sicurezza stradale. Attuato in collaborazione con la Commissione europea, il ROSYPE (Road Safety for Young People in Europe) ha l’ambizione di educare più di 730.000 giovani in tre anni. Nei Paesi in via di sviluppo o emergenti, in cui la problematica della mancanza di sicurezza stradale è particolarmente critica, Michelin partecipa a numerosi progetti collettivi. In quest’ottica, nel 2003 Michelin è diventata membro della GRSP (Global Road Safety Partnership) e ne detiene la presidenza dal 2007. Questo ente riunisce intorno a sé organizzazioni internazionali, organizzazioni non governative e aziende private (vedere sotto), realizza azioni di educazione e prevenzione nei Paesi con maggiori problemi nel campo della sicurezza stradale (India, Indonesia, Tailandia, Malesia, Cina, Sudafrica, Polonia, Romania, Russia, Ungheria, Kuwait, Vietnam, Brasile e Costa Rica) e fornisce anche assistenza tecnica e consigli in materia di prevenzione presso i governi. Nell’ambito della GRSP, sette tra le principali aziende multinazionali del settore automobilistico e petrolifero (Ford, GM, Honda, Michelin, Renault, Shell e Toyota) hanno deciso di approfondire il loro impegno organizzando di concerto azioni mondiali volte a ridurre gli incidenti stradali. Hanno perciò fondato la Global Road Safety Inititative (GRSI), una struttura originale istituita nel dicembre del 2004, e hanno stanziato una somma di 10 milioni di dollari in cinque anni (2005-2009) per finanziare il loro programma. Finora, è il più grande investimento mai effettuato da aziende del settore privato per rendere più sicuro il trasporto stradale. La GRSI ha lanciato tre grandi progetti:

  • Il primo consiste nel creare guide di buone prassi in collaborazione con le Nazioni Unite (United Nations Road Safety Collaboration).
  • Il secondo prevede la creazione di centri regionali di competenza per la sicurezza stradale.
  • Il terzo attua azioni pilota nel campo della sicurezza stradale in tre regioni del mondo: Cina, paesi dell’ASEAN (Associazione dei Paesi del Sud-Est Asiatico) e Brasile.

Nel 2011, Michelin continua a rafforzare il proprio impegno. Da un lato, firmando l’impegno globale a favore del Decennio di azione per la sicurezza stradale (2011-2020), il Gruppo sottolinea il suo sostegno attivo all’iniziativa mondiale delle Nazioni Unite e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Dall’altro, diventando partner ufficiale della campagna «FIA Action for Road Safety», Michelin svolge azioni di sensibilizzazione dei giovani, i futuri automobilisti, nel quadro del suo partenariato con la Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.