MotoGP Indianapolis 2011, si corre sul nuovo asfalto anti abrasione

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

La MotoGP torna in America dopo il Gran Premio di Laguna Seca, che si è disputato il 24 luglio scorso. Una gara che sarà particolarmente interessante dal punto di vista delle gomme, come già anticipa Bridgestone Moto. Il forniture unico della stagione 2011, infatti, sarebbe ansioso di sperimentare il nuovo asfalto che è stato di recente posato sul circuito statunitense, che si caratterizza per le sue 10 curve a sinistra e le 6 a destra. Questo nuovo manto stradale promette di essere molto meno abrasiva per tutti i pneumatici moto, anche se al momento è difficile fare una vera previsione senza aspettare la gara. Se funzionasse, però, questo andrebbe sicuramente a vantaggio dei piloti e delle loro prestazioni.

 

I pneumatici moto saranno comunque gli stessi di sempre, anche se dobbiamo notare l’aggiunta di una terza tipologia slick per l’anteriore. Questa gomma in particolare servirebbe ad aumentare la sicurezza dei piloti in caso di surriscaldamento. La pista di Indianapolis, comunque, sollecita maggiormente la spalla sinistra della gomma posteriore. Hiroshi Yamada, dirigente di Bridgestone Motorsport, si è complimentato con gli organizzatori per il lavoro svolto, così come Hirohide Hamashime, Assistenze del Responsabile Sviluppo della casa. Quest’ultimo, comunque, ha voluto porre l’accento sull’importanza delle sollecitazioni della pista sulle gomme, che ricordiamo hanno le stesse mescole del 2010. Il nuovo manto stradale dovrebbe consentire ai piloti di aumentare la velocità, per cui i pneumatici avranno bisogno di un maggiore grip rispetto al solito.

Foto: Josh Hallett via Flickr

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.