MotoGP Giappone: Bautista, “Non siamo riusciti a trovare quello che cercavamo”

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Il sole ed un’ottima temperatura ha accompagnato i primi due turni di prove libere sul circuito giapponese di Motegi. Bene per Alvaro Bautista pur lamentando ancora qualche problema di saltellamento sull’anteriore che lo ha messo in difficoltà. La poca confidenza con la moto non è stata di grande aiuto soprattutto nelle numerose staccate presenti sul tracciato di Motegi. La notte porterà consigli e per domani  si cercherann o le soluzioni adeguate per dare ad Alvaro una moto che gli consenta di ritrovare la fiducia necessaria per spingere come vorrebbe. Simili i problemi anche per Michele Pirro ed anche per lui il lavoro dei tecnici si concentrerà per migliorare la stabilità della sua moto nelle numerose staccate del circuito giapponese.

Alvaro Bautista (8° 1’ 46” 983) “Non siamo riusciti a trovare quello che cercavamo. Questa mattina abbiamo provato un ammortizzatore ed una forcella diversa ma il problema di saltellamento nelle forti staccate non si è risolto. Nel pomeriggio abbiamo scelto un’altra strada da percorrere per migliorare la stabilità ma la soluzione non è arrivata. Purtroppo su questa pista dove ci sono tantissime staccate non ho la fiducia necessaria per frenare ed impostare la curva come vorrei. Oggi abbiamo usato la gomma dura con la quale non avevo un grip eccellente e domani valuteremo anche la morbida e poi faremo la scelta nella speranza che sia quella giusta. Il nostro obiettivo primario rimane però quello di migliorare la fiducia sull’anteriore.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.