OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Nicky Hayden, oggi nono, proverà qualche modifica per attenuare il “chattering” di cui ha sofferto durante le qualifiche. Valentino Rossi, undicesimo, in qualifica è riuscito a girare su un ritmo discreto con la gomma dura ma, non avendo avuto l’occasione di fare più di qualche giro consecutivo, la riproverà nei venti minuti di domani mattina prima di prendere una decisione definitiva. Nicky Hayden (Ducati Team) 9° (2’01.526) ha dichiarato:

“Non è stata una giornata facile: in qualifica ho perso tempo a causa di due piccoli problemi con la frizione e con il freno posteriore. Poi, dopo aver modificato un po’ il set-up, la situazione è migliorata ma ho comunque sofferto di così tanto “chattering” che le mie mani ancora tremano. Credo sia una cosa comune ad altri su questa pista ma per me è davvero dura nei curvoni veloci. Sono riuscito a fare un giro buono ma il passo degli altri è davvero molto veloce. Ho fatto un paio di sbavature nel mio giro veloce, altrimenti forse sarei andato due o tre decimi più forte. Abbiamo un paio di cose da provare per domani e vedremo cosa riusciremo a fare”.

Valentino Rossi (Ducati Team) 11° (2’01.783) – “Oggi pomeriggio ad un certo punto stavamo andando abbastanza bene tanto che, con la gomma dura, abbiamo fatto dei giri di passo sul 2’02 basso. Eravamo quindi abbastanza ottimisti per il finale e invece, quando abbiamo montato la morbida, si è innescato molto “chattering” e non sono riuscito a migliorare abbastanza da poter partire più avanti. Comunque Hayden, Barberà, Bautista, Bradl non sono troppo lontani, quindi vedremo. Il warm-up, sarà molto importante per scegliere le gomme. Con la morbida sicuramente nella seconda parte di gara si dovrà rallentare moltissimo perché oggi già dopo tre, quattro giri, scivolava parecchio. Con la gomma dura, in teoria, si dovrebbe soffrire di più all’inizio e poi… non lo sappiamo ancora, domani cercheremo di capirlo. Infine c’è la variabile pioggia, che potrebbe rimescolare tutto. Vedremo a che ora arriverà”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.