Subaru XV: Tecnica e Meccanica di questo nuovo Crossover Compatto

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Continental WinterContact TS860

★★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Sport 5

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 5

★★★

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP 3

★★★

Mostra Prezzo

Nexen Winguard SnowG WH2

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Blizzak LM 001 Evo

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Yokohama BluEarth Winter (V905)

★★★

Mostra Prezzo

Kumho WinterCraft WP51

★★★

Mostra Prezzo

Giti Winter W1

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Winterhawk 3

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★

Mostra Prezzo

Debica Frigo 2

★★★

Mostra Prezzo

Esa+Tecar Super Grip 9

★★★

Sava Eskimo S3+

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Se visivamente la prima attrattiva di SUBARU XV è il suo nuovo ed affascinante design, in realtà propone molto di più della semplice soddisfazione per gli occhi: prestazioni di marcia superiori ed efficienza nei consumi. SUBARU XV è caratterizzata da motori di ultima generazione, e li abbina con l’eccezionale maneggevolezza per cui Subaru è famosa. Anche se SUBARU XV può sembrare diversa da qualunque altra precedente Subaru, essa rimane comunque un prodotto Subaru puro e tradizionale: l’intera gamma SUBARU XV è dotata di serie della trazione integrale Symmetrical AWD e dell’avanzato telaio Subaru Dynamic Chassis Control Concept, due delle principali tecnologie Subaru. La combinazione del motore boxer Subaru e del sistema a trazione integrale garantisce eccezionale stabilità, tenuta di strada ed affidabilità̀, rendendola sicura da guidare in qualsiasi condizione meteo e stradale.

L’ultima generazione di motori boxer offre un livello di prestazioni e di consumi senza precedenti, rendendo SUBARU XV a trazione integrale permanente è più competitiva e rispettosa dell’ambiente – nel suo segmento – rispetto alle concorrenti a 2 ruote motrici. Così la nuova SUBARU XV si distingue non solo come proposta unica nell’affollato segmento C dei crossover ma anche perché lo arricchisce di valori. Se le auto Subaru vengono tradizionalmente associate ai vantaggi che danno nelle condizioni meteo difficili, in fuoristrada in montagna, e sulle strade sconnesse nelle zone rurali, SUBARU XV trasferisce in ambito urbano la promessa Subaru di “sicurezza e piacere” – che rientra nel nuovo slogan di marchio “Confidence in Motion” – e con essa i benefici per i clienti.

SUBARU XV: Concetto del modello

Il concetto fondamentale di prodotto che Subaru ha adottato per SUBARU XV si può esprimere in due semplici parole – “Avventura Urbana.” In termini specifici, la nuova SUBARU XV doveva essere perfetta per l’eccitante, concitato ed esigente impiego in ambito urbano. Quindi Subaru si è impegnata a bilanciare in modo ottimale i requisiti in fatto di prestazioni, come l’efficienza nei consumi ed il piacere di guida, con un elegante design esterno molto personale. Dato che la famiglia dei crossover Subaru continua a crescere, tutte le nuove SUBARU XV si distinguono per l’aspetto, per il modo in cui affrontano e rispondono alle esigenze di chi deve guidare in città.

SUBARU XV vanta 5 punti di forza:

  • SUBARU XV è elegante ma muscolare – Dal design brillante e possente: Subaru ha dato alla SUBARU XV un design molto personale, che unisce un inconfondibile profilo ad un aspetto generale sportivo ed energico.
  • SUBARU XV possiede un’altezza da terra “ingannevolmente” elevata, visto che in realtà ha un baricentro insolitamente basso. Nonostante una comoda altezza da terra equivalente a quella di Forester (22 cm), SUBARU XV è all’insegna di una tenuta eccezionale. Come in tutte le Subaru, il motore boxer è posizionato in basso nel vano motore e risulta inferiore al baricentro. Il peso del motore posto più vicino al suolo migliora la stabilità generale anche alle alte velocità e rende SUBARU XV estremamente sicura da guidare.
  • SUBARU XV è caratterizzata dai più elevati standard in termini di sicurezza. Oltre a fornire al guidatore un eccellente campo visivo, Subaru ha applicato la sua eccezionale esperienza nel campo della sicurezza dinamica per proteggere i passeggeri ed evitare o minimizzare le collisioni. SUBARU XV ha conquistato le 5 stelle ENCAP dopo essere stata sottoposta a test nelle condizioni più aggiornate e stringenti.
  • SUBARU XV offre un abitacolo estremamente spazioso, unito ad un eccellente comfort di marcia, adatto al caotico traffico in città come ai viaggi del weekend con la famiglia.
  • SUBARU XV è amica della città: è molto facile salire a bordo (e scendere), anche quando si parcheggia in uno spazio ristretto. Seduti comodamente, guidatore e passeggeri disporranno di un avanzato sistema di intrattenimento/informazione molto pratico. Una volta in movimento, il nuovo motore e la trasmissione di SUBARU XV forniscono un’erogazione fluida, una marcia sicura e affidabile con emissioni sorprendentemente contenute.

SUBARU XV: Gamma del modello

Per i mercati europei ed italiano sono previste 3 versioni. (conformi alle norme EURO 5)

  • 1.6i: Il nuovo motore boxer da 1,6 litri costituisce la versione di base dall’eccellente erogazione a tutti i regimi. Esso inoltre realizza un ottimo bilanciamento tra efficienza nei consumi e rapidità di risposta all’acceleratore.
  • 2.0i: Equipaggiata con il motore 2.0 litri boxer, SUBARU XV si mostra agile, potente e reattiva, ma offre anche un’efficienza nei consumi ai vertici della categoria ed una raffinata qualità di marcia. Assicura grande coppia in basso ed ai medi regimi, come serve nell’uso quotidiano e nelle situazioni pratiche d’impiego.
  • 2.0D: L’esclusivo motore Boxer diesel di Subaru, rinomato per le eccezionali prestazioni, leggerezza e fluidità, rende SUBARU XV un’offerta unica sul mercato. Grande coppia disponibile già ai bassi regimi, accelerazione pronta e progressiva, e consumi tra i migliori in assoluto della categoria.

SUBARU XV: Gli interni

Dall’autotelaio dell’Impreza – leggendario per robustezza, guidabilità e sicurezza – è stato ottenuto un passo lungo senza dover aumentare la lunghezza della vettura. Con lo spostamento dei montanti in avanti, l’abitacolo trasmette un meraviglioso senso di spaziosità. L’allungamento del passo è stato sfruttato anche per dare più abitabilitàagli occupanti posteriori che ora possono sistemarsi più agevolmente: evoluzione del coupè sportivo. Grazie a questi miglioramenti, SUBARU XV ha più spazio di qualsiasi altro veicolo della sua categoria. Naturalmente questo contribuisce ad un maggiore livello di comfort.

Le modifiche alla struttura interna delle porte rispetto agli altri modelli hanno permesso di aumentare lo spazio interno in senso trasversale. Con maggiore spazio per spalle e gomiti, guidatore e passeggeri beneficiano della migliore abitabilità della sua classe. Lo spostamento in avanti dei montanti “A”, ha migliorato il campo di visuale; la sezione trasversale del montante stesso è stata ottimizzata e gli specchietti retrovisori sono più visibili con l’adozione di una luce supplementare triangolare. La percezione di maggior spazio e luminosità è stata ottenuta anche abbassando la sommità della plancia, con la conseguente modifica di bocchette,condotti ed unità di ventilazione. Anche gli interstizi fra soglia e pavimento sono stati chiusi per una maggior robustezza strutturale. E pure la posizione di seduta più alta, più tipica di un SUV, rende più facile salire e scendere dalla vettura. Una metà del pavimento può essere inclinata collegando le cinghiette ai ganci appositi. In tal modo si può ridurre in apertura la dimensione del gradino, e quindi ora è molto più facile caricare e scaricare oggetti pesanti, animali domestici e simili. L’adozione del kit di riparazione ha permesso di ottenere un vano aggiuntivo di ca. 15 litri sotto il livello del bagagliaio Ciò rende molto più semplice e comodo sistemare gli oggetti più piccoli, evitando che vadano in giro, ed aumenta la capienza della zona di carico.

Senza dislivelli sul pavimento della zona bagagliaio, caricare e scaricare non è mai stato cosìfacile. Grazie all’adozione di questo nuovo design, gli utenti di SUBARU XV potranno beneficiare di una maggiore comodità quando fanno spese, quando usano l’auto nei giorni festivi per fare sport e per le attività all’aria aperta, quando viaggiano con animali domestici a bordo.

Sedili anteriori; Con il punto fianchi alto, il nuovo design dei sedili anteriori rende molto più piacevole viaggiare. Inoltre, il sedile di guida è dotato di serie di regolazioni manuali in sei direzioni. Ed i poggiatesta non si possono solo alzare ed abbassare, ma ora hanno anche un meccanismo di regolazione dell’inclinazione. Contestualmente gli schienali sono stati alzati per dare più sostegno alla parte alta della schiena. Anche l’adozione di molle a fondo piatto contribuisce ad un superiore livello di supporto. La taratura delle molle sotto l’occupante ha contribuito a migliorare la sensazione di essere saldamente sostenuti dal sedile, mentre i fianchi sono stati ridisegnati per non sentirsi sacrificati. E’ stata anche scelta una imbottitura in uretano a bassa resilienza per i cuscini per trattenere meglio il corpo dell’occupante e per assorbire le piccole vibrazioni prodotte in marcia.

Sedili posteriori; La zona dei sedili posteriori è molto spaziosa. Peculiarità degne di nota sono al proposito le superfici concave sul retro dei sedili anteriori ed il maggiore spazio libero sotto di essi, che permette ai passeggeri posteriori di sedersi facilmente, comodamente e di rilassarsi. Contemporaneamente è aumentato il campo visivo posteriore del guidatore grazie all’introduzione di poggiatesta a scomparsa. E con gli ancoraggi per le cinghie dei seggiolini per bambini integrati nel sedile posteriore, carico e scarico dai sedili posteriori è diventato molto più agevole.

Praticità; SUBARU XV è stata equipaggiata con un gran numero di dotazioni adatte alla guida in città, tipici esempi in merito: sono il Multi Functional Display ed i contenitori a portata di mano per tutti i tipi di oggetti. Nel progettare questa vettura, una delle nostre principali preoccupazioni è stata garantire un elevato livello di comfort per le più svariate tipologie di utente.

Accessibilità; Grazie ad un attento approccio progettuale che ha tenuto in considerazione i principi di design universali, Subaru ha realizzato un veicolo che rende estremamente facile entrare ed uscire dall’abitacolo. Subaru non solo ha reso più larga l’apertura delle porte, ma ne ha anche alzato l’angolo sopra l’ intelaiatura delle porte anteriori, fornendo maggiore spazio fra estremità dell’intelaiatura e carrozzeria. Così c’è spazio sufficiente per far passare la parte superiore del tronco anche quando le porte non possono essere aperte completamente. Inoltre, per maggiore comodità, è stata anche minimizzata l’entità del movimento con cui si devono alzare le gambe per salire e scendere. Anche la distanza fra pavimento e culmine della soglia è stata ridotta, in modo che guidatore e passeggeri possano ridurre al minimo lo sforzo per protendere le gambe per salire e scendere. E anche grazie alla posizione di seduta alta, l’auto offre nel suo complesso una esperienza priva di stress.

Spazi portaoggetti anteriori; Focalizzandosi sulla qualità della vita a bordo, Subaru ha reso disponibili ampi spazi di stivaggio per i piccoli oggetti, in posizione ideale attorno al sedile di guida. Tali spazi sono opportunamente dimensionati per alloggiare portamonete, cellulari, lettori musicali, ed altro.Penne, carte, ricevute, ed elementi simili possono essere sistemati in specifiche sedi nella consolle centrale.

Display Multi-Funzione (MFD); Il compatto sistema di navigazione di SUBARU XV gode di un elevato livello di connettività e compatibilità con una serie di media digitali. Il Display Multi-Funzione provvede agli avvisi visivi al guidatore sia nella sua versione normale che in quella evoluta, fornita con schermo LCD a colori da 4.3” (versioni Trend – Exclusive).

SUBARU XV: Linea

Coniato dai termini inglesi “professional tool” (strumento professionale) e “trendy design” (design di tendenza), il concetto di “Protren” di Subaru esprime la fusione di funzionalità da SUV con una personalità urbana. SUBARU XV presenta una nuova tipologia di linea crossover che combina una forma filante ed elegante con carrozzeria alta e modanature laterali che ne accentuano il senso di sicurezza. Evidenziando l’abitacolo in tutta la sua bellezza, l’elegante silhouette comprende delle ruote dal disegno creativo, moderne modanature, e molti altri aspetti che suggeriscono una personalità votata al divertimento. Il risultato è un aspetto esterno tanto sportivo quanto attraente. Con l’adozione di tocchi caratteristici di altri modelli, come la calandra esagonale ed i fari ad occhio di falco, SUBARU XV appare come un crossover di nuova generazione ma tipicamente Subaru.

  • La calandra frontale è di forma esagonale – una delle tipicità delle vetture Subaru. E grazie al suo design allargato ed al nuovo rivestimento, la calandra non solo conferisce a SUBARU XV un’inconfondibile aria famigliare ma anche una tangibile impressione di forza.
  • Con una elegante forma ad occhio di falco, i fari illuminano con grande efficienza una vasta area e godono di una serie di altri miglioramenti funzionali.
  • L’attraente disegno dei fendinebbia permette loro di amalgamarsi alla perfezione nel paraurti anteriore.
  • I cerchi in lega d’alluminio dal design innovativo ispirano una vera percezione di profondità pur conservando una linea elegantemente urbana. Grazie al contrasto fra le razze color argento ed i contorni neri, la vettura dà una impressione differente da fermo ed in movimento.
  • Invece di adottare delle modanature per tutto lo sviluppo della fiancata come su altre Subaru precedenti, sulla SUBARU XV vi sono delle omissioni studiate per evidenziarne il senso di dinamismo e di comfort. É stata studiata anche una nuova granatura per esaltare l’effetto di luci ed ombre. Il risultato è che la Subaru è riuscita a creare una sensazione di sportività ma anche di sicurezza, facendo sembrare le ruote più grandi di quanto non siano.
  • Gli angoli dei paraurti anteriore e posteriore sono stati studiati con bordi speciali che migliorano le prestazioni aerodinamiche della vettura. Naturalmente ciò porta anche a minori consumi.
  • Invece di sistemare il condotto dell’intercooler del turbo all’interno di una invasiva apertura sopra il motore, è stato integrato sotto al cofano.

Visualizzatore informazioni veicolo; Quando necessario, il MFD fornisce a chi guida degli avvisi che si sovrappongono sullo schermo, come tempo di guida senza soste, fattori ambientali (temperatura esterna o condizioni del fondo alle basse temperature), e stato dei vari sistemi del veicolo. Contemporaneamente, se viene identificato un guasto in qualunque di questi sistemi, il guidatore viene avvisato da un avviso che compare sul display e dalle spie sulla plancia. Per sicurezza e convenienza ancora maggiori, sul MFD si possono anche visualizzare le immagini provenienti dalla telecamera posteriore.

  • Quadro strumenti; Ne esistono due versioni: quella per i modelli di base e quella per l’alto di gamma. L’illuminazione è bianca per l’alto di gamma, rossa per quelli base.
  • Un aspetto a rilievo si è ottenuto attraverso il ricorso a cornici circolari in metallo, che contemporaneamente migliorano la qualità generale del complesso.
  • Quando si dà contatto, gli aghi degli strumenti fanno una spazzolata sino a finecorsa per poi tornare rapidamente a zero, sorta di preannuncio del divertimento nella guida che verrà.
  • Al centro del quadro c’è un ampio schermo LCD che fornisce in tempo reale informazioni quali marcia inserita, livello del carburante, ecc. Tutte le informazioni importanti si possono controllare in marcia con una rapida occhiata al centro del quadro, il che permette a chi guida di concentrare la sua attenzione sulla strada.

Volante; Il volante rivestito in pelle dà un senso di raffinatezza, ed ha una finitura decorativa color argento. Il volante in uretano ispira sportività. L’impiego di materiale morbido migliora la sensazione tattile. Il volante è dotato di comandi per MFD, audio, e regolatore di velocità. Dimensioni e forma dei comandi sono state studiate per un facile utilizzo (1.6i-S / 2.0i-ES / 2.0D-S Trend – Exclusive). I compatti bilancieri di cambiata fissati al volante sono di serie per i modelli dotati di Lineartronic. Le parti attorno al volante hanno un design pulito. L’adozione del colore argento accentua la sensazione di lusso (1.6i-S / 2.0i-ES / 2.0D-S Trend – Exclusive).

Cambio Lineartronic; Il selettore del cambio ha un aspetto lussuoso grazie all’impiego di pelle, ghiera metallica cromata, e coperchio in metallo. La forma dell’impugnatura rende facile afferrarla sia dall’alto che di lato. Oltre alla posizione dell’impugnatura, è stato ottimizzato anche il percorso lungo cui si muove il selettore del cambio.

SUBARU XV: Comfort

I modelli dispongono di climatizzatore automatico monozona (versione Comfort) o bizona (versioni Trend – Exclusive). Le manopole di comando presenta un intaglio diamantato sulla superficie, rendendoli più funzionali e pratici al tatto. È stato adottato un nuovo refrigerante più ecologico. Per ridurre il calore trasmesso in abitacolo, nel vano motore è stato aggiunto materiale isolante. Ciò permette di ridurre la temperatura dell’aria che entra nell’abitacolo dal vano motore. Questo riduce anche il carico a cui è soggetto il climatizzatore, in particolare con il motore al minimo, riducendo così i consumi di carburante.

  • Climatizzatore automatico (monozona) (di serie su 1.6i / 2.0i / 2.0D Comfort)
  • Per agevolare l’impiego notturno, le manopole hanno la circonferenza esterna illuminata. Climatizzatore automatico (bizona) (di serie su 1.6i / 2.0i / 2.0D Trend -Exclusive)
  • Presenta comandi distinti per lato destro e lato sinistro per consentire ai passeggeri di gestire separatamente il sistema secondo i rispettivi gusti.
  • Sul MFD evoluto, il guidatore può verificare lo stato del sistema senza dover staccare lo sguardo dalla strada.
  • Le finiture metalliche attorno alle manopole aggiungono un tocco di eleganza.
  • L’illuminazione indiretta migliora l’aspetto e la facilità d’impiego di notte.

Audio e sistema di navigazione: Sistema audio 2DIN: 1-CD e 4 altoparlanti (di serie su 1.6i e 2.0D Comfort). Questo sistema audio non solo ha una migliore qualità e resa acustica, ma è anche dotato di una funzione che elimina vibrazioni ed eco dalle porte. Grazie ad un sistema di altoparlanti appositamente tarati per l’acustica della SUBARU XV, guidatore e passeggeri possono godere di un suono di alta qualità che sembra avvolgerli completamente. Sistema audio 2DIN con Bluetooth e sistema i-Pod: 1-CD e 6 altoparlanti (di serie su 1.6i / 2.0i / 2.0D Trend – Exclusive). Al sistema a 4 altoparlanti ne vengono aggiunti altri due sulla plancia per i toni medi. Questo sistema sprigiona sonorità molto più naturali con frequenze più ampie. É compatibile con i diffusissimi dispositivi collegabili Bluetooth, iPod ed USB.

Sistema di navigazione (di serie su 2.0D Exclusive): Con l’obiettivo di offrire divertimento nella guida, intrattenimento multimediale e facilità di viaggiare, il sistema di navigazione ha ricevuto funzioni aggiuntive nelle informazioni sul traffico e nei comandi vocali, ed è ora compatibile con Bluetooth, iPod, USB, e media digitali.

Collegamento alle informazioni sul traffico; I dati di navigazione sono forniti dal RDS-TMC. Il sistema carica istantaneamente le informazioni sugli ostacoli del traffico come ingorghi, ecc., consentendogli di proporre percorsi alternativi per evitare le zone con problemi.

Comandi vocali; Il sistema può svolgere in marcia svariate operazioni in modo intuitivo in risposta a comandi vocali, come la ricerca di indirizzi o di punti d’interesse, avviare una chiamata telefonica ad un utente presente in rubrica ed effettuare la ricerca di album o di cantanti. Vivavoce Bluetooth e servizio messaggi. È possibile effettuare collegamenti Bluetooth con dispositivi audio e con la funzione vivavoce del telefono cellulare. Le chiamate in arrivo possono essere accettate attraverso i comandi sul volante.

Audio Bluetooth; Con i lettori compatibili Bluetooth si può riprodurre la musica attraverso collegamento senza fili. La capacità di utilizzare un telefono da parte del sistema o attraverso i comandi sul volante o di visualizzare le informazioni sui brani dipende dalle specifiche del dispositivo impiegato. Possono esistere limitazioni sulle funzioni disponibili per alcuni modelli non totalmente rispondenti al profilo AVCRP, compresi iPhone ed iPod touch.La consolle centrale comprende una porta USB . La musica proveniente dai dispositivi di lettura può essere riprodotta con i comandi da schermata o con quelli sul volante.É disponibile anche la riproduzione video con formati compatibili: Audio [MP3 / WMA], Video [MP4/WMV/DiVix]

Comando iPod; I dispositivi iPod o iPhone possono essere utilizzati collegandoli via cavo alla porta USB sulla consolle centrale; la riproduzione musicale può essere comandata dal volante o dallo schermo. Si possono usare i comandi vocali per cercare un brano o un album.

SUBARU XV: Motori

Attualmente tutta la gamma Subaru è equipaggiata con un nuovo motore. Sviluppato in risposta alle richieste di una “funzionalità amica dell’ambiente”, il nuovo “FB” conserva i benefici del motore a cilindri orizzontali contrapposti “diminuendo i consumi” e “consentendo prestazioni più adattate all’uso quotidiano, con attenzione alla coppia ai regimi bassi e medio-bassi.” Questo motore segna l’inizio di una nuova era per Subaru. I motori 1.6 litri e 2.0 litri sono disponibili in Europa. Caratteristiche e benefici:

  • Migliorando l’efficienza nella combustione e limitando gli attriti si sono notevolmente ridotti i consumi e le emissioni per un propulsore più pulito.
  • Per una combustione più efficiente è stata progettata una camera di combustione più compatta, è stato adottato un EGR raffreddato, sono state migliorate le valvole e le luci d’aspirazione, ed è stata ottimizzata la posizione degli iniettori.
  • Sono stati alleggeriti pistoni, bielle ed altri componenti. Inoltre è stato ridotto l’attrito rivedendo il sistema di raffreddamento ed aggiungendo bilancieri a rullino al sistema di distribuzione.
  • L’economicità del motore stesso è stata notevolmente migliorata (di circa il 10%) rispetto ai motori precedenti. La scocca più leggera, la migliore aerodinamica, l’adozione di un nuovo CVT, e la funzione di start stop automatico hanno spinto tale miglioramento.
  • La corsa più lunga e il sistema doppio AVCS sono stati adottati per migliorare la coppia ai regimi bassi e medi, in modo che chi guida possa contare su prontezza di risposta e progressione uniforme (non serve accelerare a fondo).
  • Rispetto al motore 1.5 litri dell’attuale Impreza, il nuovo 1.6 litri è stato totalmente riprogettato: 100 cc di cilindrata in più hanno migliorato le prestazioni a tutti i regimi rispetto al precedente 1.5. Il motore risponde all’acceleratore in modo più lineare, soprattutto ai regimi di uso più comune, migliorando notevolmente comfort di marcia e consumi.

Meccanica

1. Ottimizzazione delle dimensioni di base; Architettura a corsa lunga e camera di combustione compatta. Subaru è riuscita ad ottenere una corsa del pistone più lunga mantenendo le stesse dimensioni del motore precedente, modificando la configurazione ed il relativo meccanismo di comando della distribuzione e ridisegnando il blocco cilindri ed il meccanismo della testata. La camera di combustione più compatta è stata ottenuta non solo grazie alla corsa lunga del motore, ma anche grazie all’angolazione ridotta fra le valvole con l’adozione di bilancieri a rullino. Ciò ha contribuito a migliorare i consumi e le emissioni allo scarico.

2. Efficienza di aspirazione/scarico; Il sistema di aspirazione e scarico è stato ottimizzato per convogliare la maggior quantità d’aria possibile nell’aspirazione, miscelarla con il carburante, bruciare in modo efficiente la miscela ed espellere i gas attraverso lo scarico con le minori contropressioni possibili.

  • Cassoncino d’aspirazione; Capacità e posizione dei risonatori sono state ottimizzate per migliore l’erogazione di coppia ai regimi bassi e medi. Il peso complessivo è stato ridotto eliminando le ampie camere d’aspirazione dell’attuale motore EJ.
  • Collettore d’aspirazione; Il collettore d’aspirazione di nuova concezione contribuisce alla riduzione del peso complessivo. Con l’ottimizzazione della struttura di raccordo si sono migliorate non solo la fluidodinamica dell’aria ma si è anche tarato il sistema per avere maggiore potenza agli alti regimi.
  • Sistema EGR raffreddato a liquido (ricircolo gas di scarico); É stata aggiunta la funzione di raffreddamento dei gas di scarico della valvola EGR utilizzando una tubazione d’acqua che permette di raffreddare e riciclare una maggiore quantità di gas. Fornendo al motore una quantità di gas di scarico raffreddati, si riducono notevolmente le emissioni di NOx allo scarico.
  • Massimizzazione dell’efficacia della valvola di generazione turbolenza (TGV); La forma di luci e valvole è stata ottimizzata ricorrendo all’analisi CAE, portando alla riduzione delle cadute di pressione a valvole aperte (aumento della potenza d’uscita) e ad un aumento della turbolenza (miglioramento dell’efficienza nei consumi e nelle emissioni dei gas) a valvole chiuse.
  • Luci (testata). Per massimizzare l’effetto della valvola di generazione della turbolenza, sono stati introdotti dei separatori nelle luci d’aspirazione. Contemporaneamente si è ulteriormente migliorata l’efficienza nei consumi di carburante attraverso l’aggiunta di sezioni nella farfalla per aumentare la velocità del flusso. La concezione delle luci d’ingresso è stata modificata per migliorare le prestazioni – in termini specifici, la curvatura è stata orientata verso il lato uscita e sono state adottate piastre sottili per i parzializzatori delle luci.
  • Camera di combustione (pistone); Una sagomatura piu’ profonda nel cielo del pistone e l’utilizzo di un effetto squish pronuciato , assicurano una combustione stabile, priva di ogni variazione, in tutta la fase di combustione.
  • Ottimizzazione della posizione degli iniettori; Montando gli iniettori direttamente sulla testa cilindri, si è ridotta la quantità di vapori di carburante incombusto che aderiscono alle pareti della testata migliorando i consumi e le prestazioni allo scarico.
  • AVCS d’aspirazione/scarico (Sistema di controllo attivo delle valvole); Utilizzando un meccanismo di blocco intermedio sul lato aspirazione, ed un normale AVCS sullo scarico, è possibile una più accurata fasatura di apertura/chiusura delle valvole in modo da uniformarla all’impiego del motore. Ciò contribuisce ampiamente ai miglioramenti in fatto di potenza erogata, consumi ed emissione dei gas di scarico.
  • Sistema di scarico; Grazie a dei condotti di scarico più corti e di area piu’ contenuta , al volume ridotto delle sezioni , viene minimizzata la perdita di calore dei gas di scarico prima che raggiungano il catalizzatore anteriore; perciò il catalizzatore si riscalda molto più rapidamente della versione precedente e quindi le prestazioni del catalizzatore risultano massime già dopo poco tempo dall’ avviamento del motore.

3. Sistema di raffreddamento

  • Canale di bypass inferiore; Per riscaldare piu’ rapidamente il motore , vengono utilizzati nuovi condotti di bypass. Con il più rapido incremento della temperatura dell’olio motore, si riduce l’attrito interno del motore e si migliorano, di conseguenza, i consumi di carburante a beneficio delle emissioni.
  • Circuiti di raffreddamento separati; Con l’adozione di nuovi circuiti di raffreddamento separati, è stata migliorata la distribuzione del refrigerante nel blocco cilindri e nella testata. Così è cresciuta la potenza erogata e l’efficienza nei consumi.

4. Riduzione degli attriti

  • Aumento della temperatura delle camicie del monoblocco; Adottando circuiti di raffreddamento separati, limitando il flusso del refrigerante dal separatore del monoblocco alle zone attorno alle camicie, si mantiene una elevata temperatura delle camicie, il che porta a ridurre gli attriti.
  • Migliore rotondità degli alesaggi del monoblocco attraverso un processo produttivo accurato; La circolarità delle camicie è stata migliorata modificando la forma dei componenti del cilindro ed anche applicando delle false testate di prova durante la lavorazione degli alesaggi cilindro. Una forma più circolare consente l’impiego di segmenti pistone a basso tensionamento, ed in combinazione con pistoni a minore attrito, ciò ha contribuito a ridurre i consumi.
  • Bilancieri a rullino nella distribuzione; L’adozione di bilancieri a rullino per il sistema di comando della distribuzione ha portato a miglioramenti sia quanto ad attriti che ai consumi.
  • Componenti alleggeriti per le principali parti in movimento; Grazie anche alla riduzione della dimensione dell’alesaggio, è stata ottenuta una riduzione complessiva del peso con l’impiego di parti in movimento, quali pistoni e bielle, più leggere. Con l’adozione di bielle a suddivisione diagonale, è stato ridotto al minimo l’aumento in larghezza del motore che normalmente si associa ad una corsa più lunga dei pistoni.
  • Pompa olio di maggiore efficienza; Dato che con il nuovo AVCS le necessità legate alla lubrificazione si sono ridotte, è stato possibile ridurre la pressione di linea della pompa dell’olio. Contemporaneamente, la valvola di sfogo è ora a due stadi, il che, eliminando azionamenti inutili della pompa, contribuisce significativamente a ridurre i livelli di attrito.

5. Altri

  • Sistema a catena per il comando camme; Il nuovo motore impiega un comando per la gestione degli alberi a camme del tipo a catena. Il vantaggio di questa soluzione è che consente una configurazione compatta e senza manutenzione. L’uso di un sistema a catena permette di ridurre le dimensioni degli ingranaggi dell’albero motore e delle camme, il che contribuisce a limitare l’aumento della larghezza complessiva. L’adozione di una catena ad alta resistenza contribuisce alla riduzione degli attriti.
  • Sistema di comando ricarica batteria [veicoli con dispositivo Start-Stop]; Il sistema di controllo della ricarica batteria vano motore comprende un sensore di corrente, un sensore temperatura batteria ed un alternatore potenziato. Quando il motore è al minimo o il veicolo procede a velocità costante, si riduce la richiesta di tensione di ricarica dell’ alternatore; quando il veicolo è in decelerazione, la capacità di ricarica dell’alternatore viene invece aumentata sfruttando l’inerzia del veicolo. Attraverso questo uso strategico dell’alternatore nelle diverse fasi di marcia, si riducono complessivamente il carico sul motore ed i consumi di carburante.
  • Dispositivo di controllo pompa benzina (motore 1.6 litri); Per migliorare i consumi, il dispositivo che controlla la pompa benzina regola il consumo di corrente richiesta della pompa in base al flusso di carburante necessario.

Motore SUBARU BOXER DIESEL 2.0 litri DOHC turbo

Il SUBARU BOXER DIESEL, sviluppato specificatamente per il mercato europeo, ha ricevuto pareri molto favorevoli. Fra le sue qualità più apprezzate ci sono l’elevata rigidità, la grande scorrevolezza, il peso contenuto, la struttura compatta, l’eccellente risposta in accelerazione con elevati livelli di coppia anche ai bassi regimi, la riduzione delle emissioni di CO2 e dei consumi. La nuova SUBARU XV comprende nella sua gamma questo Boxer Diesel per rispondere alla forte richiesta dei clienti sensibili al rispetto dell’ambiente.

  • Grazie all’integrazione di un motore diesel a cilindri contrapposti leggero e compatto con la Symmetrical AWD, la nuova SUBARU XV ha il baricentro basso ed una eccellente distribuzione dei pesi ed il tutto garantisce una superiore stabilità in marcia.
  • I bassi livelli di inerzia ed attrito di questo motore consentono un’ eccellente risposta all’acceleratore. Contemporaneamente la catena cinematica è stata concepita con tutti i componenti di peso rilevante concentrati all’interno del passo della vettura in modo da ottenere una maneggevolezza ed un comportamento dinamico assolutamente lineare. Grazie a questi e ad altri miglioramenti, si può avere una esperienza di guida all’insegna del divertimento e della comodità.
  • Economicità e compatibilità ambientale: Motore, trasmissione e trazione AWD sono caratterizzati da un valore di attrito interno molto basso. Ne consegue che la nuova SUBARU XV ha raggiunto valori di vertice per quanto riguarda le emissioni di CO2 fra i veicoli AWD dello stesso segmento.
  • Comfort:La nuova SUBARU XV beneficia non solo delle ridottissime vibrazioni dovute alla struttura di base del motore, ma anche di estesi e completi interventi per la riduzione della rumorosità. Ne deriva una silenziosità complessiva superiore.

Meccanica

  • Blocco cilindri; Per massimizzare il potenziale del motore a cilindri contrapposti ad alta rigidità, è stato utilizzato un monoblocco in lega d’alluminio. Per avere una combustione ideale del gasolio, gli alesaggi sono stati ridotti rispetto al motore 4 cilindri 2.0 litri SUBARU BOXER a benzina (EJ20). Ciò ha portato a ridurre di 61,3 mm la lunghezza del monoblocco per una maggiore compattezza del gruppo. Questo motore EE20 Boxer diesel ha un alesaggio di 98,4 mm che è simile a quello del 6 cilindri 3.6 litri SUBARU BOXER a benzina, ma il diametro dell’alesaggio è stato comunque ridotto di 3,2 mm per una maggiore rigidità del cilindro per sopportare le elevate pressioni di combustione tipiche dei motori diesel.
  • Piano semichiuso; La struttura del monoblocco ricorre ad un piano di tipo semichiuso che ha dimostrato la propria robustezza sui modelli a benzina sovralimentati. Ciò aumenta la rigidità attorno alle zone di adesione della guarnizione della testa.
  • Pistoni; Alla base dei pistoni sono stati integrati dei canali di raffreddamento effettuato tramite l’olio motore che viene spruzzato, attraverso dei getti d’olio, sotto il cielo del pistone migliorandone il suo raffreddamento.
  • Bielle; Le estremità delle bielle presentano un profilo asimmetrico, il che migliora la precisione in fase d’assemblaggio fra la testa di biella ed il piede di biella. Anche la rotondità delle superfici di raccordo con il perno di manovella riducono notevolmente l’attrito. Questa soluzione permette inoltre di ridurre gli ingombri del manovellismo durante la rotazione del motore e cio’ ha permesso di optare una corsa più lunga del pistone all’interno del compatto blocco cilindri.
  • Albero motore; Gli alberi motore ad alta rigidità sono stati sottoposti a trattamento superficiale per sopportare le elevate pressioni di combustione che si hanno in un motore diesel.
  • Testata; Per sopportare le alte pressioni di combustione sono state impiegate delle testate ad alta resistenza. Bilancieri a rullino: Sono stati adottati dei bilancieri a rullino compatti ed a basso attrito in combinazione con un sistema di distribuzione a doppio albero a camme in testa (DOHC).
  • Sistema di distribuzione: Il diametro delle valvole d’aspirazione è stato ottimizzato per migliorare la respirazione del motore e la turbolenza con conseguente migliore efficienza nella combustione.
  • Luci d’aspirazione; La combinazione di un sistema d’aspirazione a camera di turbolenza e di valvole d’aspirazione di diametro ottimizzato ha portato ad ottenere una notevole turbolenza.
  • Sistema di comando della distribuzione; Per il comando degli alberi a camme è stato adottato un sistema a catena molto robusto e compatto in grado di sopportare le variazioni di coppia generate dal motore diesel.

Sistema common rail

Per una mandata gasolio in grado di garantire le migliori prestazioni, è stato impiegato un sistema common rail ad alta pressione. Il gasolio viene pressurizzato a 180 MPa prima di essere introdotto nel flauto del common rail.

  • Iniettori a solenoide: Sono stati utilizzati degli iniettori di progettazione specifica. Una minore lunghezza complessiva dell’iniettore ha contribuito a mantenere una larghezza totale del motore uguale a quella del noto propulsore a benzina malgrado quest’ultimo abbia la corsa più lunga dei pistoni. Ottimizzando il controllo dell’iniezione, è stato possibile migliorare le emissioni allo scarico.
  • Turbocompressore; Per garantire una consistente sovralimentazione a tutti i regimi è stato progettato uno specifico turbocompressore a geometria variabile. Lo stesso turbocompressore è stato sistemato sotto al motore e montato direttamente sui convertitori catalitici per ottenere emissioni più pulite. L’unità garantisce una risposta più pronta ed un’inerzia piu’ bassa ed inoltre contribuisce all’abbassamento del baricentro. L’adozione di un nuovo meccanismo VGS, non solo migliora l’efficienza della turbina ma riduce i consumi e le emissioni allo scarico aumentando nel contempo la coppia ai bassi regimi.
  • Sistema di controllo delle emissioni di scarico; Il sistema di controllo delle emissioni di scarico è stato posizionato con il turbocompressore nella parte inferiore del motore. Ciò non solo migliora la purificazione dei gas di scarico ma contribuisce anche a mantenere in basso il baricentro della vettura ad ulteriore vantaggio delle eccezionali doti di maneggevolezza originate dalla Symmetrical AWD.
  • Convertitore catalitico ossidante; Il convertitore catalitico divide i gas prodotti dalla combustione in acqua ( H2O ) e biossido di carbonio ( CO2 ). L’unità è stata resa il piu’ possibile compatta in modo da attivarsi già poco dopo l’avviamento a freddo del motore. Se la temperatura dei gas di scarico raggiunge, in certe condizioni di marcia, i 300 °C, il convertitore catalitico ad ossidazione genera NO2 che ossida il particolato del gasolio raccolto nel DPF.
  • Filtro antiparticolato (DPF) di tipo chiuso; L’adozione di un filtro antiparticolato DPF chiuso consente di migliorare l’efficienza di combustione del motore e riduce il particolato allo scarico (PM10) in modo da migliorare ulteriormente il rispetto dell’ambiente. Il filtro DPF chiuso presenta una struttura a nido d’ape realizzata in carburo di silice. Le canalizzazioni del filtro sono chiuse su ciascun lato alternativamente all’estremità e ci sono dei microscopici pori sulla parete interna del filtro, il che porta a raccogliere con efficacia il particolato dato che i gas di scarico passano attraverso tali micropori. Il PM10 raccolto viene bruciato all’interno del filtro ad una temperatura che puo’ raggiunge anche piu’ di 600 °C , rigenerando così il filtro trasformando il particolato in biossido di carbonio. Viceversa, se la temperatura interna del filtro è troppo bassa e con un continuo accumulo di polveri di combustione, la temperatura fra gli strati viene gestita in modo da causare la combustione del PM10, rigenerando così ripetutamente il filtro ed emettendo il particolato come biossido di carbonio. Sistema EGR (ricircolo gas di scarico). Per rispettare le norme EURO 5 sui gas di scarico, è stato adottato un sistema EGR raffreddato a liquido. Il gas di scarico raffreddato viene rimandato nella camera di combustione per abbassare la temperatura media di combustione riducendo le emissioni di NOx.

SUBARU XV: Cambio

CVT “ Lineartronic ”; Per la nuova SUBARU XV è stato sviluppato un nuovo, compatto, leggero e più ecologico cambio Lineartronic. Un’unità CVT che ha il potenziale per fare da punto di riferimento per molti anni a venire nel settore dei cambi a variazione continua di rapporto CVT. Accoppiando questo nuovo cambio con il nuovo motore, la nuova SUBARU XV offre un’ eccezionale guidabilità e consumi straordinariamente competitivi. L’ottimizzazione della posizione dell’albero primario e secondario ed altri fondamentali componenti interni, hanno permesso di ottenere un complesso generale più compatto e più leggero. L’adozione di un CVT dotato di trasmissione del moto delle pulegge del tipo a catena, ha permesso di ampliare la gamma dei rapporti ed aumentare l’efficienza, con il conseguente risultato di consumi d’eccezione. Ottimizzando questo CVT in funzione del nuovo motore e del telaio, offre una silenziosità unica ed inoltre bilancia perfettamente la prontezza di risposta ai comandi del guidatore senza compromettere il comfort di marcia. Il nuovo CVT è compatto e copre una gamma di rapporti più ampia. Il lato rapporti corti è stato impostato per avere maggiore spunto in partenza ed i settaggi di base consentono anche un funzionamento più silenzioso e minori consumi alle alte velocità.

Adottando la catena, in luogo della piu’ tradizionale cinghia metallica per trasferire la coppia fra le due pulegge, si è ottenuto un design compatto ed una migliore efficienza nel trasferimento della coppia. In particolare nell’intervallo di regime dell’ overdrive, importante ai fini della riduzione dei consumi, si è ottenuto un miglioramento di circa il 5% rispetto al tipo a cinghia metallica. L’adozione del Lineartronic assicura passaggi di rapporto impercettibili ed una marcia più uniforme. Inoltre, i rapporti ottimizzati rendono molto più piacevole la guida sulle strade tortuose ed in pendenza. Il nuovo Lineartronic realizza un perfetto equilibrio fra risposta alle intenzioni del guidatore ed il comfort di marcia. Ciò è stato ottenuto attraverso la gestione combinata del comportamento fra trasmissione CVT e motore; Il cambio Lineartronic è in oltre in grado di gestire un’ accelerazione progressiva e lineare che varia in base al modo in cui si preme l’acceleratore. Modalità di comando manuale a 6 marce dalla superiore guidabilità (con bilancieri di cambiata); l’utilizzo dei bilancieri cambio marcia installati dietro alle razze del volante rende facile

l’operazione di cambiata dei vari rapporti. Il guidatore può istantaneamente selezionare il giusto rapporto nell’uso in modalità manuale , nelle frenate improvvise o nelle rapide accelerazioni. La risposta e la maneggevolezza superiore del cambio Lineartronic Subaru offre una sensazione di guida sportiva. Per simulare la modalità manuale a 6 marce, la catena di trasmissione CVT viene posizionata in 6 punti ben definiti fra le pulegge conduttrice e condotta stabilendo in questo modo il rapporto di trasmissione CVT fisso desiderato. Ripetuti test su strada hanno indicato che la modalità manuale a 6 rapporti è la più appropriata e consente di avere il necessario freno motore e la giusta accelerazione minimizzando in questo modo i cambi di marcia. Se si agisce sui bilancieri di cambiata con il cambio posizionato in D, il software di controllo del cambio passa temporaneamente alla modalità manuale. Quando il sistema di bordo riconosce che il veicolo sta procedendo nuovamente a velocità costante, automaticamente l’elettronica ricommuta la modalità del cambio in D – automatica. Da questa versione, il motore ed il cambio sono in grado di gestire partenze a veicolo fermo anche in seconda marcia (modalità manuale). Di conseguenza si limita la probabilità che le ruote slittino sulle superfici ghiacciate o a bassa aderenza.

Cambi manuali

  • Cambio manuale a 6 marce (modelli diesel); Il motore boxer diesel è rinomato per la sua capacità di erogare un elevato livello di coppia a tutti i regimi di rotazione. Accoppiando questo motore con un cambio a sei marce manuale, anche la nuova SUBARU XV dimostra come questo connubio sia indiscutibilmente vincente in termini di piacere ed elasticità di guida. Ne consegue che il motore boxer diesel è in grado non solo di affrontare comodamente il traffico urbano, ma anche di essere condotto in autostrada alle alte velocità senza alcun minimo imbarazzo. Questa disponibilità di grande coppia a tutti i regimi ed una gamma di rapporti azzeccata, assicura consumi ridotti e maggiore silenziosità alle alte velocità.
  • Cambio manuale a 6 marce (per modelli con motore 2.0 litri a benzina); Lo sviluppo del cambio manuale a 6 marce della nuova SUBARU XV è basato sul cambio manuale a 6 marce della Legacy migliorato nell’ efficienza dei consumi e nella manovrabilità. Anche la gamma dei rapporti è più ampia in modo che si trovi in perfetto dialogo di funzionamento fra l’unità cambio ed il nuovo motore FB, sia nelle condizioni di intenso traffico urbano che autostradale.
  • Cambio manuale a 5 marce (per modelli con motore 1.6 litri a benzina); I rapporti del cambio manuale a 5 marce sono stati ottimizzati per migliorare il “rispetto dell’ambiente” ed il fuel economy.

Symmetrical AWD (trazione integrale)

In base al tipo di cambio installato, sono disponibili due tipi di differenziale centrale, peculiarità fondamentale della tecnologia AWD. Indipendentemente dal livello di esperienza e capacità del guidatore, l’esclusivo sistema AWD Subaru permette di avere i noti benefici della trazione integrale per sfruttare il suo massimo potenziale unito ad elevati livelli di sicurezza. Il sistema di trazione integrale Subaru a controllo elettronico integra un ripartitore multidisco (frizione multidisco) nel ripartitore utilizzato per distribuire la coppia alle ruote posteriori. Funzionando con una ripartizione di coppia di base di 60:40 (ant:post), la centralina della trasmissione risponde alle condizioni di marcia quali accelerazione, salita e sterzata in modo da regolare in tempo reale la distribuzione della coppia fra anteriore e posteriore. In caso di slittamento delle ruote anteriori, il sistema aumenta la quantità di coppia indirizzata alle ruote posteriori, così da garantire una sufficiente trazione.

AWD a differenziale centrale con giunto viscoso LSD> (modelli 5MT e 6MT; Il sistema combina un differenziale centrale ad ingranaggio elicoidale con ripartizione base della coppia 50:50 ed un giunto viscoso per il differenziale a slittamento limitato. Quando slitta una ruota anteriore o posteriore, il giunto viscoso corregge la distribuzione della coppia per garantire la trazione. La AWD a differenziale centrale con giunto viscoso è abbinata al cambio manuale a 5 o a 6 marce.

Telaio

Sospensioni anteriori: Sospensioni a montanti indipendenti; Negli ammortizzatori anteriori sono state adottate nuove valvole a risposta rapida. Ciògarantisce un rapido controllo dello smorzamento ed una migliore prontezza generale di risposta di tutto l’apparato sospensivo. Nel gruppo sospensione anteriore è stata inoltre utilizzata una nuova molla con taratura specifica per aumentare la sicurezza di marcia ed evitare situazioni di marcia pericolose. Questa nuova taratura annulla il possibile rimbalzo delle ruote anteriori e previene il potenziale sollevamento della carrozzeria in curva. Al lato pratico si ottiene un ridotto rollio della scocca, massima aderenza degli pneumatici ed una stabilità in curva ottimale. L’eccellente stabilità intrinseca del telaio porta ad ottenere inoltre una grande agilità di marcia ed il guidatore puo’ gestire, in tutta sicurezza, un grande potenziale nell’evitamento dei possibili pericoli durante la guida. Le boccole anteriori di fissaggio della barra stabilizzatrice, oltre ad essere state maggiorate nel loro dimensionamento, sono state modificate nella loro forma limitando in questo modo qualunque perdita di ritenuta dovuta alla deformazione della gomma al suo interno. Questa modifica degli attacchi migliora notevolmente la rigidità dei supporti anteriori e ottimizza la risposta dello sterzo . La rigidità della zona d’attacco del braccio anteriore migliora notevolmente la maneggevolezza della vettura rendendola estremamente affidabile e prevedibile nelle reazioni. Un braccio di supporto anteriore viene utilizzato per collegare la traversa anteriore al braccio anteriore inferiore della sospensione. Ciò contribuisce a ridurre le vibrazioni del motore in senso longitudinale migliorando il comfort di guida e la stabilità di marcia. Alle boccole dei bracci anteriori sono stati aggiunti degli anelli intermedi e sono state aumentate le sezioni dei bracci anteriori ottenendo una migliore maneggevolezza del corpo vettura ed una risposta assolutamente lineare dell’anteriore.

Sospensioni posteriori: Sospensioni indipendenti a doppio braccio oscillante; Anche negli ammortizzatori posteriori sono state adottate delle nuove valvole a risposta rapida. Ciò contribuisce a velocizzare il controllo dello smorzamento sin dall’inizio dell’escursione e ad avere una migliore prontezza di risposta generale di tutto l’apparato sospensivo. Sono state usate boccole a sfera in luogo delle boccole di collegamento laterale in gomma usate in precedenza per il lato esterno posteriore del braccio laterale. Grazie all’utilizzo di queste nuove boccole, è sicuramente meno probabile che si manifestino variazioni della convergenza posteriore in caso di fondi sconnessi. E’ stata significativamente migliorata anche la stabilità di marcia in rettilineo. E’ stata utilizzata una barra stabilizzatrice posteriore specificatamente dimensionata per prevenire il rollio della scocca e migliorare il comfort degli occupanti. Per migliorare la guidabilità della vettura, è stata ottimizzata la rigidità delle boccole del sottotelaio anteriore il che ha contestualmente migliorato anche il comfort dei passeggeri.

Freni

Su tutti i modelli sono stati adottati quattro freni a disco che trasmettono un senso di sicurezza ed affidabilità. Adottando un nuovo materiale della mescola delle pastiglie detta a “ bassa espansione “, il sistema frenante è molto pronto e corposo nella risposta e risulta meno soggetto a perdite di pressione quando si frena. É stato inoltre ridotto il peso di una serie di componenti già utilizzati su precedenti modelli. Alle pastiglie freno anteriori è stato aggiunto un meccanismo di ritorno a molla, in modo da impedire che la pastiglia freno, dopo una frenata, rimanga a contatto con il disco freno . Cio’ riduce l’attrito conseguente alla resistenza della pastiglia sul freno a disco e cio’ contribuisce a ridurre i consumi di carburante.

Assistenza alla partenza in salita (sui modelli con cambio manuale); Gli esemplari con cambio manuale sono dotati anche di funzione di assistenza alla partenza in salita. In pendenza, il circuito frenante viene mantenuto in pressione dopo aver rilasciato il pedale del freno, evitando così che la vettura si muova all’indietro prima che venga premuto il pedale dell’acceleratore. Questa funzione consente di partire agevolmente in salita impedendo di sollecitare inutilmente la frizione

Servosterzo elettrico; Per migliorare i consumi di carburante e la sensibilità sullo sterzo è stato adottato un servosterzo elettrico. Grazie al raffinato controllo del motorino di servoassistenza, si è ottenuto una sensazione di sterzata uniforme e sono stati ulteriormente migliorati i consumi di carburante.

Ruote e pneumatici

I cerchi in alluminio da 17″ di nuovo disegno della SUBARU XV ne accentuano l’eleganza e la linea innovativa, conferendole un aspetto affascinante. Subaru ha anche ottenuto un grande equilibrio fra prestazioni aerodinamiche e riduzione del peso. Tutta la gamma è dotata di pneumatici di grande diametro con ridotta resistenza al rotolamento. Dimensioni Ruote: 225/55R17 con cerchi 17 X 7 J In lega d’alluminio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.