Lexus LX 570 by JT Grey Racing, potenza fuoristrada su gomme BF Goodrich

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

È il caso di JT Grey Racing, che hanno avuto per le mani la Lexus LX 570 e l’hanno portata al SEMA Show di Las Vegas come la vedete nella foto che riportiamo qua sotto. Un’auto dura e pura, pronta per il più duro dei raid nel deserto. Tutto è stato cambiato e perfezionato, compresa la colorazione della carrozzeria che ha potuto godere del design HeadFirst. Ovviamente sono stati aggiunti i fari adatti per questo tipo di competizione, in questo caso particolare sei KC Hilites da 70w con supporto in fibra di carbonio. I cerchi sono degli F-Sport Off-Road da 17 pollici, disegnati per adattarsi alle speciali gomme fuoristrada di BF Goodrich Baja TA 37”x12.50, ideali per sopravvivere al deserto e alla sua calura intensa.

All’interno troviamo sedili Sparco USA-EVO e della stessa marca è anche il volante. Non manca un sistema di navigazione di prim’ordine, concepito appositamente per questo genere di percorsi: il Lowrance HD7 LMF 400 e per le comunicazioni abbiamo una radio Kenwood 110. La durezza del percorso, però, ha richiesto che venissero risistemati anche i freni (OE/TDR) e le sospensioni (King Racing Shocks), senza poi dimenticare il sistema di scappamento (Flowmaster/Geiser). Il risultato finale è davvero incredibile e farà il suo esordio nella Baja 1000 nel 2012.

Foto: Top Speed

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.