OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Fermarsi 24 metri prima – Per gli pneumatici, l’inverno inizia prima rispetto a quanto si vede dal termometro. Alle basse temperature, le prestazioni degli pneumatici estivi iniziano a peggiorare, mentre gli pneumatici invernali iniziano a dare il meglio. Le differenze possono essere sorprendenti: una normale auto equipaggiata con pneumatici estivi che viaggia su strada innevata a soli 50 km/h ha bisogno di 48 metri per riuscire ad arrestarsi, ovvero 24 metri in più rispetto alla stessa auto equipaggiata con pneumatici invernali. (Spazio di frenata sulla neve da 50 a 0 km/h. Test svolti nel 2007 dall’ organizzazione indipendente “Test World” a Ivalo, Finlandia utilizzando pneumatici 195/65 R 15).

La grande differenza tra gli pneumatici invernali e quelli estivi risiede nella mescola usata per crearli. Un buon esempio è il nuovo pneumatico Michelin Pilot Alpin 4, gomma termica che utilizza uno speciale componente che migliora la tenuta di strada e riduce lo spazio di frenata anche su suolo bagnato o ghiacciato.

Dato che su un suolo in condizioni invernali l’attrito è inferiore, la tenuta di strada dello pneumatico è ancora più importante. Gli pneumatici invernali hanno un’area di contatto più ampia e più uniforme, mentre il passaggio da un tassello del battistrada al successivo è più graduale rispetto agli pneumatici estivi. Inoltre il disegno del battistrada di questa nuova generazione di pneumatici è composto da 71 diverse scanalature, realizzate per fermare la neve, il fango e l’acqua tra i tasselli del battistrada stesso. In questo modo si crea un effetto simile a quello che avviene con un cingolato per migliorare l’aderenza e ridurre lo spazio di frenata. Si crea una sorta di “effetto caterpillar” sulle superfici scivolose per facilitare l’andatura e per agevolare la frenata quando necessario.

Pneumatici invernali: per qualsiasi esperienza di guida invernale

Gli pneumatici invernali sono adatti solo per la neve? Sono in grado di affrontare allo stesso modo gli inverni di tutta Europa? Infatti nel nostro continente le temperature sono molto variabili: possono andare sotto zero o essere più miti, così anche le strade possono presentarsi in modo diverso: asciutte, bagnate, ghiacciate o innevate. Alle basse temperature gli pneumatici invernali offrono le loro migliori prestazioni su ogni superficie – quindi è consigliato  cambiare gli  pneumatici all’arrivo del freddo.

Cerca una marca che offra maggior durata e spazi di frenata ridotti. Parla con il tuo rivenditore di fiducia per capire con lui quali pneumatici invernali possono essere i più adatti  per la tua auto e le tue necessità.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.