OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

L’ inverno, proprio come il Natale, arriva quasi in punta di piedi. Anche se il periodo dell’anno e le giornate più brevi ne annunciano l’arrivo, la maggior parte degli automobilisti non pensano ai pneumatici invernali finché non si verifica la prima nevicata o finché non devono mettersi in viaggio per una breve vacanza invernale. Un atteggiamento che può avere conseguenze disastrose sia per la sicurezza sia il portafoglio. Non tutti si rendono conto di un fatto: se l’inverno inizia, come stagione, il 22 dicembre, per gli automobilisti dovrebbe cominciare prima di quella data, ovvero allorquando il termometro scende a 7 gradi. Pertanto non ha senso aspettare la prima neve per cambiare le gomme. L’inverno porta con sé una sfida speciale per tutti i conducenti: per vincerla, la sola abilità di guida non basta. Gli elementi tecnici dei nostri veicoli, in particolare gli pneumatici, devono essere adeguati alle condizioni della strada. I pneumatici invernali garantiscono la massima sicurezza anche a basse temperature e in condizioni climatiche tipiche dell’inverno, come pioggia, grandine o asfalto scivoloso per il ghiaccio. Numerosi test dimostrano che neppure i più moderni strumenti tecnologici possono sostituire gli pneumatici invernali. Il sistema antibloccaggio freni (ABS) e il programma elettronico di stabilità (ESP) sono utili su neve e ghiaccio, ma ciò non vale se si utilizzano pneumatici estivi o pneumatici con battistrada consumato.

Molti automobilisti mancano di controllare il battistrada dei propri pneumatici invernali prima di montarli. Secondo i controlli effettuati dalla Polizia Stradale, un numero considerevole di automobilisti circola addirittura con pneumatici con battistrada inferiore ai 1,6 millimetri richiesti come minimo dalla legge. Ma proprio quando la funzione di controllo esercitata dai pneumatici invernali è realmente necessaria – avvertono gli esperti – servono almeno 4 millimetri perché il battistrada possa garantire la giusta trazione, il controllo e il giusto comportamento in curva. Gli spazi di frenata aumentano drasticamente quando la profondità del battistrada diminuisce. Quando il battistrada scende sotto i 4 millimetri diminuisce il numero di lamelle e si perde aderenza. Se poi i pneumatici devono far presa su fondi fangosi o coperti di neve, un battistrada inferiore ai 4 millimetri non è in grado di trattenere sufficientemente acqua e neve.

Secondo un’indagine svolta da Delticom e denominata Pneumatici on-line 2011, il 19% degli automobilisti italiani dichiara di utilizzare pneumatici estivi anche durante i mesi freddi. La stessa Delticom è al contempo certa che anche in Italia un numero sempre maggiore di automobilisti comprenderà l’importanza dei benefici garantiti dall’uso di pneumatici invernali durante i mesi freddi, come già compreso da tanti automobilisti in altri paesi europei con diverse condizioni stradali in inverno. Sostituire i pneumatici per tempo garantisce la possibilità di affrontare l’arrivo dell’inverno in sicurezza.

Fonte: Delticom

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.