Pneumatici moto Bridgestone per il MotoGP del Portogallo (Estoril)

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Domenica 31 ottobre il Campionato MotoGP torna in Europa: si corre sul tracciato di Estoril, Portogallo, una pista tra le più impegnative della stagione dal punto di vista tecnico per i pneumatici moto Bridgestone. 4 curve a sinistra e 9 a destra contraddistinte da diversi carichi; Bridgestone moto ha dunque dovuto mettere a punto un set-up estremamente bilanciato finalizzato a garantire un elevato livello di performance ai pneumatici nel corso del giro singolo. Bridgestone ha selezionato per il posteriore Pneumatici asimmetrici al fine di compensare la differenza nella temperatura dei pneumatici tra la spalla destra e quella sinistra. Questa differenza sulla pista di Estoril risulta infatti più evidente perché le curve a destra sono veloci e di conseguenza la temperatura della gomma nella spalla destra è elevata, mentre le curve a sinistra sono più lente, quindi la temperatura del pneumatico nel fianco sinistro è molto più bassa.

 

 

La sfida principale su questo tracciato è rappresentata dai diversi settori che il pneumatico deve affrontare: Estoril è caratterizzato infatti un lungo rettilineo molto veloce, (oltre 325 km/h), frenate impegnative, una chicane molto lenta e una lunga curva finale in cui i pneumatici devono affrontare settori con elevata inclinazione a velocità sostenuta, mentre i piloti tentano di aprire il gas il prima possibile. Le temperature si prevedono fredde, il manto stradale scivoloso, quindi per l’anteriore Bridgestone ha optato per mescole più morbide finalizzate ad una maggiore aderenza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.