MotoGP 2011: Pedrosa domina un Gran Premio del Giappone

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Terza vittoria della stagione nel Gran Premio del Giappone per Dani Pedrosa (Honda Repsol): partito dalla 4° posizione il pilota spagnolo, che ha stabilito anche il nuovo record sul giro del tracciato, ha utilizzato pneumatici slick con tipologia di mescola dura sia per l’anteriore sia per il posteriore, precedendo sul podio Jorge Lorenzo (Team Yamaha) e l’attuale leader della classifica generale Casey Stoner (Honda Repsol), che a tre gare dal termine della stagione conserva un vantaggio di 40 punti sul rivale Lorenzo. Stoner è stato autore di un’uscita di pista dopo cinque giri quando si trovava al comando e ha dovuto risalire dalla settima alla terza posizione. Tutti i piloti hanno optato per il pneumatico slick con mescola dura all’anteriore, che ha avuto un rendimento ottimale per tutto il weekend grazie all’eccellente stabilità nei settori caratterizzati da pesanti frenate, mentre per il posteriore la maggior parte dei piloti ha optato per il pneumatico con mescola soft. Ad Andrea Dovizioso (Honda Repsol), Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) e Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3) è stata inflitta la penalità di ride-through per partenza anticipata.

Alla prima curva Valentino Rossi (Team Ducati) si è trovato in mezzo a Lorenzo e Ben Spies (Team Yamaha) e, dopo aver urtato leggermente il pilota spagnolo, è finito addosso a Spies: gara finita per il pilota della Ducati, mentre l’americano è riuscito a ripartire, tagliando il traguardo in sesta posizione. Nel corso della gara ci sono state altre cadute: Hector Barbera (Aspar Team), Damian Cudlin (Pramac Racing Team), Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) e Toni Elias (LCR Honda) sono usciti di pista in incidenti separati. Bautista è scivolato dopo essere stato anche terzo per diversi giri. Nelle fasi finali è stata intensa lotta tra Simoncelli e Dovizioso, che hanno concluso rispettivamente in quarta e quinta posizione. Dovizioso ha utilizzato per il posteriore il pneumatico slick con mescola soft.

Yoshiyuki Morimoto – Vice Presidente, Bridgestone Corporation:

“Vorrei congratularmi con il team Honda Repsol e con Dani Pedrosa per l’eccellente risultato ottenuto nel circuito di casa. Siamo onorati di aver supportato questo Gran Premio del Giappone dopo il terremoto dello scorso marzo. Il Motomondiale ha mostrato una grande solidarietà nei riguardi della popolazionegiapponese. La MotoGP 2011 rimane una piattaforma molto importante per noi e Bridgestone continuerà il suo impegno per fornire in maniera equa a tutti i team pneumatici che garantiscano elevata qualità e sicurezza”.

Hirohide Hamashima – Assistente del Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport:

E’ stata una gara frenetica con numerosi incidenti e diverse cadute e alla fine Dani ha tagliato il traguardo in prima posizione. Il sole è apparso poco prima dell’inizio della gara riscaldando l’asfalto e diversi piloti hanno deciso i pneumatici da utilizzare all’ultimo minuto. Il pneumatico moto con mescola dura all’anteriore ha garantito eccellente stabilità in frenata ed è stato utilizzato da tutti i piloti presenti sullo schieramento di partenza, mentre per il posteriore la scelta è stata più varia. I primi quattro piloti giunti al traguardo hanno optato per il pneumatico con mescola più dura. Sono soddisfatto anche del rendimento della nostra mescola soft, che ha permesso ad Alvaro di occupare la terza posizione per alcuni giri e anche Andrea con questa tipologia di mescola ha lottato duramente nella fase finale con Marco, che utilizzava invece il pneumatico con mescola più dura al posteriore”.

Dani Pedrosa – Honda Repsol – Vincitore

“La corsa è stata un po’ strana all’inizio. Ho cercato di spingere più che potevo, ma Casey e Andrea erano più veloci nei primi giri. Poi Casey ha commesso un errore e Andrea è rientrato al box per scontare il ridethrough, quindi ho avuto strada libera. Ho cercato di concentrarmi per fare i migliori giri che potevo e la moto stava andando davvero bene. Sono molto contento della mia prima vittoria su questo tracciato nel gran premio di casa per la Honda”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.