F1 GP Corea, Lewis Hamilton: “2 pit stop … penso sia realizzabile”

PREZZI E OFFERTE PNEUMATICI INVERNALI 2022

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin CrossClimate 2ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter 2ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Continental WinterContact TS870INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Goodyear Ultragrip 9INVERNALE

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP3INVERNALE

Mostra Prezzo

Hankook Winter icept RS2 W452INVERNALE

Mostra Prezzo


Yeongam è un circuito semi-permanente: il tratto che costeggia il porto, infatti, viene normalmente utilizzato come strada cittadina e presenta, dunque, diversi livelli di grip. Alla complessità della pista si aggiungono condizioni meteo incerte, tipiche di questo periodo, che non fanno escludere l’uso delle gomme intermedie e da bagnato estremo (Cinturato Green e Cinturato Blue). Le aree di forte frenata sono tipiche del GP di Corea: nella curva 3, ad esempio, le monoposto sono soggette a una decelerazione che raggiunge i 5,2 g in frenata con un carico di oltre 900 chili sulle gomme anteriori per effetto del trasferimento di peso. La parte più impegnativa per gli pneumatici è la sezione che va dalla curva 10 alla 17, caratterizzata da una sequenza continua di curve con rapidi cambi di direzione. A Yeongam, il lavoro maggiore spetta alle mescole supersoft, chiamate ad assicurare il massimo grip nelle curve, e all’anteriore destra, per effetto del senso antiorario della pista.

F1 GP Corea, Lewis Hamilton: "2 pit stop ... penso sia realizzabile" 1

Lewis Hamilton, McLaren: “La prima parte del circuito coreano alterna tratti molto diversi tra loro: gli ingressi alla curva 1, 3 e 4 impongono frenate impegnative, perché arrivano alla fine di lunghi rettilinei e richiedono una buona trazione in uscita. I settori 2 e 3, invece, sono più tecnici e scorrevoli e pneumatici e freni sono sottoposti a diverse condizioni di marcia, il che trasforma la gestione dei cambi di temperatura in una sfida. Come lo scorso anno, Pirelli porta le mescole soft e supersoft. La superficie liscia del tracciato implica che si possa far durare le gomme di più, ma anche in questo caso è un’ulteriore sfida che i piloti devono affrontare. In ogni caso, come l’anno scorso, penso che una strategia e due pit stop sia realizzabile. Il circuito coreano è un gran tracciato. Non ho mai vinto qui e domenica mi piacerebbe salire sul primo gradino del podio”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.