OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Continental WinterContact TS860

★★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Sport 5

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 5

★★★

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP 3

★★★

Mostra Prezzo

Nexen Winguard SnowG WH2

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Blizzak LM 001 Evo

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Yokohama BluEarth Winter (V905)

★★★

Mostra Prezzo

Kumho WinterCraft WP51

★★★

Mostra Prezzo

Giti Winter W1

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Winterhawk 3

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★

Mostra Prezzo

Debica Frigo 2

★★★

Mostra Prezzo

Esa+Tecar Super Grip 9

★★★

Sava Eskimo S3+

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Il Direttore Motorsport Pirelli ha detto: Paul Hembery: “Personalmente amo il Gran Premio di Singapore: lo spettacolo notturno è incredibile e si crea una grande atmosfera. A causa delle circostanze insolite in cui si corre la gara, con più di mille riflettori, le squadre e i piloti devono pensare molto alla strategia: qui la pista evolve in modo diverso rispetto alle gare che si disputano di giorno. Un fattore che potrebbe certamente entrare in gioco è la safety car: dal 2008 ad oggi, sul circuito di Singapore non c’è stata gara che ad un certo punto non abbia visto la safety car. Questo significa che le strategie devono essere flessibili nonché efficaci per sfruttare rapidamente  qualsiasi potenziale neutralizzazione. Sebbene l’umidità sia costantemente alta, a Singapore non ha mai piovuto durante il Gran Premio e ci aspettiamo lo stesso anche quest’anno, quando scenderanno in pista le due mescole più morbide della nostra gamma F1. La gara dello scorso anno fu vinta da Sebastian Vettel con una strategia di tre soste. Da ricordare anche la prestazione di Lewis Hamilton che arrivò quinto dopo quattro pit stop e un drive-through. Poichè le velocità medie non sono molto elevate, il degrado non dovrebbe essere un problema se il pattinamento delle ruote viene controllato in uscita dalle curve più lente (il che può portare a surriscaldamento)”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.