Rally d’Italia 2012: il WRC si correrà in Sardegna

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Il Rally d’Italia si farà in Sardegna: L’ACI ha infatti comunicato che la tappa italiana del WRC si terrà in Sardegna invece che in Sicilia, come presunto qualche settimana fa. In un comunicato ACI ufficializza definitivamente la notizia presa dal Comitato Esecutivo. Il Consiglio Mondiale dello Sport della FIA – Federazione Internazione dell’Automobile – riunitosi oggi a Barcellona ha confermato anche per il 2012 il Rally d’Italia come prova del Campionato Mondiale Rally, la gara inizialmente non era stata inserita nel calendario FIA. A far cambiare idea al Consiglio Mondiale il proficuo lavoro diplomatico svolto dal Presidente dell’Automobile Club d’Italia Enrico Gelpi e dal Presidente della CSAI Angelo Sticchi Damiani anche sulla base dei risultati ottenuti nell’ultima edizione.

“Siamo molto soddisfatti – dichiara il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Enrico Gelpi – perché non è stato facile giungere a questo risultato che premia ancora una volta lo sport automobilistico italiano e la rappresentatività dell’ACI in seno ai vari organismi internazionali della FIA”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente della CSAI, Angelo Sticchi Damiani, che sottolinea come la decisione FIA deve essere considerata uno straordinario successo per il nostro Paese, per la sua storia sportiva e per i milioni di appassionati che seguono costantemente le vicende dello sport automobilistico.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.