Superbike 2012: la BMW S100RR tra il NO di Melandri e il SI di Haslam

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Dopo i 3 giorni di test a Phillip Island, il box BMW Motorrad Motorsport vanta pareri contrastanti: Se infatti da un lato, Marco Melandri non si trova in perfetta sintonia con la sua S1000RR, dall’altro, Leon Haslam si dichiara soddisfatto dei progressi fatti sulla sua BMW. Questi i commenti di Melandri e Haslam:

Marco Melandri

“Abbiamo lavorato duramente e in diverse direzioni in questo test. La prima giornata è andata bene, siamo riusciti a trovare una buona base di partenza. Sfortunatamente però abbiamo faticato più del previsto a fare passi avanti. Restano ancora dei problemi con l’anteriore della moto: abbiamo provato alcune modifiche, ma la situazione peggiore con l’aumentare della temperatura. Purtroppo oggi abbiamo perso tre ore per ricostruire la moto in seguito ad una caduta. Ora non ci resta adesso che analizzare i dati raccolti, cercando delle soluzioni per migliorarci in vista dei prossimi test. Speriamo di riuscirci e che le condizioni climatiche siamo buone come questa settimana”.

Leon Haslam

“Il test è stato abbastanza positivo. E’ stato bello tornare sulla moto, soprattutto perché abbiamo trovato un buon clima. Siamo partiti con un set-up base e piano piano lo abbiamo adattato alle esigenze di questo tracciato, sul quale correremo la settimana prossima. Era importante riuscire ad essere veloci qui, ma abbiamo anche valutato dei setting alternativi perché dobbiamo capire in che direzione ci consente di lavorare la moto e penso che abbiamo imparato parecchie cose. Inoltre credo che abbiamo fatto un piccolo passo avanti anche dal punto di vista dell’elettronica”.

Fonte: Omnicorse

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.