Record al Nürburgring per l’auto elettrica ERA ed i pneumatici Nokian

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

La finlandese ERA con pneumatici ecologici Nokian ha riportato un tempo sul giro da record per le auto elettriche con omologazione per la circolazione stradale con soli 8.42,72 minuti sull’anello nord del circuito del Nürburgring in Germania. Il pilota professionista tedesco Ralf Kelleners ha migliorato di oltre un minuto il record sinora detenuto dalla BMW Mini E. La velocità media del veicolo è stata di 142 km/h sui 20,8 chilometri dell’“inferno verde”. Nel giro record la ERA ha consumato ben 123 kilowattora (kWh) per 100 chilometri, mentre ne consuma solo 14,5 nel normale traffico stradale, il che è pari a soli 1,6 litri di carburante. I pneumatici a bassa resistenza al rotolamento Nokian Z G2 contribuiscono in maniera determinante a conseguire tali risultati. La ERA balza da 0 a 100 km/h in sei secondi e raggiunge una velocità massima di 244 km/h. Il motore elettrico dell’ultima generazione con una potenza di breve durata di 449 CV (330 kW) e 272 CV (200 kW) di potenza continua, il sistema batteria all’avanguardia al litio-titanato e la carrozzeria con struttura estremamente leggera in carbonio dimostrano l’elevato grado di efficienza oggi tecnicamente possibile.

 

I costi per la corrente elettrica del prototipo ERA ammontano a soli 3,48 euro ogni 100 chilometri, bassissimi se si pensa che a pari prestazioni le tre auto sportive di tipo convenzionale più vendute nel 2011 consumano mediamente 7,4 litri di carburante, equivalenti a 11,63 euro ogni 100 chilometri. L’auto elettrica è omologata per il traffico stradale in Finlandia con la targa ERA-10. Sebbene durante la prova record i suoi motori elettrici abbiano erogato una potenza di circa 300 kilowatt, non si sono avuti problemi di surriscaldamento dei motori o delle batterie, inconvenienti altrimenti tipici per i veicoli elettrici.

Juha Pirhonen, Development Manager della Nokian sottolinea: i pneumatici Nokian rispondono con sollecitudine ai movimenti dello sterzo, ma hanno un coefficiente di resistenza al rotolamento relativamente basso, caratteristica particolarmente importante nel caso delle auto elettriche. Devono la loro precisione nell’handling alle innovazioni del Nokian Cool Zone Concept, quali la struttura multistrato, la miscela di gomma con nanosilice e la geometria del battistrada. La struttura multistrato diminuisce la resistenza al rotolamento e riduce lo sviluppo di calore. La miscela elastica alla nanosilice dello strato intermedio reagisce rapidamente ai movimenti dello sterzo. Una struttura stabile e tre nervature trasversali, poste al centro della superficie di rotolamento, garantiscono caratteristiche di manovrabilità eccezionali.

Nelle auto elettriche, i pneumatici consumano una parte consistente di energia ed è per questo che costituiscono un componente decisivo in fase di progettazione. Le auto elettriche necessitano pertanto di pneumatici con una resistenza al rotolamento estremamente ridotta, che permetta di conseguire il massimo dell’autonomia. Tuttavia anche le caratteristiche in fatto di sicurezza dei pneumatici giocano un ruolo fondamentale nella progettazione delle auto elettriche. I pneumatici a basso consumo di carburante devono offrire una tenuta sicura sul bagnato, protezione contro l’aquaplaning, ottime caratteristiche di manovrabilità, una portata sufficiente e una guida silenziosa. Riuscire però a conciliare una tenuta sicura sul bagnato con la minor resistenza possibile al rotolamento, è un compito estremamente arduo. I pneumatici ecologici Nokian riescono tuttavia a colmare il divario esistente tra buone caratteristiche di sicurezza, soprattutto sul bagnato, e bassa resistenza al rotolamento, come più volte confermato dai test delle riviste specializzate.

L’auto elettrica ERA offre a Nokian l’occasione ideale per poter realizzare le proprie visioni di pneumatici per veicoli elettrici e green car e per presentare le tecnologie del futuro. Una parte importante del processo di sviluppo dei pneumatici Nokian sono i severissimi test condotti nelle condizioni più estreme. Testare i nostri limiti ci porta ad acquisire nuove conoscenze – sottolinea Pirhonen. Testiamo i nostri pneumatici in condizioni reali. Pertanto i pneumatici Nokian si comportano come dovrebbero anche nelle condizioni più disparate e difficili. Vogliamo dimostrare che la tecnologia del futuro è già disponibile nei nostri pneumatici per i comuni automobilisti.

La ERA (Electric RaceAbout) è già stata premiata come vincitrice al rally di batterie elettriche Challenge Bibendum 2011 di Berlino, dove ha ricevuto riconoscimenti per l’efficienza in fatto di consumi, emissioni, emissioni di CO2 e design. Si è inoltre aggiudicata il secondo premio all’Automotive X-prize 2010, il concorso internazionale per l’auto a consumo più basso di carburante. L’autonomia di questa autovettura sportiva elettrica, di 1.720 chili di massa a vuoto, è per ora di 200 chilometri. La ERA è stata progettata dagli studenti dell’Università di scienze applicate Metropolia.

L’obiettivo del progetto del prototipo ERA è quello di dimostrare che i veicoli elettrici rappresentano già oggi una soluzione realizzabile e un’alternativa reale in quanto sono efficienti, pratici e veloci – spiega Sami Ruotsalainen, responsabile del progetto e capo ingegnere della Metropolia di Helsinki. Ai nostri studenti viene offerta la preziosa opportunità di lavorare con le più moderne tecnologie e di dimostrarne al pubblico i vantaggi. Il record stabilito sulla pista rende ora chiaro che la nostra auto elettrica è anche la più veloce.

Poiché la ERA è ancora allo stadio di prototipo, non è ancora stata fissata alcuna data per la produzione in serie. Attualmente non si hanno ancora indicazioni precise sul prezzo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.