Pneumatici Invernali 2013 – 2014: Consigli su come scegliere le Termiche

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Continental WinterContact TS860

★★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Sport 5

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 5

★★★

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP 3

★★★

Mostra Prezzo

Nexen Winguard SnowG WH2

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Blizzak LM 001 Evo

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Yokohama BluEarth Winter (V905)

★★★

Mostra Prezzo

Kumho WinterCraft WP51

★★★

Mostra Prezzo

Giti Winter W1

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Winterhawk 3

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★

Mostra Prezzo

Debica Frigo 2

★★★

Mostra Prezzo

Esa+Tecar Super Grip 9

★★★

Sava Eskimo S3+

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

I Pneumatici invernali, chiamati anche gomme termiche, cosa sono e come si differenziano rispetto ai copertoni estivi? Per le gomme che equipaggiano le nostre vetture l’inverno inizia a 7°C. A differenza della stagione estiva, in inverno, le condizioni stradali sono molto diversificate; troviamo infatti strada asciutta, bagnata, umida , innevata, ma sempre e comunque su strada fredda. Per questo motivo, in inverno, i pneumatici estivi hanno prestazioni inferiori rispetto alle gomme invernali: equipaggiare la vostra vettura con pneumatici invernali significa sicurezza. Oltre alle condizioni stradali e meteorologiche generalmente umide, in cui la scultura fa il suo lavoro, (tasso d’intaglio, orientamento e forma della scultura, tipo di lamelle), i pneumatici possono incontrare delle condizioni estreme come neve profonda, compatta e persino ghiaccio. L’aderenza su questi suoli richiede un funzionamento diverso e preciso.

Le persone fanno compromessi in molti aspetti della vita. Da quale tipo di scarpa acquistare, alla più rischiosa delle attività finanziarie, scegliere bene è fondamentale. Le automobili non sono escluse da questo processo: cosa è meglio per voi? Una sportiva, un Pick-up, oppure una crossover tuttofare? Alcune persone hanno i mezzi per acquistare un veicolo diverso per ogni giorno della settimana, altre, la maggior parte devono trovare uno o due veicoli che riescono a fare tutto e abbastanza bene. Indipendentemente dalla situazione finanziaria, però, c’è una cosa che tutte le persone al mondo desiderano: arrivare a destinazione in modo sicuro e senza rischi. I pneumatici, per tutti gli abitanti delle vetture sono estremamente fondamentali, essendo l’unico contatto tra voi (la vostra auto) e il suolo. Alla maggior parte degli automobilisti, non importa tanto il fondo stradale asciutto, bagnato, innevato o ghiacciato, alcuni guidano e basta, senza domandarsi che tipo di pneumatici siano montati sulla vettura. SBAGLIATISSIMO, ad ogni condizione meteo – stradale, corrisponde una gomma adatta. Voi andreste in settimana bianca portando solamente un paio di ciabatte da spiaggia? Naturalmente NO. La stessa cosa vale per la vostra auto, che pretende “scarpe” adatte ad ogni condizione, sia termica, sia stradale. Nascono per questo motivo i PNEUMATICI INVERNALI, detti anche GOMME TERMICHE

Battistrada pneumatici invernali

Gomme Termiche

I pneumatici invernali sono studiati, sviluppati e realizzati per essere performanti non solo in condizioni di asfalto innevato, ma anche quando il fondo stradale è bagnato e, persino in condizioni di asciutto, quando la temperatura scende sotto i 7°C. Le termiche si distinguono dai pneumatici estivi per la composizione della mescola ricca di silice, che rimane morbida e aderente al suolo anche temperature molto basse, Già intorno ai 6 – 7 °C la mescola diventa della morbidezza ideale per tenere al meglio la strada. I pneumatici invernali, a causa della dei materiali che compongono il battistrada, non offrono le stesse prestazioni in presenza di temperature elevate caratteristiche dei periodi estivi. Usare quindi pneumatici invernali con temperature elevate riduce la precisione di guida e particolarmente la resa chilometrica.

I pneumatici invernali, per essere riconosciuti tali dal codice della strada, devono riportare sulla spalla la sigla M+S (Mud + Snow = fango + neve); La M+S  indica infatti pneumatici adatti a percorrere  terreni battuti e irregolari. Insieme alla sigla M+S è presente anche un fiocco di neve con una montagna, ad indicare che il pneumatico inverale è adatto a strade di montagna.

Sigla M+S

Sigla M+S (11)    –    Fiocco neve in una montagna (10)

Differenze pneumatici invernali da gomme estive

La conformazione del battistrada è la differenza principale.

  • Lamelle (il cui funzionamento è stato spiegato sopra)
  • Incavi, che attraversando il battistrada, ne creano il disegno vero e proprio: tipicamente a freccia oppure ad onda. Gli incavi delle gomme estive sono più stretti e meno profondi
  • Mescola composta da silice che unendola al caucciù, serve a conservare la morbidezza della gomma alle basse temperature

Battistrada gomme invernali

I pneumatici invernali sono contraddistinti da un battistrada di diverso disegno e mescola (rispetto ai pneumatici estivi). Particolari mescole e un disegno ottimizzato per le basse temperature, conferiscono ai pneumatici invernali  grip e tenuta di strada, anche in presenza di fondi scivolosi a causa di pioggia, fango e neve. Il battistrada dei pneumatici invernali è formato da un rapporto tra pieni e vuoti, più basso rispetto ai cugini pneumatici estivi.

Tale rapporto ha come scopo principale

  • Aumentare il drenaggio dell’acqua, aumentare la tenuta su fondi bagnati e ridurre il fenomeno aquaplaning.
  • Aumentare la capacità di trattenere la neve; ciò implica maggiore trazione, poiché il grip ottenuto tra neve e neve è più grande del grip ottenuto tra neve e gomma
  • Permettere alla mescola di dare velocemente il grip necessario, in special modo con temperature estremamente basse

I disegni tipici del battistrada pneumatici invernali

  • Battistrada SIMMETRICO
  • Battistrada DIREZIONALE
  • Battistrada ASIMMETRICO

I battistrada simmetrici e direzionali sono adatti per vetture di cilindrata medio – piccola, mentre un battistrada asimmetrico è indicato per vetture di cilindrata superiore dove, vetture dotate di maggiore coppia e potenza, vetture che, a causa delle elevate prestazioni, richiedono un battistrada estremamente performante. Il battistrada dei pneumatici invernali è formato anche da lamelle (piccole cavità che attraversano i tasselli del battistrada); scopo primario delle lamelle invernali è conferire elasticità al battistrada durante il rotolamento al fine di migliorare il confort, e nello stesso tempo, aumentare l’aderenza su ghiaccio e neve grazie all’ effetto ventosa, cioè riescono a trattenere la neve fresca compattandola fra la strada e il pneumatico.

pneumatici invernali lamelle e tasselli

Mescola pneumatici invernali

Quando le temperature scendono, la mescola dei pneumatici estivi tende a cristallizzarsi, abbassando drasticamente l’aderenza. Nei pneumatici invernali invece, le mescole battistrada dei restano elastiche ed omogenee (persino in presenza di temperature estremamente rigide), assicurando quindi sempre il grip necessario.

Le mescole battistrada dei pneumatici invernali, sono composte da speciali polimeri, silice ed altri composti ad alta integrazione, e garantiscono:

  • Grande aderenza in frenata e accelerazione
  • Elevato grip in presenza di grandi pendenze
  • Tenuta laterale ed handling anche in condizioni di asciutto

Aderenza dei pneumatici invernali

Effetto Cremagliera: I pneumatici formano un’impronta nella neve: inizia il fenomeno dell’ingranamento. Un battistrada direzionale, formato da una scultura caratterizzata da specifici tasselli di gomma e da un elevato tasso d’intaglio è l’ingrediente primario dell’effetto cremagliera

Effetto Artiglio: L’effetto artiglio è dovuto all’azione delle lamelle che agiscono come migliaia di minuscoli artigli che si aggrappano al suolo. L’effetto artiglio sarà tanto più efficiente quanto più grande è il numero di lamelle e la loro lunghezza, nonché la loro forma specifica

Effetto Superficie al Suolo: Più la superficie di gomma a contatto con il suolo è grande, migliore è l’aderenza; principio importantissimo su fondi ghiacciati.

Materiali: L’effetto Materiali interessa la composizione della gomma che deve rimanere morbida ed efficace quando le temperature scendono sotto i 7°C. L’aggiunta di silice nella mescola dei pneumatici invernali  garantisce un’aderenza al suolo ottimale

 

Comportamento pneumatici invernali su neve

In caso di neve fresca, la pressione esercitata dall’auto aggrega i cristalli di ghiaccio che la compongono evitando così il contatto diretto neve su neve. Ciò permette alla gomma di far presa sulla strada.

Comportamento pneumatici invernali su ghiaccio

Se invece il problema è uno strato di ghiaccio, allora gli pneumatici intervengono tramite le lamelle, le quali riscaldando il battistrada. La differenza di temperatura tra pneumatico e ghiaccio, crea un effetto adesivo.

grafico temperatura grip

Come scegliere pneumatici invernali adatti alla nostra auto

Se i pneumatici invernali sono importanti è ugualmente rilevante scegliere quelli giusti e adeguati alla nostra auto. In teoria tutte le indicazioni necessarie per la scelta della gomma giusta sono scritte sul libretto di circolazione, ma sono un po’ mascherate da una serie di codici: larghezza del battistrada, altezza della spalla e diametro del cerchio, tutti parametri riportati sul libretto di circolazione. Sul libretto sono presenti 2 informazioni importantissime: le misure omologate ed i codici di velocità. Spesso si può scegliere fra diverse misure, però se il nostro utilizzo è tipicamente una percorrenza su molti strati di neve, la scelta giusta ricade su quelle più strette, poiché hanno un’aderenza maggiore. Se il terreno è più asciutto allora vanno bene anche gomme maggiorate.

Attenzione ai codici di velocità. La legge prevede di poter utilizzare codici superiori a quelli indicati, ma non inferiori. I pneumatici invernali possono avere un codice di velocità inferiore a quello previsto per il veicolo, ma in ogni caso non inferiore a Q (direttiva 92/93 CE).

A che velocità corrispondono le lettere che indicano i codici di velocità?

  • Q: fino a 160 Km/h
  • R: fino a 170 Km/h
  • S: fino a 180 Km/h
  • T: fino a 190 Km/h
  • H: fino a 210 Km/h
  • V: fino a 240 Km/h
  • ZR: oltre i 240 Km/h

Insieme al codice di velocità è presente anche un numero, indicante l’indice carico, (massimo peso sopportato dalla ruota). Così come il codice di velocità, il carico può essere superiore ma mai inferiore a quello indicato sul libretto di circolazione. (Se non sai dove trovare questi numeri ti invito a leggere un post come leggere i pneumatici)

Montaggio pneumatici invernali

In fase di montaggio, controlliamo sempre il senso di rotazione (indicato con una freccia, oppure con il’indicazione “lato esterno”). Infatti oltre ad essere montate tutte nello stesso verso, devono anche coincidere con il senso di marcia.

Pressione pneumatici invernali

Le pressioni di esercizio determinano l’efficacia dei pneumatici e, se non esatte, compromettono il comportamento del veicolo, causano usure non regolari con derivanti fenomeni di rumorosità di rotazione, insieme ad una sensibile riduzione di fluidità ed aumento del consumo di carburante. Controllare quindi la pressione di gonfiaggio, la quale deve essere maggiore di 0,2 bar rispetto alla pressione, riportata sul libretto di circolazione, delle gomme estive. È fondamentale controllare la pressione a freddo, e se possibile ogni mese.

Profondità battistrada gomme invernali

Il limite minimo di battistrada è fissato per legge a 1.6 mm, (uguale ai pneumatici estivi). È bene ricordare però che i pneumatici invernali, perdono la loro efficacia sulla neve già con un battistrada inferiore a 4 mm, limite che rende i pneumatici invernali non più idonei per un impiego invernale.

Come conservare i pneumatici

Arrivato il momento di conservarle, (in primavera), non lasciare i pneumatici esposti direttamente alla luce sole, ma conservarli in luoghi freschi e non umidi. Si consiglia di lavarle ed eliminare corpi estranei conservarle (Articolo completo su come conservare i pneumatici).

magazzino_solo_pnuematici magazzino_pnuematici_cerchi

Cosa dice la legge su i pneumatici invernali

Per la legge i pneumatici invernali sono equiparati alle catene da neve, quindi in tutte quelle zone in cui vige l’obbligo di catene è possibile tranquillamente utilizzare le gomme termiche.

Su quali e quante ruote montare i pneumatici invernali

Fondamentale per una guida sicura, è, dotare il veicolo con 4 pneumatici invernali, e non solamente 2 (montate sull’asse motrice). Un veicolo equipaggiato con soli 2 pneumatici invernali può infatti essere sottoposto ad instabilità quando si percorrono fondi bagnati o innevati, specialmente in curva ed in frenata, dando il via a temutissimi effetti di sovrasterzo e, o sottosterzo.Una volta scelte le gomme adeguate è bene ricordare che la guida su ghiaccio e neve è sempre pericolosa, è bene quindi tenere una velocità non superiore ai 50 Km/h e fare ESTREMA ATTENZIONE.

Prima di partire per un viaggio

Prima di partire per un viaggio, una settimana bianca, piuttosto che un importante viaggio di lavoro, è fondamentale informarsi su quanta neve è presente sulla strada che intendiamo percorrere. Infatti i pneumatici invernali diventano inefficaci quando lo strato di neve supera i 20 cm. Con tale quantità di neve c’è il rischio che l’ auto rimanga bloccata per la troppa neve accumulata sotto il pianale. In una simile situazione è necessario montare la catene poiché danno maggiore trazione e dotarsi di una pala per rimuovere la neve sotto la vettura.

Gomme blog ti ringrazia per la lettura e, per poter approfondire l’argomento, ti invita a visitare la categoria Test pneumatici.

QUI UN LINK ALLE OFFERTE PNEUMATICI INVERNALI: PREZZI PNEUMATICI INVERNALI

  • Questo Articolo è © Gommeblog.it (Vietata la riproduzione anche parziale di testo e Contenuti)
  • Ultimo Aggiornamento: 08/03/2013

85 pensieri riguardo “Pneumatici Invernali 2013 – 2014: Consigli su come scegliere le Termiche

  • Grazie del supporto ma anche se chiamerò cosa potranno dirmi……. Comunque lunedì chiamerò.

  • @ Giampiero
    Uno dei motivi per cui ho deciso di acquistare i Goodyear Ultragrip 8 invece dei Michelin Alpine A4 è stato quello di aver letto alcune recensioni (per quello che possono valere, perché non c’è niente di meglio di una prova sul campo fatta personalmente) in cui reputavano questi ultimi leggermenti scivolosi sul bagnato e di avere prestazioni nella media sulla neve.

    tyrereviews.co.uk/Article/2010-European-Winter-Tyre-Test.htm

    tyrereviews.co.uk/Article/2011-Auto-Bild-Winter-Tyre-Test.htm

    tyrereviews.co.uk/Article/2011-Auto-Zeitung-Winter-Tyre-Test.htm

    tyrereviews.co.uk/Article/2011-ACE-Winter-Tyre-Test.htm

    Io una mia opinione me la sono fatta: probabilmente con la misura 225 (quella dei test da me linkati) o leggermente inferiore, gli Alpin A4 hanno buone performance sulla neve; invece con le nostre misure (anch’io monto le 195) vanno meglio altre marche (o forse altri disegni) di gomme…

  • Si Rick sicuramente hai ragione tu perchè sinceramente è inspiegabile che delle gomme così costose vadano, almeno parlo per la mia auto, così male. Resta il fatto che ora le gomme sono nuove le ho pagate profumatamente e cosa me ne faccio? le butto? Considerato che abito in Abruzzo e devo percorrere una volta a settimana la A25 ove cè l’obbligo dei pneumatici da neve dal 15 novembre al 15 aprile, poichè lavoro vicino Roma in un paese di montagna, non nè posso fare a meno ed ora sinceramente non so che fare!!!
    Comunque grazie del suggerimento, il prossimo anno viste le ottime recensioni vorrei provare Nokian invernali.

  • Non lo so, Giampiero, la mia è soltanto una supposizione…
    Cosa te ne fai delle gomme? In che rapporti sei col gommista? Se hai fatto pochi Km, perché non provi a chiedergli se te le cambia? Io ho avuto un “problema” con 2 gomme estive (http://www.gommeblog.it/news-gomme-e-cerchi/15933/nuova-fiat-panda-pneumatici-goodyear/#comments) e il gommista (fortunatamente) me le ha cambiate. C’è da dire però che lo conosco…
    Per quanto riguarda le Nokian, nel caso specifico le WR G2 che avevano proposto anche a me, ho letto recensioni in cui quasi tutti dicono che sono degli ottimi pneumatici sulla neve, ma per qualcuno sono un po’ sdrucciolevoli sul fondo viscido (non bagnato, solo umido), ma probabilmente tanto dipende anche dal tipo di autovettura. Ad esempio il tizio che slittava sul bagnato le aveva montate sulla Bravo, mentre con le Firestone Winterhawk che aveva avuto precedentemente, si trovava benissimo come te.
    Eccoti un altro bel test dove si dice che le Michelin Alpine A4 “not excelling in the snow”: http://www.tyrereviews.co.uk/Article/2010-Auto-Zeitung-Winter-Tyre-Test.htm
    Per quanto riguarda invece la mia esperienza con le Goodyear Ultragrip 8 posso dirti che sono delle ottime gomme per quanto riguarda il touring (infatti sul sito di Goodyear le propongono per prestazioni standard), ma se cominci ad avere una guida, non dico sportiva, ma un po’ più brillante come la mia, bisogna stare un po’ attenti perché non sono adatte per correre, anche se sono un po’ più rigide di altre gomme invernali come le Kleber e gli stessi Michelin. Nel complesso posso dire che è una buona gomma sull’asciutto, ottima invece su bagnato: sembra di guidare sull’asciutto! Ottima tenuta anche sulla neve, nonostante quella caduta il 1° febbraio a Lucca non fosse altissima (4/5 cm circa). Per i primi 3/4 giorni (quindi per me all’incirca 500/600 Km dato che faccio il pendolare in autostrada) le gomme al di sopra dei 100/110 Km/h vibravano come un ossesso, addirittura da farti battere i denti insieme, poi si sono assestate e le vibrazioni sono sparite del tutto. Se proprio vogliamo trovargli una pecca, qualche sera fa mentre percorrevo l’uscita di Sesto F.no per tornare a casa, le ho sentite andare via leggermente. Ma considera che l’asfalto era molto viscido a causa di qualche fiocco di neve portato dal vento che probabilmente si era adagiado sull’asfalto ghiacciandosi e che io andavo a 70 Km/h, come faccio sempre del resto in quel punto, senza aver mai avuto problemi anche su strada bagnata…

  • Comunque forse ho trovato un’acquirente per le Alpin 4 e dopo questa esperienza non credo proprio che le riprenderò mai più!!!

  • Come pneumatici estivi ho gli Hankook ventus s1 evo nella misura di 215/45R17 e sinceramente sono rimasto molto soddisfatto

  • Bene Giampiero, sono contento per te se riesci a risolvere il tuo problema. Un saluto dalla Toscana. Poi facci sapere quali altri pneumatici hai montato… 🙂

  • Questa mattina passando dal mio gommista mi ha proposto di restituirgli le alpin 4 e montare le bridgestone blizzak lui me le ha consigliate vedremo…..

  • Noooo! Le Blizzak nooo! Quale modello? Vabbè dai, prima di parlarne male a priori, dato che non le ho provate personalmente, vediamo come si comportano sul campo di battaglia… 😉
    Ma perché, dato che ti eri trovato benissimo, non hai ripreso le Winterhawk?

  • Guarda in realtà sono indeciso tra le Blizzak e le Yokohama Winter ma credo che alla fine opterò per le winter che ho visto come vanno su parecchia neve sotto la clio di un mio amico e sono rimasto sorpreso.

  • Buongiorno e grazie per l’articolo. Ho una Grand Cherokee 2012 Overland che monta pneumatici di fabbrica Continental estivi 265 50 R20 110V. sto cercando di capire che gomme invernali posso montare ma non trovo alcuna scelta sul mercato… possibile che per quest’auto non ci siano gomme da neve ??? grazie

    • Potrebbe Optare per Bridgestone, Pirelli o Nokian. Qui le Misure da lei selezionate (LINK)

  • Buongiorno vorrei montare le termiche sul trafic 6 posti sul libretto ll’unica misura omologata è 195/65 r16c 100/98T ho trovato delle Pirelli Chrono Winter 205/65 r16 107/105T vanno bene lo stesso? Grazie a presto

  • chiedo scusa, ma solo a termini di legge, lasciando stare tutti gli aspetti tecnici e di sicurezza, mi potete dire se bastano solo due gomme termiche sull’asse motrice. Grazie

  • io ho avuto modo di provare varie gomme termiche, e a dire il vero le nokian mi sembravano buonissime ( ho attualmente montato il terzo treno di nokian con tre vetture diverse), finchè non ho montato le wrg2 nokian………buonissime sulla neve, ma fate una rotonda o un curvone sul bagnato!!!!!mi sono addirittura fermato a controllare se avevo una gomma a terra da quanto partiva la macchina, io ho una skoda yeti e in quanto a tenuta non mi lamento (esp + 4×4 con differenziale haldex di 4° generazione e gomme da 225 50 17)ma quando prenderò delle invernali nuove, di sicuro non prenderò nokian!!

  • Vado ogni anno in trentino con gomme lm 32 Bridgestone montate su g punto evo ho risolto tutti i problemi con la neve e per l’inverno consiglio gomme termiche e non quattro stagioni. Si dice che le nokian siano le migliori fate voi.

  • blog interessantissimo 🙂

    Domanda : ho una piccolissima Citroen c1 (anche detta peugeot 107, o toyota Aygo 😉 )
    qualcuno ha esperienze (buone o cattive) con le termiche su queste vetture?

    pensavo di montare delle Michelin Alpin, ma comincio a temere che quelle da 155 non abbiano nulla a che vedere con le rinomate versioni da 225…

  • ragazzi ho una lancia ypsilon 1.3 multijet e monta 185/65/14,avevo pensato di montare le dunlop winter responce…qualcuno le ha provate?sapete consigliarmi voi?nn ho mai montato le termiche,mi baso sui test!!!!!!!

  • Ho montato le pirelli Snow Control serie 3 e le trovo fantastiche: ottima aderenza, silenziose e sulla neve hanno una tenuta ottima.

  • RAGAZZI… NOKIAN!!! ottimi risultati e costi molto più competitivi!!!!!! Ho montato le nokian 205/55 r17 e vanno benissimo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.