Continental aumenta l’impegno per la produzione in India

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici Estivi 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Michelin Primacy 3

★★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T001 Evo

★★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★★

Mostra Prezzo

Hankook Ventus Prime 3 K125

★★★★

Mostra Prezzo

Semperit Speed-Life 2

★★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecsta HS51

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P7 Blue

★★★

Mostra Prezzo

Fulda Ecocontrol HP

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear EfficientGrip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Nexen N'blue HD Plus

★★★

Mostra Prezzo

Cooper Zeon CS8

★★★

Mostra Prezzo

Continental ha annunciato di voler aumentare la propria presenza sul mercato indiano, migliorando la produzione e rendendo più moderni ed efficienti gli impianti. Nessuno è ovviamente rimasto sorpreso da questa decisione, dato che lo scorso luglio la compagnia aveva acquisito la società locale Modi Tyres, chiaro segnale di una volontà di investire in questo particolare mercato. In particolare sarà la produzione di gomme per truck e autobus la prima a dover aumentare il ritmo. Nell’impianto di Modipuram si dovranno produrre almeno 500.000 unità entro la fine dell’anno e la volontà è di toccare il milione entro il 2013. Ovviamente per fare ciò verranno effettuate delle nuove assunzioni, facendo passare la forza lavoro dagli attuali 1.600 dipendenti ad almeno 2.400 nel giro di alcuni anni. Inoltre verranno riservati 50 milioni di euro da dedicare alla produzione di pneumatici radiali per automobili e trasporto leggero.

Alla luce della continua crescita del mercato automobilistico indiano, testimoniato dalla nascita di grandi aziende come Tata Motors, Continental ha dichiarato attraverso le parole di Nikolai Setzer, CEO dell’azienda, di come si sia fiduciosi della crescita della domanda di pneumatici radiali sul suolo indiano, che vengono considerati anche la soluzione del futuro persino per il trasporto pesante. Ovviamente sono state spese numerose parole circa la bontà del progetto e il successo che sta avendo in India la casa di produzione, che nel 2010 avrebbe raccolto più di 4 miliardi di euro di fatturazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.