Pirelli aumenta il proprio investimento negli stabilimenti romeni

TOP SCONTI e OFFERTE sulle Migliori IDROPULITRICI - Agrieuro.com

MODELLO

PRESSIONE

PREZZO

IDROPULITRICI BATTERIA70-110 bar

Mostra Prezzo

IDROPULITRICI PICCOLE100-140 bar

Mostra Prezzo

IDROPULITRICI HOBBISTICHE120-160 bar

Mostra Prezzo

IDROPULITRICI SEMI PROFESSIONALI130-180 bar

Mostra Prezzo

IDROPULITRICI PROFESSIONALI150-200 bar

Mostra Prezzo


Pirelli ha annunciato che entro il 2014 aumenterà di 150 milioni di euro il suo investimento negli impianti di produzione di Slatina e Bumbesti Jiu-Gorj, in Romania. «Tra il 2005, anno del suo insediamento in Romania, e il 2010 Pirelli ha già investito 300 milioni di euro – spiega Pirelli in una nota – che raggiungeranno oltre 450 milioni di euro al 2014, nel grande polo industriale composto a Slatina da una fabbrica di pneumatici per vettura e da uno stabilimento per la produzione di “steelcord” e a Bumbesti Jiu-Gorj da uno stabilimento di filtri antiparticolato per motori diesel.» L’investimento è stato celebrato anche con l’ampliamento dell’impianto di Slatina, inaugurato proprio oggi dal primo ministro romeno Emil Boc alla presenza, tra gli altri, del presidente di Pirelli Marco Tronchetti Provera. L’investimento prevede il superamento della barriera dei 7 milioni di pneumatici prodotti all’anno a fine 2011 fino ad arrivare a 10 milioni nel 2014. Inoltre la fabbrica, passata già dai precedenti 100.000 metri quadrati di estensione a 160.000, arriverà presto a 175.000, così da aiutare ulteriormente la produttività.

Pirelli aumenta il proprio investimento negli stabilimenti romeni 1

In questo momento il polo di Slatina impiega circa 2.400 operai e sono destinati ad aumentare con una serie di altre 300 assunzioni, di cui molte già effettuate. «Dal 2005 a oggi – ha dichiarato Tronchetti Provera – Pirelli è diventata una realtà significativa in Romania, che per Pirelli costituisce uno dei mercati importanti per soddisfare con processi produttivi e prodotti di eccellenza non solo la domanda a
livello locale, ma anche quella dei mercati emergenti dell’Europa dell’est.»

Foto: Flickr

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.