OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici INVERNALI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2INVERNALE

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP3INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato WinterINVERNALE

Mostra Prezzo

Continental WinterContact TS860INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Hankook Winter icept RS2 W452INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin A4INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Falken Eurowinter HS01INVERNALE

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Goodyear Ultragrip 9INVERNALE

Mostra Prezzo

Nokian WR D4INVERNALE

Mostra Prezzo


Annunciata a fine 2011, 208 Type R5 sarà presentata a Parigi in occasione del Mondial de l’Automobile, il Salone dell’Auto che si terrà dal 29 settembre al 14 ottobre prossimi. Le sue forme e le sue caratteristiche tecniche continuano la tradizione Peugeot nei rally. Progettata per l’asfalto e per la terra, 208 Type R5 muoverà i primi passi in gara e sarà commercializzata nel secondo semestre 2013 per poi puntare alla conquista dei campionati nazionali e internazionali dela stagione successiva. 207 Super 2000, vera e propria pioniera della specialità, ha vinto tutto, tant’è che il suo albo d’oro è il più lungo della categoria. Ha conquistato 6 titoli nell’Intercontinental Rally Challenge, numerosi trofei in diversi campionati nazionali e innumerevoli vittorie in prestigiose prove internazionali, tra cui il Rally di Sanremo, il Tour de Corse e il Rally di Montecarlo. Fino ad oggi sono stati venduti 107 esemplari, gestiti da clienti privati e importatori o Filiali Peugeot: Belgio, Danimarca, Francia, Italia, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Sudafrica, Ungheria. Piloti come Thierry Neuville o Kris Meeke si sono distinti e si sono affermati al volante di questa vettura.

208 Type R5 ha, dunque, il compito impegnativo di succedere degnamente a 207 Super 2000 e beneficerà di tutta l’esperienza e il know-how di Peugeot Sport, acquisiti e riconosciuti da moltissimi anni. Sotto la direzione di Alexis Avril, responsabile tecnico di Peugeot Sport, Bertrand Vallat, a suo tempo “padre” di 207 S2000, è il capo progetto di 208 Type R5.

Prestazioni e contenimento dei costi

La categoria R5 comprende vetture del gruppo A derivate da un modello di serie prodotto in almeno 25 000 esemplari. Prevista dalla FIA a partire dal 2013, ha tra i suoi obiettivi una sensibile riduzione dei costi, compresi quelli di gestione. Il regolamento tecnico riprende le caratteristiche principali della categoria S2000: 4 ruote motrici, cambio sequenziale a 5 marce, assenza di differenziale centrale, sospensioni con grandi escursioni. Lo stesso vale per la carrozzeria che propone carreggiate allargate, alettone, passaruota allargati per montare gli pneumatici da 18’’. Il peso minimo è di 1200 kg nella versione terra e asfalto, come per le WRC.

“Il regolamento, basato sull’ottimizzazione dei costi – spiega Bertrand Vallat – impone, tra l’altro, un prezzo massimo per alcuni componenti e alcuni vincoli tecnici come il peso minimo di alcuni elementi del telaio e del motore. Inoltre, un certo numero di elementi della vettura devono essere simili. Il pivot è un perfetto esempio. I quattro pivot devono essere identici, il che facilita notevolmente la gestione, limita i costi e lo stock”.

Un’altra grande differenza rispetto al regolamento S2000 è rappresentata dalla motorizzazione: il 2 litri aspirato è sostituito dal motore 1,6 litri turbo. 208 Type R5 adotterà dunque l’EP6 CDT di serie.

“Puntiamo a prestazioni lievemente superiori rispetto a quelle della S2000 », sottolinea Bertrand Vallat. –  Partiamo dal 1,6 THP, che ha già primeggiato. Sappiamo che è affidabile e prestazionale e contiamo di raggiungere i 280 cavalli. Con questo motore partiamo da ottime basi perché è lo stesso montato sulla RCZ Racing Cup accreditata di 260 cavalli nella versione endurance. Puntiamo anche a un’affidabilità di altissimo livello: tra i 3000 e i 5000 chilometri (a seconda dei componenti), il che ridurrà anche i costi di gestione”.

Peugeot 208 Type R5 beneficia delle evoluzioni di 208, soprattutto a livello di peso. Infatti la scocca di 208 è stata alleggerita di circa 40 chili rispetto a quella di 207. Proprio il suo ingombro è una carta vincente importante per la Type R5 con il passo lungo, che fornisce un’eccellente stabilità del telaio. Più compatta del modello che sostituisce, 208 è più vivace e più efficace, elementi decisivi e ricercati in un’auto da corsa. Tutte queste qualità dinamiche di 208 contribuiscono a conferire alla Type R5 un eccellente comportamento su strada.

Gli impegni a partire dal 2013

208 Type R5 ha grandi ambizioni. Progettata e assemblata nei reparti di Peugeot Sport a Vélizy, inizierà un vasto programma di prove già dalla fine del 2012, su asfalto e su terra, il quale si protrarrà per tutta la vita della vettura, per offrire costantemente le migliori evoluzioni ai clienti e alle filiali e garantire possibilità di vittoria in un settore altamente competitivo. Commercializzata nel corso del secondo semestre 2013, 208 Type R5 potrà mettersi in mostra e conquistare vari campionati : Intercontinental Rally Challenge, Campionato europeo Rally, Campionati nazionali.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.