OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Una delle novità rilevanti del nuovo modello è il freno di stazionamento elettromeccanico, in sostituzione del precedente ad azionamento meccanico. Il sistema di climatizzazione è stato ulteriormente ottimizzato. Inoltre, molte importanti funzioni possono essere gestite tramite il volante multifunzionale, con tasto libero per assegnazione a piacere, e controllate nel display del sistema d’informazioni per il conducente. Le innovazioni più interessanti, tuttavia, riguardano hardware, software e comandi di infotainment.

Audi e Nvidia

“La tecnologia tedesca incontra la Silicon Valley”: questo lo slogan più calzante per descrivere la collaborazione tra Audi e Nvidia Corporation. Utilizzando i processori grafici forniti da quest’ultima su moltii modelli, Audi ha raggiunto una posizione d’eccellenza negli allestimenti infotainment delle proprie vetture. Tali processori presentano innovazioni assolute, come la prima integrazione di immagini Google Earth nelle mappe di navigazione. Audi e Nvidia avviarono una joint venture nel 2005. La A4 già nel 2007 montava un chip fornito dal produttore di Santa Clara, in California. Due anni dopo, la A8 presentava un display di nuova dimensione, basato sulla tecnologia Nvidia. Ora, Audi e Nvidia si preparano al lancio di una generazione di prodotti nati dalla loro collaborazione: la nuova piattaforma di infotainment modulare con processori Tegra.

Piattaforma di infotainment modulare

La nuova Audi A3 è il primo modello del Marchio a offrire le funzioni della piattaforma di infotainment modulare. Audi si avvale di quest’architettura radicalmente nuova per rispondere a un’esigenza che sta diventando sempre più urgente: le innovazioni dei sistemi elettronici utilizzati dai Clienti e le capacità di utilizzo delle funzioni computerizzate sono introdotte sul mercato con una rapidità ben superiore ai cicli di produzione delle Case automobilistiche. Il computer centrale nella piattaforma infotainment modulare utilizzata attualmente da Audi comprende due unità: una per il controllo della radio sulla vettura e l’altra conosciuta come scheda MMX (dove MMX significa Multi-Media eXtension). Quest’ultima è un modulo altamente prestazionale, che integra nella memoria di lavoro e flash l’ultimo processore Tegra prodotto da Nvidia e dedicato alla gestione di tutti i comandi vocali, online, media e alle funzioni di navigazione e telefonia. Il nuovo sistema modulare rende semplice l’aggiornamento dell’hardware grazie alla possibilità di sostituire la scheda MMX per implementare questo sistema, davvero all’avanguardia della tecnologia.

Nella nuova A3, il processore T 20 della serie Tegra 2 prodotto dal leader di mercato Nvidia viene utilizzato come processore a doppio nucleo con frequenza di clock 1.2 GHz e scheda grafica a elevata velocità. Esso accelera la riproduzione di molti formati audio e video, del tipo Mp3 audio e Mpeg4 video, che attualmente dominano il mondo del mobile entertainment. Il processore T 20 opera in abbinamento a un programma grafico (noto come 3D engine) realizzato dallo specialista Rightware, che rende Audi la prima Casa automobilistica in grado di visualizzare immagini tridimensionali a bordo vettura. La nuova A3 viene salvata come modello dati nel sistema. Il conducente e i passeggeri possono vederla virtualmente in dettaglio e da più angolazioni nel menù “Car” del sistema di navigazione plus con MMI. Una finestra di anteprima immagini è integrata nel menu principale.

Nel 2012 saranno già attivi sulle vetture Audi i processori Tegra 30 di nuova generazione, recentemente messi in commercio da Nvidia. Basati sulla tecnologia quad core, essi operano con una frequenza di clock fino a 1.4 GHz. Come nel T 20, il fabbisogno di energia è minimo sposandosi così perfettamente con la strategia di efficienza perseguita da Audi. Nvidia sta sviluppando chip sempre più potenti e nei prossimi anni Audi sarà la prima a introdurli sulle proprie vetture, appena saranno commercializzati.

e.solutions GmbH

Anche il software che opera con le schede MMX ha una struttura modulare e Audi lo ha sviluppato del tutto autonomamente rispetto all’hardware. A metà del 2009 fu fondata e.solutions GmbH da una joint venture tra Audi Electronics Venture GmbH, società di proprietà di AUDI AG, ed Elektrobit Automotive GmbH, una divisione dell’azienda finlandese Elektrobit operante nel settore informatico. Audi fornisce il proprio contributo di know-how di infotainment nel settore automotive, Elektrobit la propria competenza nello sviluppo software a livello globale, nel settore infotainment e dell’integrazione dei sistemi. Oltre 150 specialisti di software lavorano attualmente sotto l’egida della nuova società a Ingolstadt ed Erlangen, concentrandosi sullo sviluppo di nuove soluzioni infotainment modulari. La e.solutions GmbH acquista software dedicati sul mercato globale, per esempio per la navigazione o la telefonia, e li integra nel tessuto software sviluppato internamente a e.solutions.

Il nuovo terminale MMI con tasto touch

Oltre che con comandi vocali, nella nuova Audi A3 il terminale MMI montato nel tunnel viene utilizzato anche per gestire molte funzioni di infotainment. Gli ingegneri hanno realizzato una nuova interfaccia di comunicazione, tenendo soprattutto in considerazione la forma assottigliata della consolle del tunnel in questo modello Audi compatto. Il componente centrale è il tasto touch, che per la prima volta unisce le funzioni del touchpad e del pulsante rotante in un solo elemento di comando. Il pulsante rotondo presenta una sommità la cui superficie è sensibile al tatto, che consente all’utente di inserire i caratteri con il solo movimento di un dito. Il sistema di riconoscimento della scrittura manuale è di altissima qualità e il grande tasto touch si muove con estrema precisione, consentendo di fare clic nel punto preciso selezionato. Il comando è circondato da un anello illuminato grazie alla tecnologia LED.

Due interruttori basculanti davanti al tasto touch permettono di gestire direttamente le funzioni più importanti dei sistemi di telefonia/navigazione e media/radio, mentre un tasto menù e un tasto back completano la serie dei comandi disponibili. I quattro softkey per navigare all’interno dei menù e i due interruttori basculanti dedicati alle operazioni dirette sono cromati. Il controllo del volume con funzione skip integrata completa il terminale MMI della nuova Audi A3 e consente un uso intuitivo.

Audi ha completamente rivisto non solo l’utilizzo, ma anche la struttura e molti dettagli del menù. Per fare un esempio, il lettore e il centro di gestione dei media sono nettamente separati; brani, raccolte e artisti possono essere individuati direttamente tramite la ricerca per testo libero. La ricerca dei POI (Point Of Interest) e il sistema di navigazione sono stati semplificati; le informazioni sul traffico possono essere richiamate tramite la mappa. I servizi di connessione sono stati raggruppati in un menu specifico; il sistema Audi drive select viene gestito tramite il menù CAR e sono state migliorate molte funzioni di telefonia.

Il nuovo schermo

La nuova Audi A3 è dotata di un display da 7″ di diagonale. Grazie all’elevato contrasto e alla risoluzione di 800×480 pixel, esso consente di visualizzare immagini brillanti con una nitida grafica 3D; la retroilluminazione è garantita da LED altamente efficienti. Il display è elegantemente inserito nella plancia della strumentazione, con una leggera angolazione verso il conducente. Con uno spessore di appena 11 millimetri è sottile come un iPhone. Lo schermo si rifà al telefono cellulare Apple, con il vetro di copertura montato direttamente sulla superficie dello schermo TFT tramite uno speciale processo di laminazione. L’assenza di vuoto tra i due componenti migliora le caratteristiche visive. La scatola verniciata è realizzata in magnesio ultra-sottile, con un risparmio di circa 50 grammi di peso. Dettagli lucidi e cromati conferiscono un tocco raffinato.

L’Audi Phone Box

Un altro componente fornibile a richiesta per la nuova Audi A3 è l’Audi Phone Box, che consente di abbinare perfettamente alla vettura i telefoni cellulari di qualsiasi tipo. Il suo principale componente è un’antenna planare integrata nel portatelefono dell’appoggiabraccia centrale. Il telefono utilizza la connessione di campo per comunicare con l’antenna planare, che invia i segnali via cavo all’antenna veicolare tramite amplificatore. L’alimentazione di corrente del telefono cellulare avviene tramite una porta USB nell’Audi Phone Box. Audi sta lavorando a medio termine a un sistema di ricarica senza contatto, per telefoni cellulari.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.