Federpneus: italiani non controllano la pressione dei pneumatici

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Continental WinterContact TS860

★★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Sport 5

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 5

★★★

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP 3

★★★

Mostra Prezzo

Nexen Winguard SnowG WH2

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Blizzak LM 001 Evo

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Yokohama BluEarth Winter (V905)

★★★

Mostra Prezzo

Kumho WinterCraft WP51

★★★

Mostra Prezzo

Giti Winter W1

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Winterhawk 3

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★

Mostra Prezzo

Debica Frigo 2

★★★

Mostra Prezzo

Esa+Tecar Super Grip 9

★★★

Sava Eskimo S3+

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Federpneus dichiara in seguito ad una ricerca eseguita dall’ISFORT (Istituto Superiore di Formazione e Ricerca sui Trasporti), che gran parte degli automobilisti italiani non controlla periodicamente la pressione delle gomme. Questa incuranza può avere anche gravi ripercussioni in fatto di sicurezza, inquinamento e consumi di carburante. Nei primi 6 mesi del 2009, infatti l’80,5% (+1,4% rispetto al 2008) degli italiani tra i 14 e 80 anni, si sposta quotidianamente utilizzando auto, moto, e mezzi pubblici; dato non trascurabile, poiché parallelamente all’utilizzo dei veicoli a motore, sono aumentate anche le apprensioni per gli effetti che questi mezzi possono avere sull’ambiente. Secondo la Commissione Europea, infatti pneumatici con una errata pressione di gonfiaggio, possono incrementare il consumo di carburante e le emissioni di CO2 (+4%), mentre resa chilometrica diminuisce anche del 45%, senza contare gli effetti sulla sicurezza del veicolo. L’Unione Europea ha promosso nuovi regolamenti al fine di limitare la quantità di sostanze inquinanti prodotte dai mezzi motorizzati. Federpneus, al fine di contenere consumi ed emissioni di sostanze nocive, ricorda di controllare regolarmente lo stato degli pneumatici e la loro pressione. Inoltre, Federpneus consiglia di rivolgersi a specialisti del settore che dispongono di macchinari e di esperienza necessaria per poter svolgere questi controlli con professionalità e sicurezza.

 

pressione pneumatici

 

Fonte: Autoblog

Un pensiero riguardo “Federpneus: italiani non controllano la pressione dei pneumatici

  • Gli Italiani non solo non controllano la pressione delle gomme, ma non le invertono mai, l’assettlo fanno fare solo se il volenate tira da una parte.
    Non sono nemmeno in grado di leggere i segnali di allerta visibili sul battistrada.

    La cosa peggiore è che se li inviti a fare un controllo ti dicono che sono solo soldi buttati.

    Giuliano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.