OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici INVERNALI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2INVERNALE

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP3INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato WinterINVERNALE

Mostra Prezzo

Continental WinterContact TS860INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Hankook Winter icept RS2 W452INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin A4INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Falken Eurowinter HS01INVERNALE

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Goodyear Ultragrip 9INVERNALE

Mostra Prezzo

Nokian WR D4INVERNALE

Mostra Prezzo


Ad Abu Dhabi i Team avranno a disposizione i P Zero White medium e i P Zero Yellow soft. Per l’inedito Gran premio degli Stati Uniti, Pirelli porterà i P Zero Silver hard e i P Zero White medium. Questa stessa combinazione – hard-medium – sarà riproposta anche per il Gran premio del Brasile. La gara di Abu Dhabi si disputa al tramonto, quindi le temperature tendono a diminuire.  Sebbene il giro comprenda un’ampia varietà di velocità e curve, l’asfalto è abbastanza liscio ed il livello di degrado non è eccessivo. Queste caratteristiche fanno della combinazione media-morbida la scelta perfetta per questo circuito. A Austin si correrà per la prima volta e, secondo i dati di simulazione raccolti dai tecnici Pirelli durante l’estate, l’accoppiata gomme dure-medie è la più adatta a rispondere alle diverse esigenze di questo tracciato. Su un circuito completamente nuovo, infatti, una scelta relativamente conservativa consentirà di coprire tutte le variabili.

Nel corso di un recente sopralluogo su questa pista, gli ingegneri Pirelli hanno calcolato che qui vengono scaricati carichi di energia significativi sulle gomme. Attese anche alte temperature. Il circuito di Interlagos, al contrario, è noto per le sollecitazioni sulle gomme, con grandi dislivelli, curve veloci e carichi significativi sulla struttura degli pneumatici. Per queste ragioni, le mescole dure e medie saranno la scelta migliore per l’ultima gara della stagione 2012.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.