F1 Barcellona: Hamilton, 3° Pole su Pirelli P Zero Soft

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Il pilota della McLaren Lewis Hamilton ha conquistato oggi la terza pole position della stagione 2012 con gli pneumatici P Zero Yellow soft, portati in Spagna da Pirelli in abbinamento ai P Zero Silver hard. Si tratta della prima pole in terra iberica per il pilota inglese e la 150° per il Team McLaren, siglata grazie al tempo di 1m21.707s stabilito durante una sessione ricca di strategie diversificate.Pastor Maldonado della Williams si è posizionado secondo sempre con le mescole soft , conquistando così il miglior piazzamento della sua carriera nonché del Team Williams dal Gran Premio del Brasile del 2010. Le qualifiche odierne sono iniziate con una temperatura dell’asfalto di 40 gradi centigradi, superando quindi di qualche grado quelle registrate due settimane fa in Bahrain. Ciò ha aumentato lo stress sopportato dagli pneumatici nelle curve, in particolare la terza, la più lunga e veloce di tutto il Circuito di Catalogna. Con tre pit stop previsti dalla maggior parte dei Team in gara e tre set di penumatici per ciascuna delle mescole soft e hard a disposizione per qualifiche e gara, la gestione delle gomme si è confermata essere di cruciale importanza sin dall’inizio del Q1.

Maldonado è passato per primo ai P Zero Yellow soft a metà della prima sessione di qualifica, superando i tempi registrati fino a quel momento e sottolineando il passo in pista stabilito sin dall’inizio del week-end. Anche i due piloti Red Bull hanno completato un run con le specifiche soft verso la fine del Q1. Durante la seconda sessione tutti i piloti sono passati alle mescole soft. La maggior parte ha optato per pneumatici usati, al fine di preservare un set nuovo per il rush finale alla conquista delle prime dieci posizioni. Il pilota della Sauber Kamui Kobayashi, tuttavia, pur classificatosi per la Q3, non è riuscito a prenderne parte a causa di un problema meccanico, il che ha ridotto la sfida a nove posizioni. Il pilota della Red Bull Sebastan Vettel è sceso in pista per primo durante l’ultima sessione di qualifica, competando un giro con P Zero Yellow soft senza tuttavia stabilire alcun tempo. Stesso risultato anche per Michael Schumacher della Mercedes, che ha optato invece per pneumatici P Zero Silver hard. I giri mancati di entrambi consentiranno loro, al pari di Kobayashi, di partire domani dalla griglia di partenza con qualsiasi tipo di specifica. Durante le prove libere della mattinata, Vettel era stato il pilota più veloce con un tempo di 1m23.168s stabilito con pneumatici P Zero Yellow soft , accompagnato da entrambi i piloti Sauber, che hanno registrato prestazioni veloci durante quasi tutta la sessione.

Paul Hembery, direttore Pirelli Motorsport, ha commentato:

“La strategia è stata protagonista assoluta durante le qualifiche di oggi, evidenziando un distacco di circa 0,8 secondi tra le mescole hard e soft, a seconda delle Scuiderie. Storicamente, Barcellona è una gara che è quasi sempre stata vinta dalla prima fila della griglia, tuttavia  i piloti che si sono qualificati nelle ultime posizioni domani avranno ancora la possibilità di lottare per la vittoria. Ci sono state alcune eliminazioni sorprendenti in Q2, ma proprio questi piloti avranno il vantaggio di avere gomme fresche, quindi sarà interessante vedere come sapranno utilizzarle. Poiché il Circuito di Montmelò è molto impegnativo per ogni aspetto della vettura, compresa la gestione dei pneumatici, la gara di domani sarà un ottimo indicatore delle performance di cui godranno le monoposto durante il resto dell’anno. Tenuto conto che le squadre sono così vicine in termini di prestazioni quest’anno, e che gli aggiornamenti introdotti al Mugello stanno cominciando ora a produrre i loro effetti, è davvero difficile fare delle previsioni per domani. Un complimento speciale va, comunque, a Pastor Maldonado e al Team Williams, che hanno saputo tirar fuori il massimo delle gomme durante tutto il weekend finora.”

Pneumatici utilizzati dai primi dieci classificati:

  • Hamilton:      P Zero Yellow soft
  • Maldonado:  P Zero Yellow soft
  • Alonso:          P Zero Yellow soft
  • Grosjean:      P Zero Yellow soft
  • Raikkonen:   P Zero Yellow soft
  • Perez:             P Zero Yellow soft
  • Rosberg:       P Zero Yellow soft
  • Vettel:            nessun tempo stabilito
  • Schumacher: nessun tempo stabilito
  • Kobayashi:   nessun tempo stabilito

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.