Ciclismo: Ballan si allena in bici sul percorso della gf fi’zi:k Marostica

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Continental WinterContact TS860

★★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Sport 5

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 5

★★★

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP 3

★★★

Mostra Prezzo

Nexen Winguard SnowG WH2

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Blizzak LM 001 Evo

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Yokohama BluEarth Winter (V905)

★★★

Mostra Prezzo

Kumho WinterCraft WP51

★★★

Mostra Prezzo

Giti Winter W1

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Winterhawk 3

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★

Mostra Prezzo

Debica Frigo 2

★★★

Mostra Prezzo

Esa+Tecar Super Grip 9

★★★

Sava Eskimo S3+

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Il campione del mondo ha detto sì. L’iridato 2008 Alessandro Ballan oggi ha promosso a pieni voti i nuovi percorsi della terza Granfondo fi’zi:k – Città di Marostica, al via il prossimo 6 maggio, con nuova logistica e quartier generale a Marostica. Il ciclista di Castelfranco Veneto, in forza alla BMC Racing Team, ha scelto il tracciato della rassegna su strada vicentina per rifinire la condizione in vista dei prossimi impegni agonistici. I nuovi percorsi 2012 sono due, Granfondo di 154 km con un dislivello di 2.970 metri e Mediofondo di 100 km e 1.670 m/dsl.

“Mi alleno spesso da queste parti e credo che la scelta di partire dal centro di Marostica sia davvero azzeccata, è una località che dà prestigio all’evento e renderà indimenticabile il colpo d’occhio della partenza”, ha affermato Ballan, che è poi entrato nel vivo con la recensione del tracciato granfondo.  “Il percorso non è da meno, è impegnativo e regala degli scorci paesaggistici suggestivi. Sono appena ritornato dal Giro dell’Oman, questo week end sarò in gara in Belgio e, quindi, ho approfittato di questa giornata di sole per rifinire la condizione, devo dire che il percorso della prossima Granfondo fi’zi:k è l’ideale”.

Dopo la partenza da Piazza Castello a Marostica, la GF fi’zi:k porterà i concorrenti verso Pianezze e Molvena, per poi affrontare la prima asperità della giornata, la salita di Salcedo. “Fin dal principio gli amanti della “gara dura” troveranno pane per i loro denti con i primi saliscendi che portano a Salcedo, trampolino ideale per chi vorrà attaccare”, spiega Ballan. Salcedo, insieme a Marostica (con la sua ciliegia IGP) e Laverda, offrirà anche una nota “visiva” grazie ai ciliegi in fiore, è infatti una delle località famose per la produzione di questo frutto. Dopo la veloce discesa si entrerà in Valdastico e si risalirà fino a prendere d’assalto l’Altopiano di Asiago, affrontato dal versante di Castelletto di Rotzo, 12 km pedalabili con un dislivello di 635 m. “Lungo la salita di Castelletto di Rotzo sarà bagarre, credo che anche il successivo attraversamento dell’Altopiano di Asiago possa essere insidioso, per fare velocità nei falsipiani ci vuole potenza e freschezza, gli atleti meno preparati potrebbero andare in crisi”.

Una volta giunti a Roana si scenderà verso la località di Turcio, costeggiando Asiago, poco prima che la discesa verso Santa Caterina entri nel vivo ci si imbatterà nella divisione tra i due percorsi, Granfondo e Mediofondo. “Arrivato al bivio tra il percorso lungo e corto io ho tenuto la destra, prendendo la tecnica discesa di Laverda”, prosegue Ballan, “credo che questo possa essere uno dei punti chiave del percorso, una discesa veloce ma piena di curve e controcurve. Chi ha meno confidenza o scollina stanco potrebbe far fatica a tenere il passo dei discesiti più scaltri, di sicuro bisognerà prestare attenzione”.

Per i granfondisti ci sarà poi l’ultima fatica di giornata, la scalata del monte Corno. “È la stessa che ho affrontato durante la scorsa edizione”, ha commentato Ballan, “arrivati a questo punto della gara, difficilmente ci sarà spazio per le improvvisazioni, un arrivo a ranghi compatti è altamente improbabile. Vincerà il corridore più in forma, che saprà gestirsi meglio durante tutta la giornata”.

Lo scorso maggio Alessandro Ballan era stato ospite d’onore della Granfondo fi’zi:k, alla quale aveva pedalato insieme ad altri “colleghi” professionisti e ai tanti appassionati in gara. Quest’anno il campione trevigiano non potrà essere al via, con una buona giustificazione, dato che sarà impegnato al Giro d’Italia. “Ho un ottimo ricordo dell’esperienza dello scorso anno”, ha commentato il ciclista veneto, vicino all’azienda fi’zi:k anche nella scelta dei materiali (utilizza la sella Arione Carbon Braided e le scarpe R1). “Si tratta di un bell’evento, curato nei minimi dettagli, sono rimasto colpito soprattutto dalla qualità di alcuni atleti, davvero impressionanti”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.