OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Bridgestone Turanza T005

★★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Sportrac 5

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Crossclimate +

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01

★★★

Mostra Prezzo

Maxxis Mecotra 3

★★★

Mostra Prezzo

Toyo Proxes CF2

★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★

Mostra Prezzo

Falken Ziex ZE310 Ecorun

★★★

Mostra Prezzo

Semperit Comfort-Life 2

★★★

Mostra Prezzo

Giti GitiSynergy E1

★★★

Petlas Imperium PT515

★★★

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 Verde

★★★

Mostra Prezzo

Linglong Green-Max HP010

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici ESTIVI 2019 - TEST Gomme del TCS

Test gomme neve 2014 – 2015: Con il titolo “For the snow that’s on its way”, AutoBild numero 40 di inizio Ottobre ha pubblicato il suo ultimo test per pneumatici invernali della misura 225/50 R 17. Il ContiWinterContact TS 850 è stato giudicato “esemplare”. I collaudatori hanno scrutinato un totale di 50 modelli di pneumatici di diversi brand, 34 dei quali non sono riusciti ad accedere alla seconda fase a causa di spazi di frenata troppo lunghi sul bagnato o sulla neve.

Commentando il ContiWinterContact TS 850, gli esperti hanno dichiarato: “Uno specialista dell’inverno con straordinarie proprietà di handling su strade bagnate. Stupende riserve di sicurezza in aquaplaning. Brevi distanze di frenata su strade bagnate o innevate. Elevata resa chilometrica e un buon rapporto qualità-prezzo”.

I giornalisti di AutoBild hanno valutato per il test un totale di 16 differenti criteri di prove degli pneumatici invernali. Ciò ha incluso guida sulla neve, su strade asciutte e bagnate, così come rapporto qualità-prezzo, sintetizzando il tutto con questo commento: una buona performance ha chiaramente il suo prezzo.

Tra i 16 finalisti con buone prestazioni di frenata sulla neve e sul bagnato figurano anche il Semperit Speed-Grip 2, l’Uniroyal MS plus 77 e il Barum Polaris 3, tutti prodotti del gruppo Continental.

ContiWinterContact_TS_850

I 30 pneumatici che hanno evidenziato spazi di arresto superiori ai 40.5 metri nei test di frenata sul bagnato a 80 km/h si sono fermati ad una distanza almeno pari alla lunghezza di un’auto rispetto ai premium come il ContiWinterContact TS 850 (spazio di arresto 36.1 metri). Lo pneumatico invernale con le peggiori caratteristiche di frenata si è fermato addirittura dopo 52,7 metri, in altre parole più della lunghezza di tre auto in fila.

In Germania, gli pneumatici invernali sono obbligatori “in condizioni di strada tipicamente invernale”. In Italia invece l’obbligo del montaggio degli pneumatici invernali – o della presenza a bordo di dispositivi antisdrucciolevoli – è sancito espressamente dalle ordinanze locali per il periodo che va dal 15 Novembre al 15 Aprile, con possibilità di estensione di utilizzo al mese precedente all’entrata in vigore e del mese successivo al termine dell’obbligo. Gli esperti raccomandano comunque per ragioni di sicurezza, anche in assenza di ordinanze specifiche, di montare tra novembre e Pasqua questi prodotti specializzati della stagione fredda. Gli pneumatici invernali appropriati recano impresso sul fianco non solo il marchio M+S (Mud + Snow = fango e neve) ma anche il simbolo del fiocco di neve racchiuso nel profilo di una montagna (3PMSF = 3 Peak Mountain Snow Flake) con il quale sono realizzati esclusivamente i prodotti che hanno superato appositi test invernali.

Un pensiero riguardo “ContiWinterContact TS 850: AutoBild giudica “pneumatici esemplari”

  • Anni fa guidavo d’inverno su una strada statale di una pendenza del 13%. Andavo in discesa con gli pneumatici estivi. Improvvisamente si mise a nevicare e pensai: “Non monto le catene che ho nel bagagliaio, tanto c’e’ solo qualche centimetro di neve!” Comunque frenai per rallentare ma la macchina non frenava per nulla, scivolava. Riuscii a mantenere la traiettoria nelle curve, ma non rallentai. Finalmente la discesa termino’. Lo spavento fu tale che da allora, in inverno, monto sempre pneumatici invernali.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.