Yokohama e Renato Travaglia sul podio (2° posto) nel rally di San Marino

OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici ESTIVI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T005ESTIVO

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip PerformanceESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Firestone RoadhawkESTIVO

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01ESTIVO

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 VerdeESTIVO

Mostra Prezzo


Primo podio per i pneumatici rally Yokohama nella stagione 2011. Grazie infatti ad una stupenda prestazione effettuata da Renato Travaglia a San Marino e dal navigatore Simone Scattolin, i pneumatici rally Yokohama hanno ottenuto il podio in uno difficilissimo rally su sterrato valido per il Trofeo Rally Terra e per il FIA European Rally Cups. Travaglia e Scattolin, hanno infatti corso una gara tutta in salita, raggiungendo passo dopo passo il 2° posto assoluto. Partito in sordina, complice la necessità di trovare il giusto feeling con le gomme rally Yokohama montate sotto la sua Ford Fiesta S2000 del Team Island Motorsports, Travaglia ha via via sviluppato una confidenza migliore con i nuovi pneumatici rally Yokohama Advan A053, contemplando scelte appropriate in termini di mescola e durezza. Dopo aver terminato la prima giornata di prove speciali al 6° posto, Travaglia ha iniziato e proseguito veramente forte per tutta la seconda tappa.

Yokohama Motorsports si dichiara soddisfatta del risultato e nelle parole di Giuseppe Pezzaioli, responsabile motorsport dichiara: Sapevamo che su terra avremmo potuto ottenere un buon risultato, le nostre gomme sono competitive. La scommessa qui a San Marino comunque non era facile: la collaborazione con Renato, per noi del tutto nuova, la necessità di trovare un giusto feeling alla guida, l’assetto dell’auto, il meteo: una serie di variabili che rendevano imprevedibile l’esito della gara. Tutto però alla fine è andato bene e ne sono felice.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.