Nuova Peugeot 208: il salto generazionale del Leone

OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici ESTIVI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T005ESTIVO

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip PerformanceESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Firestone RoadhawkESTIVO

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01ESTIVO

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 VerdeESTIVO

Mostra Prezzo


Per immaginare una vettura in grado di sedurre e riunire intorno a sé i clienti più diversi, con aspettative in profonda evoluzione, non bastava un semplice rinnovamento. Il progetto « A9 » si è dunque dotato, sin dall’origine, del capitolato più ambizioso mai presentato dal Marchio per realizzare un veicolo che rappresenta un vero e proprio salto generazionale. Peugeot non ha esitato a sovvertire alcuni principi, con l’intento di reinventare i codici che hanno costruito il successo delle “star” 205, 206, 207 e di  « ri-generarle », per creare : la nuova Peugeot 208.

Re-generation architettonica

La nuova Peugeot 208 è una vettura contraddistinta da concetti di agilità e di efficienza. Le scelte tecniche iniziali la rendono una vettura leggera (in media -110 kg rispetto alla 207, e fino a – 173 kg, con una gamma che parte da 975 kg), aerodinamica (Cx 0,29, SCx 0,61), e molto compatta  (- 7 cm di lunghezza, – 1 cm in altezza). Questi guadagni sono accentuati da un’abitabilità notevolmente aumentata, con uno spazio maggiore in corrispondenza dei posti posteriori (+ 5 cm alle ginocchia) e un bagagliaio più generoso (+ 15 dm3 in volume), dimostrazione di una resa architettonica ottimizzata.

Re-generation stilistica

208 concretizza e sublima i nuovi codici estetici del Marchio. Calandra sospesa, fari con un’inconfondibile “firma” visiva, gruppi ottici posteriori a boomerang: ogni dettaglio è disegnato in assoluta coerenza con il volume generale, strutturato da una « colonna vertebrale » la cui impronta è visibile persino sul padiglione. Scolpito, atletico, puro e allo stesso tempo sofisticato, il suo stile proietta il Marchio verso una modernità rinnovata e seducente, suggerendo sensualità ed energia, dolcezza e malizia. Le due carrozzerie sono state sottoposte a un trattamento differenziato, con una tre porte il cui montante posteriore ricorda un illustre modello che l’ha preceduta.

Re-generation ergonomica

Gli interni amplificano la promessa di innovazione dello stile esterno. Vera e propria proposta di rottura rispetto alle offerte esistenti, al di là dei vincoli tecnici e dei continui riferimenti culturali, il posto di guida è stato ripensato completamente per diventare del tutto intuitivo e immediato. Si sviluppa intorno a un volante di dimensioni ridotte, a un quadro strumenti posto in posizione rialzata e a un grande schermo Touch Screen. Quest’insieme « connesso » con i suoi passeggeri contribuisce alla praticità, alla sicurezza, al design interno di qualità e dalle linee pure, nonché alle sensazioni di guida.

Emissioni ridotte

Con emissioni medie di CO2 inferiori di 34 g/km rispetto alla 207, 208 si posiziona come leader del suo segmento. Le tecnologie dei motori di ultima generazione e la diffusione quasi generalizzata del sistema di micro-ibrido e-HDi si aggiungono alla diminuzione del peso e al miglioramento dell’aerodinamica della vettura. Con cinque proposte, di cui quattro equipaggiate con il sistema Stop & Start di nuova generazione (e-HDi), l’offerta Diesel parte da emissioni di 87 g/km di CO2, pari a 3,4 l /100 km e non supera mai i 99 g !  208 inaugura i nuovi motori benzina 3 cilindri 1.0 e 1.2  VTi, particolarmente prestazionali, con emissioni a partire da  99 g/km di CO2, ossia 4,3 l /100 km.

Ecologica e Tecnologica

Con il 25% di « materiali verdi » (riciclati o di origine naturale) che compongono la sua massa di polimeri, Peugeot 208 stabilisce un nuovo riferimento in termini di eco-progettazione. In prima mondiale, il paraurti posteriore e le ventole sono realizzati interamente con questi materiali. Questo tipo di paraurti permetterà, da solo, di risparmiare in un anno 1600 tonnellate di petrolio.

Esperienza e piacere di guida

208 rinnova il piacere di guida caro a Peugeot ; grazie al volante di dimensioni ridotte che offre una nuova ergonomia, il conducente sperimenta un’inedita agilità di guida, grazie alla nuova sintesi di alto livello tra comfort e tenuta di strada, derivata dal  know-how storico del Marchio che va a vantaggio della compattezza e dell’alleggerimento della vettura.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=7bSxd1UPpBg’]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.