MotoGp Spagna: 3° fila per Bautista e 5° per Pirro. Le interviste

OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici ESTIVI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T005ESTIVO

Mostra Prezzo

Goodyear Efficient Grip PerformanceESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Firestone RoadhawkESTIVO

Mostra Prezzo

Hankook Kinergy Eco 2ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin Primacy 4ESTIVO

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Sport 4 SUVESTIVO

Mostra Prezzo

Kumho Ecowing ES01ESTIVO

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P1 VerdeESTIVO

Mostra Prezzo


Caduta nel pomeriggio invece per Pirro quando il suo ritmo era particolarmente consistente. Rientrato in pista con la seconda moto non ha trovato il feeling necessario e non è riuscito a spingere con la stessa decisione di inizio prove.

Alvaro Bautista (8° 1’ 41” 447 ):  Anche oggi non è stata una giornata facile. Questa mattina abbiamo cercato di migliorare il problema che avevamo riscontrato ieri ma ci siamo riusciti parzialmente. Poi abbiamo provato un’altra configurazione ma nella prima curva sono caduto perché in staccata la molto saltellava molto ed ho perso l’aderenza con la gomma davanti. Nel pomeriggio siamo riusciti ad utilizzare le gomme da asciutto anche se la pista in qualche tratto era ancora bagnata ed il tempo minacciava pioggia. Purtroppo i punti bagnati erano insidiosi e non ho voluto rischiare oltre il necessario dopo la caduta della mattina. La terza fila non è male e se faremo una buona partenza potremo lottare per un discreto piazzamento.

Michele Pirro (15° 1’ 43” 363): Sono dispiaciuto per la scivolata perché sono stato costretto ad utilizare la seconda moto con la quale non avevo un feeling eccellente. Fortunatamente sono migliorate le condizioni della pista ma non avendo una buona confidenza non riuscivo a spingere come con la prima moto. Inoltre rischiando di cadere ho fatto un movimento brusco in conseguenza del quale mi si è indurito il braccio ed ho dovuto rallentare. Ho anche un po’ di rammarico perché nei tre turni di libere è sempre piovuto e non siamo riusciti a portare avanti lo sviluppo come avremmo voluto. I ragazzi stanno lavorando tantissimo sono instancabili e qualche piccolo passo avanti lo abbiamo già fatto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.