Il GP di Svezia incorona i pneumatici Moto Pirelli Scorpion MX

OFFERTE GOMME AUTO: Pneumatici INVERNALI 2019

MODELLO

IMPIEGO

PREZZO

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2INVERNALE

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP3INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato WinterINVERNALE

Mostra Prezzo

Continental WinterContact TS860INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Hankook Winter icept RS2 W452INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin A4INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Falken Eurowinter HS01INVERNALE

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 6INVERNALE

Mostra Prezzo

Michelin CrossClimate+ALL-SEASON

Mostra Prezzo

Michelin Pilot Alpin 5 SUVINVERNALE

Mostra Prezzo

Goodyear Ultragrip 9INVERNALE

Mostra Prezzo

Nokian WR D4INVERNALE

Mostra Prezzo


Nonostante il doppio ritiro che ha fatto perdere ad Antonio Cairoli la leadership della MX1, gli Scorpion MX hanno di nuovo monopolizzato il podio delle due classi iridate. Il Gran Premio di Svezia, disputato sul tracciato di Uddevalla il cui terreno misto di terra, sabbia e sassi, reso ulteriormente pesante da ripetuti rovesci di pioggia ha di fatto privilegiato mescola e disegno MidSoft 32 scelte da tutti i piloti Pirelli presenti, ha registrato diversi colpi di scena ad iniziare dalle battute a vuoto di Cairoli. La prima è avvenuta al primo giro della manche d’apertura, quando è stato costretto al ritiro a causa di un sasso conficcatosi tra pignone e catena che gli ha bloccato la ruota posteriore, mentre nella seconda frazione non è riuscito a tirare fuori la sua KTM ufficiale dalla spessa coltre di fango colloso dove si è ritrovato dopo aver allargato troppo la traiettoria in una curva.

La sua giornata sfortunata che lo ha lasciato privo di punti ha coinciso con quella al vertice dell’ufficiale Suzuki Clement Desalle il quale vincendo entrambe le manche ha scavalcato Cairoli nella classifica iridata che ora comanda con tre punti di vantaggio sul messinese. Desalle ha prevalso sugli altri piloti Pirelli Christophe Pourcel, 2° in entrambe le manche, Kevin Strijbos, Sebastien Pourcel e Shaun Simpson, quest’ultimo al debutto nel team Yamaha Monster Energy di Michele Rinaldi come rimpiazzo dell’infortunato Steven Frossard. Sfortunato anche David Philippaerts, fratturatosi entrambe i polsi in una caduta.

La lotta per la supremazia MX2 questa è finita per la seconda volta consecutiva in favore di Tommy Searle che ha piegato il leader Jeffrey Herlings terminando secondo nella frazione iniziale e vincendo alla grande quella successiva. Terza piazza per il 18enne francese Dylan Ferrandis, che in sella alla Kawasaki del team Bud Racing si è aggiudicato il suo primo podio in carriera. Prossima tappa il Gran Premio di Lettonia che si disputa il 14 luglio a Kegums.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.