OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici Estivi 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Michelin Primacy 3

★★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T001 Evo

★★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★★

Mostra Prezzo

Hankook Ventus Prime 3 K125

★★★★

Mostra Prezzo

Semperit Speed-Life 2

★★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecsta HS51

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P7 Blue

★★★

Mostra Prezzo

Fulda Ecocontrol HP

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear EfficientGrip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Nexen N'blue HD Plus

★★★

Mostra Prezzo

Cooper Zeon CS8

★★★

Mostra Prezzo

Metzeler, dopo aver lasciato a bocca aperta tanti e tanti motociclisti con la presentazione delle Sportec M5 Interact, segna il passo nelle competizioni Supermoto presentando nuovi pneumatici appartenenti alla famiglia delle gomme slick, pneumatici diretti discendenti della blasonata gamma Racetec, i nuovissimi Racetec SM. Progettati per garantire eccezionale e soprattutto duraturo grip, sono stati sviluppati per enfatizzare l’agilità delle supermoto tra le strette pieghe dei tracciati. La gomma anteriore è caratterizzata da un’impronta a terra più ampia per migliorare il feeling del pilota nella fase di inserimento e di appoggio in curva. Testati durante lo sviluppo da piloti professionisti su circuiti nazionali e internazionali, i pneumatici moto Racetec SM hanno dovuto subire numerose simulazioni di gara. In questa fase infatti, accompagnati dal centro ricerche Metzeler, i tester hanno sviluppato il pneumatico in modo che assecondasse l’effetto deriva, effetto richiesto dalla guida delle supermoto. Dividendo la curva in tre momenti differenti, inserimento, corda e uscita, le Racetec SM presentano un comportamento studiato ad hoc per tre diverse fasi.

 

Metzeler-racetec-SM

 

Le 3 fasi di Metzeler Racetec SM

 

Ingresso in curva

In fase di frenata il peso della moto si sposta sull’anteriore. Il pneumatico con cintura a 0° si carica e aumenta la sua superficie di contatto per ottimizzare la presa e l’inserimento. Contestualmente, la gomma posteriore, sviluppata per ridurre la superficie d’appoggio durante il rotolamento con minimi angoli di piega, permette la deriva posteriore della moto che asseconda il pilota nella ricerca della corda.

 

Punto di Corda

Durante la fase neutrale della curva, quando il gas è chiuso e il carico tra anteriore e posteriore è tornato nuovamente omogeneo, il profilo dei pneumatici si schiaccia interrompendo la fase di drifting e aumentando la superficie di contatto e il grip.

 

Uscita di curva

In questa 3° ed ultima fase, il carico grava sul pneumatico posteriore la cui carcassa flette aumentando la superficie d’appoggio che aggrappa l’asfalto.

 

Racetec-SM_Rear

Il pneumatico Racetec SM posteriore durante le tre fasi

 

Rispetto ai precedenti pneumatici Metzeler Drift i miglioramenti sono stupefacenti:

  • 2% in più di superficie d’appoggio complessiva che aumenta grazie all’elasticità della carcassa durante l’impiego.
  • Frenata, grip, durata, feeling e controllo da parte del pilota sono le voci più importanti sulle quali la nostra tecnologia è intervenuta.

 

I pneumatici Metzeler Racetec SM sono proposti nelle seguenti varianti:

  • K1 per gli asfalti lisci con rugosità media e temperature medio – basse
  • K2 per gli asfalti abrasivi e qualsiasi temperatura esterna.

 

Dimensioni Metzeler Racetec SM

 

Le dimensioni disponibili 125/80 R17, R420 125/80 per l’anteriore, e 165/55R17 per il posteriore.

 

Video Metzeler Racetec SM



 

Fonte: Ridexperience

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.