Michelin ASK The Expert: Entra in Contatto con Gli Esperti

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici Estivi 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Michelin Primacy 3

★★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T001 Evo

★★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★★

Mostra Prezzo

Hankook Ventus Prime 3 K125

★★★★

Mostra Prezzo

Semperit Speed-Life 2

★★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecsta HS51

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P7 Blue

★★★

Mostra Prezzo

Fulda Ecocontrol HP

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear EfficientGrip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Nexen N'blue HD Plus

★★★

Mostra Prezzo

Cooper Zeon CS8

★★★

Mostra Prezzo

michelin-logo

Il raggiungimento delle prestazioni dipende anche dagli pneumatici. Per conoscere dettagli che non troverai da nessun’altra parte INSERISCI LA TUA DOMANDA NEL BOX COMMENTI IN BASSO: un tecnico Michelin, sarà pronto a rispondere alle Tue Domande. Invia le tue domande online e ricevi tutti i loro consigli.

40 pensieri riguardo “Michelin ASK The Expert: Entra in Contatto con Gli Esperti

  • Salve vorrei sapere la differenza tra uno pneumatico di primo equipaggiamento ed uno acquistato dal gommista. Sento infatti dire spesso che le gomme che equipaggiano le auto uscite dalla fabbrica siano superiori in termini di prestazioni rispetto ad una stessa gomma acquistata da gommista, come se quella del gommista sia una gomma di seconda scelta
    Grazie

    • Premettiamo che Michelin non commercializza pneumatici di seconda scelta, se intendiamo ciò come prodotti con qualità degradata rispetto allo standard. Per quanto riguarda gli pneumatici montati in primo equipaggiamento non vi sono differenze sostanziali con quelli acquistabili al ricambio. Caso diverso è l’equipaggiamento del veicolo all’origine con pneumatici per i quali il costruttore dello pneumatico, in collaborazione con il costruttore del veicolo, ha sviluppato una versione dedicata, contraddistinta da una marcatura specifica aggiuntiva (es.: N = Porsche, AO = Audi, MO = Mercedes, ecc..) Questi pneumatici, che non possono essere considerati né migliori, né peggiori di quelli commercializzati nella versione “generalista”, possono presentare un differente equilibrio delle loro varie prestazioni nell’ottica di ottimizzare il comportamento dinamico di uno specifico veicolo, secondo le richieste del suo costruttore.

  • Sulla mia auto, una volkswagen Passat del 2001 il gommista ha montato gomme con sigla MO. Incuriosito dalla sigla, che non avevo mai visto, il gommista mi ha detto che la sigla indentifica gomme omologate per Mercedes, ma mi ha detto che non fa alcuna differenza
    Potrebbe essere un problema viaggiare con gomme omologate per Mercedes .. su una Volkswagen?
    Grazie in anticipo

    • Si tratta effettivamente di pneumatici che nella loro variante tecnica sono stati ottimizzati principalmente per equipaggiare veicoli Mercedes. Comunque è ammesso il montaggio di questi pneumatici anche su veicoli di altri costruttori.

  • Salve,vorrei sapere se posso montare 2 pneumatici nuovi ma con anno di fabbricazione diversi.Grazie in anticipo.

    • Senz’altro. Non esistono prescrizioni normative o limitazioni d’impiego degli pneumatici direttamente collegate alla data di fabbricazione

  • Salve a tutti. Chiedo un informazione circa la corretta pressione di gonfiaggio di gomme Michelin Pilot Sport 2 e Sport 3 in pista.
    Possiedo una Golf GTI gommata 225/40 R18 con cui di tanto in tanto scendo in pista. Rispetto alle pressioni consigliate dalla casa, quale è l’approccio più giusto per trovare l’ottimale pressione? Meteo, tipologia asfalto, tipo tracciato ?
    Grazie

    • In generale, su circuito ASCIUTTO, la pressione raccomandata MISURATA CON PNEUMATICI CALDI per pneumatici Pilot Sport 2 , Pilot Sport 3, Pilot Super Sport su circuito è 2,5 Bar.
      In generale, sul bagnato, si consiglia di utilizzare le pressioni a freddo indicate dal costruttore per l’utilizzo stradale (regolandole a pneumatici freddi) per allontanare la soglia d’aquaplaning.

      Per un approccio corretto al raggiungimento di questo valore di pressione a caldo, le indichiamo 2 cicli di Warm-Up, preceduti da alcuni controlli preliminari, es.: profondità di battistrada sufficiente, assenza di danneggiamenti, misura/tipo appropriato…

      1° Ciclo

      – Regolare le pressioni a freddo ai valori raccomandati dal costruttore del veicolo.
      – Fare 5 a 6 giri, non forzando troppo l’andatura, specie se gli pneumatici sono nuovi.
      – Ritornare al «paddock», misurare immediatamente le pressioni.
      – Regolare a: pressioni a freddo raccomandate dal costruttore +0.4 bar.

      2° Ciclo

      – Fare 5 a 6 giri, al proprio ritmo di pista normale.
      – Ritornare al «paddock», misurare immediatamente le pressioni.
      – Regolare a: pressioni a freddo raccomandate dal costruttore +0.4 bar (o 2,5 Bar)
      – Usare queste pressioni per tutta la giornata su circuito.

      ATTENZIONE ! :

      prima di lasciare il circuito: una volta sufficientemente raffreddati, regolare le pressioni degli pneumatici ai valori (a freddo) raccomandati dal costruttore del veicolo. Verificare che la profondità residua della scultura sia minimo 1,6 mm ed assicurarsi che non ci siano danneggiamenti che possano compromettere la sicurezza. (Rif. Art.79 del Codice della strada). Ri-Controllare ed eventualmente regolare le pressioni ai valori raccomandati dal costruttore del veicolo, quando gli pneumatici sono completamente freddi.

  • Sono possessore di una Fiat 500 Abarth con gomme PS3 nella misura 205/40 R17
    Premetto che mi trovo benissimo con questi pneumatici, soprattutto su bagnato.
    Chiedo tuttavia se Michelin ha in programma un equipaggiamento di Pilot Super Sport o addirittura Sport Cup .. per poter esprimere ancor di più al meglio la sportività della Abarth 500

    • Nella misura 205/40 ZR17 84W già da qualche anno, abbiamo introdotto la nuova gamma PILOT SPORT 3 come evoluzione della gamma precedente PILOT EXALTO. Attualmente questa gamma risponde alle esigenze della maggior parte dei consumatori. Non abbiamo al momento visibilità di eventuali estensioni di questa misura verso tipologie di pneumatici con prestazioni ancora più spiccatamente sportive o per l’utilizzo strada/circuito. Dipenderà dall’evoluzione del mercato.

  • Vorrei sapere che differenza c’è – oltre ad un lieve diverso disegno del battistrada tra PS3 e Supersport.
    Grazie.

    • Negli pneumatici, le prestazioni sono originate dalle insieme di tutte le tecnologie impiegate e dall’armonizzazione del loro contributo. Per questo motivo, oltre alla scultura del battistrada, influiscono le scelte fatte in merito ai materiali impiegati : elastomeri, fibre sintetiche e metalliche, l’architettura interna dello pneumatico e la qualità del suo processo di fabbricazione. Nello specifico, lo pneumatico MICHELIN Pilot Super Sport beneficia di tre principali tecnologie.
      LA CINTURA IN ARAMIDE : che consente più stabilità a velocità molto elevate. Grazie alla sua tensione variabile, la cintura in aramide stringe di più il centro del battistrada rispetto alle spalle. La forza centrifuga è così controllata meglio e le forze al suolo sono distribuite in modo più omogeneo.

      LA TECNOLOGIA BI-MESCOLA : utilizzo di 2 mescole di gomma differenti tra la parte esterna e la parte interna del battistrada. Lato esterno: un elastomero rinforzato con nerofumo, derivato direttamente dalla 24 ore di Le Mans, che consente una resistenza estrema nelle curve strette. Lato interno: un elastomero ad elevata aderenza sul bagnato, per adattarsi alle più piccole asperità della strada e rompere il velo d’acqua.
      VARIABLE CONTACT PATCH 2.0: in piena accelerazione in rettilineo o ad alta velocità in curva, l’aderenza è ottimale: In curva, la forma dell’impronta al suolo cambia, ma la quantità di gomma a contatto con il suolo non diminuisce.

  • Gentili tecnici Michelin, da qualche tempo i pneumatici possono essere gonfiati sia ad aria che ad azoto. Nel verificare la pressione di gonfiaggio a freddo, in linea generale, che differenza ci deve essere fra due pneumatici identici, gonfiati uno ad aria ed uno con l’ azoto ? Quindi, se la pressione di uno ( quello ad aria ) è di 2,2 bar prima dell’ utilizzo, quello gonfiato ad azoto avrà identica o diversa pressione e perchè ? Grazie e buon lavoro.

    • Nella regolazione della pressione di gonfiaggio, non è prevista alcuna differenza tra uno pneumatico gonfiato ad aria e uno gonfiato ad azoto. Comunque, in fase di utilizzo, a parità di condizioni, è teoricamente possibile riscontrare delle lievi differenze nella pressione misurata a caldo. Queste differenze sono del tutto trascurabili per l’utilizzo stradale o per la competizione amatoriale; per dare un ordine di grandezza siamo nell’ordine del mezzo decimo di bar.
      Ciò non dipende dal fatto che l’azoto in sè faccia variare di meno la pressione con l’aumentare della temperatura ma è piuttosto correlato alla presenza o meno di umidità della miscela di gonfiaggio.

  • Salve a tutti. Vorrei acquistare delle gomme da neve ma sono indeciso sulla misura. Ho una Golf con su delle 225/45 R17 estive e in molti mi dicono che sono troppo larghe sulla neve.
    Non vorrei però scendere di misura sia per un fattore estetico sia per non acquistare nuovi cerchi.
    Cosa ne pensate? Sono abbastanza performanti anche in questa misura?
    Grazie

    • Sulla neve il vantaggio di uno pneumatico più o meno largo, scelto obbligatoriamente tra quelli con misure omologate dal costruttore del veicolo, comporta vantaggi e svantaggi a seconda del tipo di suolo innevato. A livello di aderenza e di comportamento, su neve compatta e/o fondi ghiacciati può essere più performante la misura con maggiore larghezza di sezione, mentre su neve smossa o fondente quello con larghezza di sezione più piccola. Anche la scelta di uno pneumatico con fianco più ribassato, come ad esempio la misura 225/45R17 in luogo di una eventuale 205/55R16, consente in genere, una maggiore rigidità trasversale e quindi una migliore precisione di guida e di reattività al volante

      • allora meglio una gomma piu’ larga giusto ?

  • Mi sto informando nell acquisto di nuone gomme invernali. Il mio gommista mi propone delle Alpin4, ma ho visto che dovrebbero uscire anche le nuove Alpin5
    Cosa mi consigliate? Se riuscissi a farmi fare un maggiore sconto, esiste tanta differenza tra le 4 e le 5.
    Io in media percorro 10.000 km in inverno e abito in provincia di Bologna e vorrei delle buone gomme, sicure e magari che possano durare almeno 2 inverni
    Grazie

    • Si tratta di verificare l’esatta misura degli pneumatici di cui ha bisogno. Infatti la gamma invernale MICHELIN Alpin5 sostituirà la gamma MICHELIN Alpin4 per alcune misure. Per le altre, l’attuale gamma Alpin A4 risponde ancora pienamente ai bisogni degli automobilisti e dei loro veicoli.

      Consideri che, al momento, l’Alpin5 copre indicativamente misure con le seguenti caratteristiche:
      Cerchio da 15” a 17”; Serie da 65 a 45; Codici di velocità T-H-V
      Le tecnologie utilizzate sulla nuova gamma di pneumatici invernali MICHELIN consentono rispetto alla precedente generazione, una:

      MIGLIORE trazione sulla neve*
      MIGLIORE resistenza all’aquaplaning*
      MIGLIORE precisione di guida*
      MIGLIORE aderenza sul bagnato e sulla neve*, con un buon livello di efficienza energetica.

      *In media, MICHELIN Alpin 5 consente una minore distanza di frenata rispetto al suo predecessore MICHELIN Alpin A4 (5% in meno sul bagnato, 3% in meno sulla neve). Test esterni richiesti da Michelin, realizzati da TÜV Süd e Applus IDIADA da novembre 2013 a gennaio 2014, nella misura 205/55R16 91H.

  • Salve, visto che ormai si puo’ su tutte le auto montare gomme diverse da quelle scritte sul libretto , volevo sapere come faccio a sapere quale misura montare sulla mia auto anche senza cambiare cerchione , es. auto che montano 165\65 14 e 185\60\14 posso montare altre misure da 14? come faccio a sapere quali???
    Cordiali Saluti
    Paolo

    • Non è esattamente in questi termini che in Italia si possono montare gomme diverse da quelle prescritte sul libretto. Se si fa riferimento al DECRETO N.20 DEL 10 GENNAIO 2013 – Approvazione nazionale di sistemi ruota, nonché procedure idonee per la loro installazione -, la nuova norma trasferisce l’onere di verificare la compatibilità della nuova misura degli pneumatici sul costruttore del cerchio, che la omologa, in pratica effettua una precisa serie di test, per una certa famiglia di modelli di veicoli e con determinate misure di pneumatici.

      L’automobilista dovrà poi comunque presentare alla Motorizzazione il certificato di omologazione della nuova ruota con l’indicazione della misura dei pneumatici e la dichiarazione del gommista che certifica di aver montato l’insieme ruota e pneumatico “a regola d’arte” per ottenere dopo la consueta ‘visita e prova’, la trascrizione della nuova misura degli pneumatici sulla carta di circolazione

  • Salve, sto cercando il vostro miglior pneumatico invernale per le mie esigenze. Ho una Toyota Rav4 2014 che monta gomme 235/55 R18 100H. Il mio gommista mi propone le Latitude Alpin A2 e mi sconsiglia le Alpin PA4. Voi cosa mi consigliate?

    • Come misura compatibile con quella da lei indicata, sono attualmente commercializzate la 235/55 R18 104V XL nella gamma Pilot Alpin PA4 e la 235/55 R18 104H XL nella gamma Latitude Alpin LA2.
      In entrambe queste gamme, MICHELIN Latitude Alpin LA2 e MICHELIN Pilot Alpin PA4, Michelin ha sviluppato un’associazione ottimale di tecnologie per una maggior sicurezza in inverno.

      Dal momento che una delle raccomandazioni, prima di sostituire gli pneumatici, è quella di sceglierli anche in funzione del tipo di veicolo e del suo utilizzo, perlomeno prevalente, le consigliamo senz’altro la gamma MICHELIN Latitude Alpin A2 , che è concepita in modo più specifica per i SUV, proprio per offrire un’elevata sicurezza, mobilità e controllo su tutte le condizioni stradali invernali: asciutto, umido, bagnato, innevato e ghiacciato. Le raccomandiamo inoltre, per la sua sicurezza, di equipaggiare sempre il veicolo con 4 pneumatici identici, sia con l’equipaggiamento invernale che con quello estivo. Cosa ancora più importante per i veicoli a 4WD, per evitare anche eventuali anomalie agli organi della trasmissione.

  • Sto cercando una risposta ad una domanda: in un utilizzo prettamente invernale (abito vicino a Trento) quali pressioni bisogna utilizzare? Di regola uso sempre quelle indicate ma il mio gommista mi suggerisce di gonfiare almeno a 2.7 sulle 4 gomme (2.2 ant – 2.1 post raccomandato) dicendo che a -10° lavorano meglio
    Quali pressioni mi suggerite?

    • Un gonfiaggio corretto degli pneumatici è un fattore essenziale, non solamente dal punto di vista dell’ottimizzazione delle prestazioni dello pneumatico, ma soprattutto dal punto di vista della sicurezza. La consigliamo di adottare la pressione di gonfiaggio indicata dal costruttore del suo veicolo. Questa è individuabile sul libretto di uso e manutenzione del veicolo e/o sul veicolo stesso (portiere, tappo della benzina, telaio…).

      Le eventuali correzioni che è possibile apportare, indipendentemente dalla tipologia di pneumatico: invernale o estivo, possono essere fatte sulla base di precisi criteri.

      Nel caso specifico, quando fa freddo, la pressione del gas di gonfiaggio (es: l’aria) negli pneumatici diminuisce per un semplice effetto fisico (legge dei gas). Ad esempio, per uno pneumatico gonfiato a 2 bar alla temperatura ambiente di 20° C, la pressione può scendere fino a 1,8 bar alla temperatura esterna di 0° C. Pertanto se ad un controllo effettuato in inverno, la pressione dei pneumatici risulta più bassa rispetto ai valori raccomandati del costruttore del veicolo, essa è senz’altro da rispristinare.

      In pratica, alcuni consigli per evitare situazioni opposte (sovra-gonfiaggio) e non ottimali: se quando si gonfia o si controlla gli pneumatici, la temperatura dello pneumatico è uguale a quella dell’aria ambiente esterna (es.: gonfiaggio fatto all’esterno), si può regolare la pressione al valore raccomandato dal costruttore del veicolo. Se invece si gonfia o si controlla gli pneumatici in un ambiente più caldo (garage o in un’officina riscaldati), può essere utile aggiungere circa 0,2 bar al valore di pressione raccomandato dal costruttore per anticipare e compensare l’effetto sulla pressione dovuto al calo di temperatura e quindi avere gli pneumatici gonfiati ai valori corretti.

  • E’ possibile circolare tutto l’anno con pneumatici di tipo M+S con codice di velocità uguali a quelli riportati in carta di circolazione?

    • Anche sulla base delle ultime normative, resta confermata la possibilità di circolazione se le caratteristiche degli pneumatici (vale a dire: la misura, l’indice di carico – uguale o superiore – e il codice di velocità – uguale o superiore) sono conformi a quelle di serie, ovvero quelle riportate nella relativa carta di circolazione.

  • Buongiorno,possiedo una peugeot 208 hdi 1.6 115cv, abito in montagna e vorrei sapere quale tipo di pneumatico invernale e’ più’ adatto al mio veicolo, grazie!

    • Per il suo veicolo sono previste più di una misura di pneumatici. Dai nostri database risulta: 185/65R15 88T; 195/55R16 87H e 205/45R17 88V. Per le misure in 15 e 16 pollici le consigliamo la gamma MICHELIN Alpin mentre per quella in 17 la gamma MICHELIN Primacy Alpin. Per ulteriori dettagli utilizzi l’applicativo Tyre Selector sul nostro sito http://www.michelin.it/

  • Buongiorno, mi hanno parlato di un particolare pneumatico invernale “lamellare” che assicurerebbe un’aderenza maggiore di un invernale standard, conferma?

  • Spettabili da sempre utilizzi Michelin. Per questo inverno dovrei cambiare a causa di una foratura un pneumatico anteriore. Per sicurezza ne cambierò due in quanto le gomme pur avendo solo un anno hanno percorso circa 10.000 Km. Le gomme che ho adesso con Alpin 4
    Leggendo in questo blog ho letto che sono uscite anche le Alpin 5 e probabilmente sceglierò 2 di questo modello.

    La mia domanda?
    Meglio due Alpin 4 e 2 Alpin 5 o meglio quattro A4?
    Dove meglio mettere le gomme nuove? Davanti o dietro?

    • Meglio due Alpin 4 e 2 Alpin 5 o meglio quattro A4?
      Meglio quattro Alpin A4, per un miglior equilibrio dinamico del veicolo.

      Dove meglio mettere le gomme nuove? Davanti o dietro?
      Dietro, per una maggiore sicurezza, perché l’asse posteriore del veicolo è meno controllabile da parte dell’automobilista, rispetto all’asse anteriore al quale è collegato lo sterzo.

  • Pochi giorni fa ho acquistato un nuovo motociclo BMW R1200GS LC dotata di pneumatici Michelin Anakee 3. Sfortunatamente non ho un buon feeling con queste gomme: mi sembrano carenti a livello di aderenza. Cosa mi consigliate per poter aumentare il grip? La casa madre consiglia pressioni di 2.5 bar anteriore e 2.9 posteriore. Cambiando questi valori potrei ottenere una aderenza maggiore? Molti mi consigliano di sostituirle con le Pilot Road 4. Queste gomme assicurano una tenuta superiore? Grazie

    • Spett.le Muarizio
      Ringraziando per la preferenza mostrata verso Gommelog.it, informiamo che il seguente form contatti è stato realizzato unicamente per il settore vettura.
      Per domande inserenti pneumatici moto La invitiamo a contattare il Servizio Clienti Michelin (http://moto.michelin.it/) che Le saprà rispondere in modo esaustivo

      Ringraziando nuovamente
      Gommeblog.it Team

  • ho acquistato una range rover evoque e vorrei montare su cerchi da 18 le michelin 235/60/R18 107H ALPIN secondo voi e’ un ottima scelta ? grazie

    • Dopo aver verificato che la misura da Lei indicata corrisponda a quanto riportato sul Libretto di Circolazione della Sua auto, dunque sia conforme a quanto il Costruttore del Veicolo ha stabilito, nella dimensione 235/60 R 18 107 H Michelin presenta la gamma Michelin Latitude Alpin LA2.
      Michelin Latitude Alpin LA2 è il prodotto destinato in particolare ai possessori di veicoli SUV, i quali, specie in inverno, sentono il bisogno di una “mobilità in sicurezza”:
      Infatti, Michelin Latitude Alpin LA2, rispetto al suo predecessore (Michelin Latitude Alpin), offre:
      • più sicurezza: frena 2 metri prima su strade bagnate e innevate e 3 metri prima su strade ghiacciate*
      • più mobilità: più motricità su strade innevate e ghiacciate
      • più controllo: miglior comportamento in tutte le condizioni invernali.

      Queste performance si basano sulla tecnologia Michelin “Ridge-n-Flex”, specifica per pneumatici invernali. Essa consiste in una sintesi ottimale di:
      • un battistrada fortemente intagliato (Maxi-Edge) per avere più aderenza su suoli invernali, ma, nello stesso tempo, caratterizzato da elementi auto- bloccanti (Lamelle Stabiligrip) per una maggior precisione di guida;
      • una mescola che conserva la sua elasticità anche a basse temperature (HelioCompound 3G) per una miglior aderenza sul bagnato e sul ghiaccio.
      * Frenata da 90 a 0 Km/h su strada bagnata; da 50 a 0 Km/h su strada innevata. Test TÜV Süd nel 2012 nella misura 235/65 R 17 H.

  • ho preso da una settimana una range rover evoque e dal mio gommista ho preso le gomme MICHELIN 235/60/R18 107/H LAN 2 sono ottime gomme gomme invernali per il mio suv ? grazie

    • Gli pneumatici Michelin Latitude Alpin LA2 sono pneumatici progettati per veicoli SUV. In questa gamma, Michelin ha sviluppato un’associazione ottimale di tecnologie – detta “Ridge-n-Flex”- , per una maggiore sicurezza, inverno dopo inverno.
      Dal punto di vista tecnico, la gamma Michelin Latitude Alpin LA2 è stata sviluppata con:
      • un battistrada con un elevato numero di spigoli [+ 40% sul suo predecessore, Michelin Latitude Alpin] e ancora di più di lamelle [+75% sul suo predecessore, Michelin Latitude Alpin]. Più nello specifico, le lamelle, concepite in tre dimensioni, sono molto profonde e disposte secondo angoli variabili. Questo consente di avere più spigoli per una maggiore trazione; di rompere la pellicola d’acqua per raggiungere il suolo asciutto e di aumentare la rigidità dei tasselli. I benefici che ne derivano sono: trazione e frenata su neve e ghiaccio; aderenza e precisione di guida;
      una nuova formula della mescola di gomma a base di silice, che utilizza l’olio di girasole [Brevetto Michelin]. È la 3ª generazione della mescola Heliocompound. Il beneficio, che ne consegue è: miglior aderenza a basse temperature su strada bagnata, su neve e ghiaccio.

  • Ho acquistato lancia Y elefantino usata, sul libretto riporta pneumatici 165/65 R14 78T, e nelle indicazioni a fine
    foglio indica 185/60R14 82T; Vorrei acquistare pneumatici da neve ma non so quali sono i più indicati, in quanto il libretto di circolazione anche per questi mi riporta due misure: 165/65 R14 78Q M+S e 185/60 R14 82Q M+S.
    Mi aiutate per favore

    • Lei può montare pneumatici invernali corrispondenti a tutte le misure che sono indicate sulla carta di circolazione del suo veicolo.
      Per entrambi i casi è disponibile una nostra offerta di pneumatici invernali MICHELIN Alpin 3 – 165/65 R14 79 T e MICHELIN Alpin 4 – 185/60R14 82 T
      Se non vi sono esigenze particolari, in linea generale può essere opportuno optare per la misura analoga a quella montata in origine in estivo.
      La possibilità di cambiare misura, tra quelle previste, è funzione sia della larghezza dei cerchi in dotazione alla sua vettura, sia della specificità delle condizioni invernali nel quale utilizza la sua vettura, sia del proprio gusto personale. Le consigliamo una verifica con il rivenditore di sua fiducia esponendogli le Sue esigenze.

I commenti sono chiusi