OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici Estivi 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Michelin Primacy 3

★★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Turanza T001 Evo

★★★★

Mostra Prezzo

Continental Premium Contact 5

★★★★

Mostra Prezzo

Firestone Roadhawk

★★★★

Mostra Prezzo

Hankook Ventus Prime 3 K125

★★★★

Mostra Prezzo

Semperit Speed-Life 2

★★★★

Mostra Prezzo

Kumho Ecsta HS51

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato P7 Blue

★★★

Mostra Prezzo

Fulda Ecocontrol HP

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear EfficientGrip Performance

★★★

Mostra Prezzo

Nexen N'blue HD Plus

★★★

Mostra Prezzo

Cooper Zeon CS8

★★★

Mostra Prezzo

Un notevole passo in avanti è stato compiuto stasera dai piloti del Ducati Team, Andrea Dovizioso e Nicky Hayden, nelle due sessioni di prove libere sul tracciato di Losail in Qatar. Il quinto posto per il forlivese, e l’ottavo per l’americano, sono davvero due buoni risultati in vista del nuovo format di qualifiche MotoGP, che sarà utilizzato per la prima volta domani sera. In pratica un posto tra i primi dieci dopo i tre turni di prove libere garantisce il pilota accesso automatico al secondo turno di qualifiche, una sessione ‘sprint’ di quindici minuti per i top-12, e valida per la griglia di partenza.

Dovizioso e Hayden hanno affrontato con determinazione le difficili condizioni di oggi, con vento e pista sabbiosa; quando mancavano otto minuti dalla conclusione della sessione, l’italiano è salito in terza posizione, ma alla fine si è dovuto accontentare del quinto posto, a un millesimo dal tempo di Rossi e a soli 3 decimi dal miglior tempo fatto segnare da Marquez. Il miglior giro di Hayden l’ha proiettato invece all’ottavo posto, a 586 millesimi dal giovane pilota spagnolo.

ducati-motogp-2013-qatar-6

Andrea Dovizioso – Ducati Team, 5° (1:56.417) – “Sono molto contento della mia posizione, ma mi rende felice soprattutto il distacco dal primo. La quinta posizione è molto buona, ma tre decimi di distacco sono veramente pochi. Non mi aspettavo di essere così vicino perché fino a questo turno non avevamo dei parametri veritieri. Oggi infatti c’è stata la prima situazione di confronto con la gomma morbida e possiamo dire di essere abbastanza vicini agli altri con la gomma nuova. Dobbiamo ancora provare in configurazione gara e domani decideremo quale gomma usare per la gara.”

Nicky Hayden – Ducati Team, 8° (1:56.670) – “Stasera non sono stati certamente dei turni facili a causa delle condizioni insidiose. Nel secondo turno di prove libere il vento è stato davvero forte, c’era molta sabbia in pista, ma quando le condizioni sono migliorate per il terzo turno ho potuto forzare di più. Ho affrontato la sessione come se fosse un turno di qualifica, perché era importante entrare nei primi dieci e passare direttamente al secondo turno di domani, decisivo per la griglia. La mia posizione non è interamente soddisfacente, ma il distacco dai primi è abbastanza contenuto. Dobbiamo rendere la moto più stabile e migliorare l’ingresso in curva, ma stiamo lavorando bene e quindi spero di poter fare bene domani.”

Oggi i piloti della MotoGP dovranno affrontare altri due turni di prove libere, mentre la sessione di qualifiche si disputerà sabato sera e la gara partirà domenica alle 22:00 ora locale.

Andrea Dovizioso – Ducati Team, 5° (1:57.538) – “Sono contento del quinto tempo soprattutto perché ho fatto tre giri con lo stesso passo e avrei potuto farne uno ancora più veloce se non fossi stato disturbato dal traffico in pista. Comunque il primo turno qui in Qatar è sempre un po’ particolare e questi non sono tempi di riferimento per il passo, perché la pista di Losail è un po’ estrema per quanto riguarda le traiettorie a causa della sabbia che c’è fuori dalla linea ideale. Ci sono sicuramente margini di miglioramento, anche perché quelli davanti a me hanno usato gomme morbide mentre io sono stato l’unico a usare una gomma dura. Domani ci sono due turni importanti in cui cercheremo di concentrarci un po’ di più sul passo di gara.”

Nicky Hayden – Ducati Team, 10° (1:57.926) – “Nella prima uscita ho avuto alcuni problemi alla mia Desmosedici, ma non sono ancora sicuro della causa. Abbiamo quindi cambiato moto, montando gomme diverse, e il feeling è subito migliorato permettendomi di ottenere buoni riscontri. Mentre la pista diventava sempre più pulita, sono migliorato anch’io anche se perdevo alcuni decimi nelle ultime tre curve a destra. Se riusciremo ad affrontare meglio l’ultima parte del circuito ed a ridurre la tendenza ad impennare, penso di poter abbassare il mio tempo in modo significativo. Per me oggi non è stato esattamente un buon inizio, ma sono sicuro che possiamo migliorare e difenderci bene qui in Qatar.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.