OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Modello

Valutazione TCS

Prezzo Amazon

Continental WinterContact TS860

★★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Sport 5

★★★★

Mostra Prezzo

Dunlop Winter Response 2

★★★★

Mostra Prezzo

Michelin Alpin 5

★★★

Mostra Prezzo

Kleber Krisalp HP 3

★★★

Mostra Prezzo

Nexen Winguard SnowG WH2

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Bridgestone Blizzak LM 001 Evo

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Yokohama BluEarth Winter (V905)

★★★

Mostra Prezzo

Kumho WinterCraft WP51

★★★

Mostra Prezzo

Giti Winter W1

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

Firestone Winterhawk 3

★★★

Mostra Prezzo

Nokian WR D4

★★★

Mostra Prezzo

Goodyear UltraGrip 9

★★★

Mostra Prezzo

Debica Frigo 2

★★★

Mostra Prezzo

Esa+Tecar Super Grip 9

★★★

Sava Eskimo S3+

★★★

Mostra Prezzo

Vredestein Snowtrac 5

★★★

Mostra Prezzo

Pirelli Cinturato Winter

★★★

Mostra Prezzo

OFFERTE AMAZON: I Migliori Pneumatici INVERNALI 2018 secondo i TEST Gomme del TCS

Alla fine della terza sessione di test prestagionali, svoltasi in Bahrain, Pirelli ha annunciato la scelta delle mescole che userà nei primi quattro Gran premi del Campionato. Queste scelte sono state fatte per rispondere al meglio alle caratteristiche di ogni circuito e per adattarsi alle nuovissime monoposto 2014, anche in considerazione dei dati raccolti nel corso dei tre test prestagionali.

Le squadre hanno potuto completare la loro valutazione delle nuove mescole Pirelli nell’ultima sessione di test che si sono conclusi oggi in Bahrain, esattamente a due settimane dall’inizio del primo Gran premio, in Australia. Di conseguenza, molte squadre si sono concentrate su simulazioni di qualifica e di gara.

  • Australia         P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT
  • Malesia             P ZERO ORANGE HARD e P ZERO WHITE MEDIUM
  • Bahrain            P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT
  • Cina                    P ZERO WHITE MEDIUM e P ZERO YELLOW SOFT

Pirelli-F1-test-2014-25

I risultati dell’ultimo test hanno mostrato un aumento del divario prestazionale tra la mescola hard e quella media, e tra quella media e quella soft: le due combinazioni di pneumatici che verranno utilizzate nelle prime quattro gare. Ciò darà ampio spazio alle squadre per formulare strategie di gara interessanti. Le prestazioni della gamma di pneumatici P Zero 2014 sono state in linea con le aspettative; sono state simili a quelle dello scorso anno, ma con meno degrado.

Non ci sono stati fenomeni di blistering e si è visto molto poco graining, a dimostrazione di un aumento delle prestazioni dell’intero range. Si è registrata anche una riduzione dei livelli di usura del battistrada.

Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: “Le informazioni ottenute durante i tre test pre-stagione ci hanno aiutato ad affettuare la scelta delle mescole da usare per l’inizio del Campionato. Durante le tre sessioni, infatti, il nostro nuovo range 2014 è stato utilizzato in tutte le condizioni: dalla pioggia di Jerez agli oltre 25 gradi centigradi del Bahrain. La conclusione che possiamo trarre ad oggi è che le gomme 2014 sono più consistenti e durevoli rispetto a quelle 2013, senza per questo compromettere le prestazioni. Abbiamo, inoltre, fatto un altro passo in avanti verso un obiettivo che ci eravamo prefissati: la riduzione dei “marbles” in pista. La combinazione medium-soft ben si adatta alle condizioni di gara previste in Australia, Bahrain e Cina; rappresenta per noi il giusto equilibrio tra prestazioni e una strategia a 2-3 pit stop per vettura. Le condizioni più abrasive e più calde della Malesia ci hanno portato a scegliere, invece, per quella gara le mescole dure e medie, come abbiamo fatto lo scorso anno”.

Notizie dai test: Come previsto, le squadre hanno completato il maggior numero di giri durante l’ultima sessione di test in Bahrain. Nel dettaglio, il primo giorno sono stati effettuati 762 giri, 868 il secondo giorno, 803 il terzo, e 874 giri il quarto giorno. In totale, sono stati completati 3307 giri rispetto ai 2322 della precedente sessione di test in Bahrain.

I team hanno avuto a disposizione un massimo di 30 set di gomme. Pirelli ha scelto insieme con le squadre il mix mescole di 22 set, lasciando ai team la scelta degli altri otto.

I team hanno una allocazione complessiva di 135 set di pneumatici per i test pre-season e in season 2014. Le differenze di prestazioni tra le gomme evidenziate in Bahrain sono le seguenti: la supersoft è 0,7 secondi più veloce della soft, a sua volta più prestazionale di 1,3 – 1,5 secondi rispetto alla medium. Questa è 1,3 – 1,5 secondi al giro più veloce della hard. Tali differenze sono destinate a scemare mano mano che i piloti aumenteranno la propria comprensione delle gomme durante la stagione.

Complessivamente, combinando Jerez ed entrambi i test in Bahrain, sono stati completati quest’anno 7099 giri e 36.974 chilometri. In questo stesso periodo, lo scorso anni i team avevano completato 10.902 giri e 49.942 chilometri di test pre- stagione (sommando Jerez e Barcellona 2013). Il pilota della Williams, Felipe Massa, ha segnato sabato il giro più veloce dei test in Bahrain, con un tempo di 1m33.258s sui P Zero Red supersoft.

A titolo di confronto, il giro più veloce dei test in Bahrain della scorsa settimana era stato di 1m33.283s, segnato da Nico Rosberg (Mercedes). Il giro più veloce in gara al Gran Premio del Bahrain lo scorso anno è stato 1m36.961s, fatto registrare dalla Red Bull di Sebastian Vettel.

La pole position al Gran Premio del Bahrain dello scorso anno è stata ottenuta da Rosberg con un tempo di 1m32.330s. Valtteri Bottas (Williams) ha completato il maggior numero di giri durante i test del Bahrain di quest’anno: 236. A seguire, il pilota della Force India, Sergio Perez, che ne ha percorsi 213.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.